Salta al contenuto

Contributo alla domiciliarità

Servizi domiciliari a favore di persone con disabilità.

Argomenti
Welfare

Il Comune di Parma, al fine di garantire la continuità dei progetti domiciliari di persone fragili, ha introdotto una nuova tipologia di intervento, il “contributo alla domiciliarità, strumento di sostegno economico, sulla base del progetto di vita e di cura co-costruito con la persona, il suo caregiver e/o legale rappresentante.

Tale contributo ha una duplice finalità:

1) sostegno dell’abitare o housing protetto rivolto ai cittadini in condizioni di fragilità e ridotta autonomia inseriti in progetti di co-housing con servizi condivisi, si caratterizza in una logica di “housing first” all’interno di interventi abitativi promossi dall’Amministrazione Comunale finalizzati alla costruzione di progetti di acquisizione dell’autonomia e con la sottoscrizione di un rigoroso patto progettuale con le persone.

2) sostegno per la quotidianità, rivolto alle persone che iniziano a perdere le autonomie e che necessitano di interventi di sostegno per continuare a vivere nella propria abitazione, quali ad esempio, la gestione di commissioni, preparazione pasti, pulizie e mantenimento della casa o di tipo assistenziale anche mediante l’individuazione di un’assistente famigliare.

Le modalità di attivazione ed erogazione avvengono in conformità a quanto previsto dal regolamento vigente.

REGOLAMENTO DEGLI INTERVENTI DI ASSISTENZA ECONOMICA A FAVORE DELLE PERSONE E DELLE FAMIGLIE approvato con Deliberazione di C.C. n. 88 del 14 dicembre 2020

A chi si rivolge

Gli interventi del contributo alla domiciliarità sono finalizzati a sostenere cittadini in condizione di fragilità:

CONTRIBUTO A SOSTEGNO DELL’ABITARE - HOUSING PROTETTO:

  • cittadini in condizioni di fragilità e ridotta autonomia per cui si ritiene appropriato l’inserimento in un progetto di Housing protetto con servizi condivisi, Cohousing, progetti di reinserimento sociale, Alloggi per l’Autonomia, ERS in deroga.

CONTRIBUTO ALLA QUOTIDIANITÀ:

  • cittadini over 65 a rischio di non autosufficienza e/o fragili, con bisogni socio assistenziali (che necessitano di sostegno per le attività di vita quotidiana);
  • adulti fragili con invalidità superiore al 75%, con bisogni socio-assistenziali (che necessitano di sostegno per le attività di vita quotidiana);
  • persone con problemi sanitari gravi e/o con patologie degenerative certificate con necessità socio-assistenziali;
  • persone con disabilità certificata (L.104/1992 e s.m.i.).

Accedere al servizio

Come si fa

L'attivazione di tale intervento economico avviene previa valutazione dell'Assistente Sociale del Comune, che condivide, insieme all'anziano e alla sua famiglia, un Progetto personalizzato che prevede la sottoscrizione di un patto di responsabilità.

Per informazioni rivolgersi presso il Servizio Sociale Territoriale del quartiere di residenza:

  • Parma Centro San Leonardo Cortile San Martino - via Verona, 36/a - tel. 0521/218589
  • Pablo Golese San Pancrazio Oltretorrente - via Bocchi 1/a- tel. 0521/218300
  • Lubiana San Lazzaro Cittadella - p.le della Pace, 1/a - tel. 0521/218108
  • Montanara Molinetto Vigatto - via Carmignani, 9/a - tel. 0521/031250

Cosa serve

Residenza anagrafica nel Comune di Parma

L’ISEE ordinario in corso di validità inferiore ad € 25.000,00

Allegati

Contenuti correlati

Welfare
Politiche sociali, abitative e assegnazione alloggi, per la famiglia, per l’accoglienza e l’inclusione, sostegno economico, progetti solidali.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

16-05-2022 14:05

Questa pagina ti è stata utile?