Salta al contenuto

Sono luoghi in cui bambini/e e ragazzi/e trascorrono il tempo dopo la scuola con attività ludico/ricreative/culturali accompagnati da Educatori Professionali.

Rappresentano una forma di intervento per la prevenzione del disagio sociale di minori appartenenti a nuclei familiari in difficoltà; consentono di affrontare il malessere e il disagio in ambito familiare, sociale, scolastico anche attraverso interventi in collaborazione con i vari attori del territorio (come scuole, parrocchie, associazioni di volontariato, organizzazioni sportive).

A chi si rivolge

Accolgono di bambini e bambine dai 6 agli 11 anni e preadolescenti ed adolescenti dagli 11 ai 17 anni.

Accedere al servizio

Come si fa

L'inserimento viene disposto - in accordo o con il consenso della famiglia - dal Servizio Sociale Territoriale sulla base di un progetto educativo individuale.

Cosa serve

Lavorano affinché i bambini e i ragazzi inseriti possano vivere esperienze positive nei luoghi della vita quotidiana aumento le proprie capacità. Hanno il compito di operare per giungere ad una maggiore responsabilizzazione dei genitori attraverso ricerca di una relazione di fiducia tra gli operatori e le famiglie.

Costi e vincoli

Vincoli

L'Assistente Sociale e l'Educatore Professionale dei Poli Territoriali di Servizio Sociale predispongono un progetto di inserimento del minore, dove vengono esplicitati obiettivi, prestazioni, modalità e tempi di verifica.

Tempi e scadenze

L’accoglienza pomeridiana ha una tempistica che segue il calendario scolastico (da settembre a giugno).

Casi particolari

La famiglia è coinvolta nel progetto ed è chiamata a partecipare ad alcune attività proposte dal Centro.

Allegati

Contenuti correlati

Welfare
Politiche sociali, abitative e assegnazione alloggi, per la famiglia, per l’accoglienza e l’inclusione, sostegno economico, progetti solidali.

Ultimo aggiornamento

21-09-2022 13:09

Questa pagina ti è stata utile?