Salta al contenuto

La manifestazione di interesse è volta all’individuazione di aziende/cooperative (di seguito soggetti ospitanti) interessati ad ospitare all’interno delle proprie unità produttive, tirocini di orientamento, formazione e inserimento o reinserimento finalizzati all’inclusione sociale, all’autonomia delle persone e alla riabilitazione, a favore di soggetti svantaggiati, fragili/vulnerabili e disabili in carico al Distretto di Parma, al fine di attuare misure attive di accompagnamento al mondo del lavoro (di seguito MdL).

L’idea progettuale che si vuole sviluppare è quella di mettere in campo azioni sperimentali strutturate per essere maggiormente rispondenti alle esigenze aziendali delle realtà imprenditoriali ospitanti, cercando così di formare e/o riqualificare utenza in carico ai servizi in ambiti rispondenti alle richieste specifiche delle realtà aziendali individuate, ottimizzando i tempi della formazione della risorsa umana ricercata attraverso l’utilizzo delle strategie proprie e volute dalle aziende coinvolte.

L’obiettivo è la realizzazione di progetti finalizzati alla formazione professionale ed all’inserimento lavorativo di persone disabili e/o svantaggiate, fragili/vulnerabili e a rischio di emarginazione sociale, con l’obiettivo di consolidarne l’autonomia psicologica e la capacità operativa attraverso l’integrazione sociale e lavorativa, creando anche le condizioni per un loro futuro inserimento lavorativo stabile. Tali progetti si concretizzano con l’attivazione di brevi percorsi formativi (32 e/o 80 ore) e combinato disposto di tirocini formativi, condivisi con richieste del MdL e a seguire tirocinio formativo.

Il tirocinio:

  • avrà una durata di 6 mesi con un impegno medio mensile oltre le 100 ore (e non oltre il monte orario complessivo previsto dai singoli CCNL);
  • l’indennità di frequenza prevista dalla normativa vigente in materia di tirocini (Legge Regionale 17/2005 modificato da Legge Regionale 1/2019 e specifiche DGR 1143/2019 e successive modifiche ed integrazioni) verrà erogata a valere sui finanziamenti pubblici che di volta in volta saranno individuati come idonei dal Distretto di Parma;
  • sarà messo a disposizione del tirocinante un tutore responsabile, in possesso di un’adeguata professionalità i cui requisiti sono definiti L.R. 17/2005, come modificata da L.R. 1/2019 (art. 24 comma 6) e ss.mm.ii, che seguirà gli aspetti didattici e organizzativi dell'attività;
  • verrà garantita l’assicurazione del tirocinante contro gli infortuni e la responsabilità civile verso terzi, in proprio o in convenzione con l’azienda;
  • la convenzione con il soggetto ospitante ed il progetto formativo individuale verranno predisposti ed inviati tramite la piattaforma online sul portale Lavoro per Te, così come definito dalla DGR 1005/2019 e ss.mm.ii. da ente di formazione accreditato ed individuato dal Distretto di Parma;
  • verrà garantita idonea formazione relativa alla prevenzione ambientale e antinfortunistica, secondo le previsioni del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 (Attuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro) e in particolare dell'Accordo tra il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano per la formazione dei lavoratori ai sensi dell'articolo 37, comma 2, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, sottoscritto il 21 dicembre 2011; tale formazione è obbligatoria per ogni soggetto per il quale viene attivato un percorso di tirocinio formativo;
  • al termine del percorso di tirocinio formativo l’ente di formazione promotore del tirocinio stesso, provvederà all’attestazione delle competenze acquisite durante lo svolgimento del tirocinio formativo e indicate nel progetto formativo (SRFC) - definiti dalla L.R. 17/2005, come modificata da L.R. 1/2019 e ai sensi della DGR n. 1005/2019.

Nell’ipotesi progettuale che vede la realizzazione del combinato disposto di ore di formazione (corsi da 32 o 80 ore per ottenimento di specifiche conoscenze) abbinate ad attivazione di tirocinio formativo in situazione/azienda per sperimentare e consolidare le conoscenze acquisite, la logica di realizzazione di tirocini è la medesima sopra descritta, mentre per la parte relativa alle ore d’aula, queste verranno realizzate sempre da enti di formazione accreditati dalla Regione Emilia Romagna, le ore di frequenza dei corsisti saranno indennizzate secondo i parametri del FSE, ed il contenuto del percorso formativo potrà essere condiviso e progettato in stretta collaborazione tra soggetto pubblico, ente di formazione e realtà ospitanti in un alogica di essere maggiormente rispondenti alle esigenze e necessità del MdL.

Di norma un’aula vede la frequenza di 6 corsisti.

A chi si rivolge

Aziende/società/imprese/cooperative che operano o intendono operare nel territorio del Distretto di Parma.

Chi può presentare

Il Legale rappresentante dell'azienda o suo delegato.

Accedere al servizio

Come si fa

Occorre manifestare la propria candidatura indicando il fabbisogno aziendale in termini di ambito di attività e mansioni da ricoprire, collegandosi al seguente link.

Cosa si ottiene

PROCEDURA ORGANIZZATIVA

  • L’Ufficio Lavoro – S.O. Fragilità – Settore Sociale del Comune di Parma, attraverso i suoi operatori, sarà il soggetto deputato alla tenuta dell’elenco di aziende, società, imprese, cooperative – di seguito aziende ospitanti, che hanno manifestato la loro volontà di aderire al progetto di che trattasi;
  • le aziende ospitanti, oltre all’interfaccia con operatori dell’Ufficio Lavoro del Comune di Parma, avranno a disposizione la possibilità di confrontarsi con operatori enti di formazione per questioni amministrative/burocratiche relative all’attivazione di tirocini, appositamente messi a disposizione per il Progetto;
  • verranno raccolte, a seguito di incontri periodici, le necessità ed i fabbisogni da parte delle singole aziende ospitanti che verranno raggruppate per macro categorie merceologiche e/o settori di attività (Codice ATECO). Gli incontri si terranno almeno con cadenza semestrale;
  • in base alle necessità ed esigenze espresse di cui sopra, l’Ufficio Lavoro provvederà all’individuazione di una rosa di nominativi in linea con le aspettative espresse dalle aziende, alle quali verranno presentati per un colloquio conoscitivo (se ritenuto opportuno);
  • i nominativi delle persone da inserire nei percorsi formativi e/o di tirocinio ritenuti idonei, verranno inviati all’ente di formazione che prenderà in carico la realizzazione del progetto condiviso;
  • gli operatori referenti dei casi, oltreché i tutor didattico organizzativi messi a disposizione dagli enti di formazione, opereranno in stretta connessione con i servizi e con la realtà aziendale ospitante e attueranno momenti di verifica e monitoraggio dei percorsi stessi.

Sono altresì previsti momenti pubblici di restituzione sull’andamento ed esiti del progetto.

Procedure collegate all'esito

Attivazione di percorsi formativi finalizzati all’acquisizione di conoscenze funzionali al reinserimento nel MdL e attivazione di tirocini formativi in azienda.

Canale digitale
Autenticazione

Credenziali SPID o CIE

Come ottenere SPID

Cosa serve

I dati dell'azienda/società/impresa/cooperativa.

Costi e vincoli

Costi

Nessun costo.

Tempi e scadenze

Non ci sono termini per la presentazione della manifestazione d’interesse.

Ultimo aggiornamento

21-09-2022 13:09

Questa pagina ti è stata utile?