Salta al contenuto

La casa delle autonomie

Progettualità innovative a favore di persone con disabilità.

Argomenti
Welfare

“La casa delle autonomie” è uno spazio innovativo che offre percorsi per lo sviluppo delle autonomie delle persone con disabilità, delle loro competenze quotidiane e dell’ inclusione sociale in una logica attenta ai diritti di cittadinanza posti dall’attuale scenario sociale.

In particolare il progetto, assumendo come riferimento il diritto delle persone con disabilità a una “vita indipendente” ed a scegliere, una volta adulti, “dove e con chi vivere”, pone particolare attenzione alla collaborazione con le famiglie per la costruzione, insieme ai loro figli, di percorsi di accompagnamento o comunque propedeutici verso tale obbiettivo.

La progettualità della Casa delle Autonomie rientra nelle tematiche previste dalla Legge 112/2016 (e normativa seguente) in particolare rispetto alle azioni propedeutiche alla miglior preparazione possibile del futuro socio-abitativo delle persone con grave disabilità, una volta che i loro genitori non ci saranno più (tema del cosiddetto “Dopo di Noi”).

Il progetto è un luogo di sostegni individualizzati a favore delle persone con disabilità per sviluppare/allenare competenze sociali, relazionali e di gestione della vita quotidiana, per rafforzare un’immagine positiva di sé, capace di influire sulla propria autostima, per sostenere possibili transizioni a una vita adulta fuori dalla propria famiglia e per garantire il mantenimento di alcune autonomi.

Vengono organizzati i “Fine-settimana” in un contesto abitativo predisposto “ad hoc” per piccoli gruppi di ragazzi/e con disabilità accompagnati da personale educativo.

Riferimenti normativi

Legge 22 giugno 2016, n. 112 “Disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare

A chi si rivolge

A persone adulte con disabilità, prevalentemente di giovane età, che necessitano di bassa intensità assistenziale, bassa e media complessità organizzativa, con necessità di sostegno educativo complessivo.

Accedere al servizio

Come si fa

La progettualità di partecipazione a “La casa delle autonomie” viene valutata dall’ Assistente Sociale e dalla preposta Unità di Valutazione Multidimensionale, che predispongono il "Progetto di Vita", insieme alla persona con disabilità, al legale rappresentante, se presente, alla famiglia al caregiver ed ai professionisti dei servizi coinvolti.

Il "Progetto di Vita" si declina come documento programmatico a medio-lungo termine che pianifica la realizzazione esistenziale della persona con disabilità, organizzando l'insieme dei sostegni e delle opportunità che la accompagnano lungo il corso della vita, sulla base dell'evoluzione dei bisogni, delle aspettative e dei desideri personali.

Per informazioni rivolgersi presso il Servizio Sociale Territoriale del quartiere di residenza:

- Parma Centro San Leonardo Cortile San Martino Via Verona, 36/a - tel. 0521/218589

- Pablo Golese San Pancrazio Oltretorrente Via Bocchi, 1/a- tel. 0521/218300

- Lubiana San Lazzaro Cittadella P.le della Pace, 1/a - tel. 0521/218108

- Montanara Molinetto Vigatto Via Carmignani, 9/a - tel. 0521/031250

Cosa serve

Residenza anagrafica nel Comune di Parma

Riconoscimento art.3 comma 3, L.104/92

Costi e vincoli

Costi

La persona contribuisce alla compartecipazione del costo del servizio nella modalità prevista nel progetto elaborato del Comune di Parma ed il soggetto attuatore.

Contenuti correlati

Welfare
Politiche sociali, abitative e assegnazione alloggi, per la famiglia, per l’accoglienza e l’inclusione, sostegno economico, progetti solidali.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

16-05-2022 14:05

Questa pagina ti è stata utile?