Salta al contenuto

Varianti strutturali in corso d'opera

ad autorizzazioni sismiche, depositi del progetto delle strutture e denunce lavori

Nel territorio del Comune di Parma (zona sismica 3 - bassa sismicità) la realizzazione di varianti in corso d’opera che riguardano parti strutturali ma che non rivestono carattere sostanziale non richiede il preventivo rilascio dell’autorizzazione sismica o della denuncia di deposito del progetto esecutivo delle strutture, in quanto tali variazioni non introducono modificazioni significative agli atti, rispettivamente, autorizzati o depositati con il progetto originario

Le varianti al progetto sono da considerare non sostanziali quando non comportano significative variazioni degli effetti dell’azione sismica o delle resistenze della struttura o della loro duttilità e sono riconducibili unicamente ai casi individuati nell'All. 2 alla d.G.R. 2272/2016 (cat. D dell'All. 1 alla d.G.R. 1814/2020)

La documentazione necessaria a dimostrare che un intervento riguardante parti strutturali costituisce una variante in corso d’opera con carattere non sostanziale deve essere predisposta dal progettista abilitato, nei limiti delle proprie competenze, completa di aggiornate ed esaustive valutazioni numeriche, a integrazione del progetto esecutivo delle strutture

Nel caso in cui le varianti strutturali rivestano carattere sostanziale, le procedure sono identiche a quelle da predisporre per l'istanza di autorizzazione sismica e per la denuncia di deposito del progetto esecutivo delle strutture

Nel caso di denuncia dei lavori in variante per interventi privi di rilevanza nei riguardi della pubblica incolumità, non esiste distinzione tra carattere sostanziale e non sostanziale, bensì occorre che l'intervento di variante risulti ancora descritto dai casi individuati nell'All. 1 alla d.G.R. 2272/2016 (cat. C dell'All. 1 alla d.G.R. 1814/2020) e la procedura è identica a quella da predisporre per la denuncia dei lavori

A chi si rivolge

  • Progettista Architettonico
  • Progettista Strutturale
Chi può presentare
  • Progettista Architettonico in possesso di firma digitale
  • Progettista Strutturale in possesso di firma digitale
  • Direttore dei Lavori Strutturali in possesso di firma digitale
Copertura geografica del servizio

Territorio del Comune di Parma

Accedere al servizio

Come si fa

Il professionista incaricato alla presentazione della variante non sostanziale autocompila il modulo di asseverazione (MUR A.15/D.9) tramite l'applicativo on line collegandosi all'apposito canale digitale

Cosa si ottiene

Ricevuta di protocollazione dell'asseverazione per varianti non sostanziali

Canale digitale
Autenticazione

Accesso con SPID, CIE o CNS

Cosa serve

  • relazione tecnica esplicativa dell'intervento di variante non sostanziale, firmata digitalmente dal Progettista Strutturale e dal Direttore dei Lavori Strutturali
  • Elaborato grafico rappresentativo dell'intervento di variante non sostanziale, firmato digitalmente dal Progettista Strutturale e dal Direttore dei Lavori Strutturali

Costi e vincoli

Costi
  • € 30,00 come diritto di segreteria secondo il vigente Piano Tariffario
Vincoli

L'asseverazione relativa alle varianti non sostanziali riguardanti parti strutturali va presentata prima della comunicazione di fine lavori strutturali

Tempi e scadenze

  • immediatamente efficace, a meno che lo Sportello Unico non comunichi entro 5 giorni lavorativi l'inammissibilità a seguito di esito negativo della verifica di completezza formale

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

01-04-2022 09:04

Questa pagina ti è stata utile?