Salta al contenuto

L’ Assegno di Maternità è un contributo economico concesso dal Comune ed erogato da Inps, in favore delle madri che non ricevono l'indennità di maternità o che ricevono un'indennità inferiore all'importo del contributo previsto, e che hanno un valore ISEE che non superi determinati parametri.

L’importo per l’anno 2022 è nella misura intera pari a € 354,73 per 5 mensilità per complessive € 1.773,65. Il valore dell’Isee minorenni 2022 non deve superare € 17.747,58.

A chi si rivolge

L’assegno è riconosciuto alle:

  • madri naturali o adottive non lavoratrici
  • madri lavoratrici con un’indennità di maternità pari o inferiore all’importo dell’assegno. 
  • Se la madre è minorenne la domanda può essere presentata dal tutore o altro legale rappresentante.
  • Se la madre partorisce dei gemelli, dovrà presentare una domanda di assegno di maternità per ciascun figlio
Chi può presentare

La domanda deve essere presentata dalla madre in possesso dei seguenti requisiti:

  • Residenza nel Comune di Parma nel momento della presentazione della domanda;
  • Età del bambino non superiore a 6 mesi per le nascite, non superiore a sei anni per le adozioni nazionali e non superiore a diciotto anni per le adozioni internazionali;
  • assenza di trattamento economico per il congedo obbligatorio di maternità (che copre di norma dai 2 mesi prima del parto ai 3 mesi dopo la data effettiva del parto) o con trattamento economico per il congedo di importo inferiore a quello dell’assegno del Comune (in questo caso occorre fare richiesta per la differenza).
  • Cittadinanza e soggiorno:

NB. Nel caso venga presentata domanda con permesso di soggiorno scaduto ma con le relative ricevute di rinnovo, la domanda sarà SOSPESA e verrà inviata ad INPS per il pagamento solo dopo la presentazione del nuovo permesso di soggiorno in corso di validità.

- cittadine italiane o comunitarie (con cittadinanza di un Paese dell'Unione Europea) residenti in Italia al momento del parto o ingresso in famiglia del minore adottato/affidato;

- cittadina straniera in possesso dello status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria, familiare o superstite, o in possesso di permesso di soggiorno per "CASI SPECIALI"

- cittadine extracomunitarie che rientrano in una di queste categorie:

- cittadina titolare di Permesso di Soggiorno CE per Soggiornanti di lungo periodo in corso di validità ovvero di avere presentato istanza al Questore

-cittadina familiare di cittadino italiano/comunitario o soggiornante di lungo periodo

-cittadina che ha soggiornato legalmente in almeno 2 stati membri CE, familiare o superstite;

-cittadina lavoratrice del Marocco, Tunisia, Algeria, Turchia, familiare o superstite (Accordo Euromediterraneo);

-cittadina titolare del permesso unico per lavoro o con autorizzazione al lavoro e familiari (ad esclusione delle categorie previste dal D.Lgs 40/2014) ;

-cittadina apolide, familiare o superstite.

Accedere al servizio

Come si fa

Per ottenere l'agevolazione bisogna presentare la domanda tramite i servizi ONLINE del Comune di Parma accedendo con SPID

Cosa si ottiene

Per il 2022 l'assegno complessivo è di 1773,65 euro ( 354.73 euro per 5 mesi).

Madri lavoratrici con indennità di maternità inferiore all’assegno:

L'importo dell’assegno verrà ricalcolato sulla base del reddito fino a raggiungere un totale di 1773,65. Esempio: se percepisci 500 euro di indennità, l’assegno di maternità erogato sarà pari a 1273,65 euro (1773,65-500).

Canale digitale
Autenticazione

Credenziali SPID o CIE

Come ottenere SPID

Cosa serve

Per la presentazione online delle domande occorre autenticarsi utilizzando le credenziali SPID e allegare obbligatoriamente i seguenti documenti:

  • Copia del permesso di soggiorno in corso di validità oppure ricevuta della richiesta di rinnovo del titolo di soggiorno e copia del precedente permesso.
  • Copia del Codice IBAN di cui si è intestatari o cointestatari.
  • Copia lettera reiezione INPS (nel caso di madre lavoratrice nei due anni antecedenti il parto)

Per agevolare le procedure di erogazione dell'assegno è consigliato essere in possesso prima della presentazione della domanda di ISEE minorenni in corso di validità, congruente allo stato di famiglia anagrafico. Qualora in prossimità della scadenza del termine dei 6 mesi, la richiedente non abbia ancora ricevuto dall'INPS l'attestazione ISEE, può ugualmente presentare la domanda accompagnandola con la ricevuta di avvenuta presentazione della DSU.

Tempi e scadenze

La domanda per le nascite o le adozioni avvenute nell'anno 2022 deve essere presentata entro 6 mesi dalla nascita del figlio o dall'adozione/affido del minore

Contenuti correlati

Welfare
Politiche sociali, abitative e assegnazione alloggi, per la famiglia, per l’accoglienza e l’inclusione, sostegno economico, progetti solidali.

Ultimo aggiornamento

21-09-2022 13:09

Questa pagina ti è stata utile?