Mobilità e Trasporti

NOTIZIE / 13.12.21

Permessi Auto Amica Ambiente

Nuova funzione, nuova tariffa per i permessi di sosta e transito Auto Amica Ambiente. Auto elettriche, nessun aumento. 

permessi

I permessi di sosta e transito Auto Amica Ambiente, dedicati ai veicoli meno inquinanti in circolazione nella nostra città, cambiano passo e si trasformano in un progetto di vera e propria visione del futuro, con il chiaro obiettivo di decongestionare il centro storico, ormai saturo del traffico veicolare, oltre che sostenere e finanziare tutti i nuovi progetti di mobilità sostenibile in cantiere, con particolare riferimento all’Area Verde.

Il solo diritto di emissione del permesso in vigore attualmente pari a 10 euro è stato valorizzato in quest’ottica, tenendo conto che il permesso temporaneo che consente l'accesso in ZTL per una giornata ha un valore di 10 euro mentre un permesso da 5 euro consente l'accesso per sole 2 ore.

A partire dal 1° gennaio 2022, la tariffa dei permessi di sosta e transito Auto Amica Ambiente (relativi ai veicoli alimentati a gas metano, GPL o veicoli ibridi) viene portata a 50 euro (40 euro più l’onere di emissione di 10 euro).

Questa novità è un’azione di visione in linea con le politiche di mobilità sostenibile perseguite dall’Amministrazione Comunale in questi anni – dichiara Tiziana Benassi, assessora alle politiche di sostenibilità ambientale del Comune di Parma - Vogliamo migliorare la qualità dell’aria ma anche decongestionare il centro cittadino dal traffico veicolare per renderlo più vivibile e fruibile dalle persone. La misura adottata ha l’obiettivo di disincentivare quindi l’uso improprio del permesso AAA, che deve invece essere utilizzato in modo controllato per ridurre il numero di accessi di veicoli nella Zona a Traffico Limitato della nostra città.”

Il permesso Auto Amica Ambiente consente di accedere e transitare nelle Zone a Traffico Limitato (ZTL) di Parma e sostare nelle zone a pagamento per un massimo di 30 minuti al giorno.

Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un costante ed esponenziale incremento del numero di permessi AAA rilasciati, anche a causa del forte aumento di auto ibride e elettriche in circolazione: il totale dei permessi AAA attualmente circolanti è pari a circa 15.000 effettivi: corrisponde ad un terzo del totale dei permessi complessivi di transito e sosta (32.000 circa) e alla metà circa dei permessi che complessivamente consentono l'accesso gratuito alla ZTL (residenti, fornitori, commercianti, disabili, ecc). Questo incremento ha di fatto annullato le condizioni per cui è stata progettata la Zona a traffico Limitato e ne sta condizionando funzionamento e benefici, in termini di traffico, inquinamento e qualità della vita, con disagi a chi ivi risiede e lavora.

Gli spazi in centro storico non possono più sostenere la presenza di un numero così elevato di auto, a maggior ragione in questi ultimi due anni, in cui lo spazio pubblico è stato ripensato in funzione di una migliore qualità della vita delle persone, della socialità, del commercio e di altre modalità di spostamento come la ciclabilità e la pedonalità.

La variazione tariffaria ha quindi l’obiettivo di decongestionare il traffico cittadino collegandosi al concetto di una migliore qualità di vita, fruizione degli spazi pubblici e sostenibilità ambientale che stanno alla base del nuovo progetto dell’Area Verde e Area Blu di prossima istituzione (1 maggio 2022) in linea con le politiche di mobilità che il Comune ha attuato da diversi anni. L’Area Verde a partire dal prossimo maggio renderà stabili le misure di limitazione alla circolazione dei veicoli più inquinanti dentro l'anello delle tangenziali, misure già in vigore da anni grazie al Piano Regionale dell’Aria e secondo quanto previsto dagli Accordi delle Regioni del Bacino Padano.

“Il permesso AAA va inoltre a rappresentare una voce di bilancio a supporto dell'ingente piano investimenti che la società Infomobility si appresta ad affrontare nei prossimi anni  - dichiara Michele Ziveri  – Amministratore Unico di Infomobility S.p.A. – per dare corpo alle decisioni strategiche prese dall’Amministrazione Comunale con il progetto Area Verde e Area Blu che comportano un incremento di sforzo per la gestione della mobilità con auto privata all'interno delle tangenziali e nel centro storico:  un’ innovativa gestione dell'intero sistema di mobilità mediante moderni sistemi digitali ed una nuova centrale varchi in grado di fornire ed elaborare i dati dei flussi utili per la gestione e la pianificazione del traffico urbano nei prossimi anni” .

APPROFONDIMENTI 

Migliorare la qualità della vita non significa solo ridurre le emissioni ma anche e soprattutto decongestionare un traffico urbano ormai insostenibile e dare corso all’ambizioso progetto di riqualificazione delle aree urbane della nostra città. Il centro storico è una zona a traffico limitato e come tale va tutelata e preservata.

Si pensi che oggi circa 34.000 targhe possono accedere con permessi alla ZTL, dei quali 18.000 sono gli AAA gratuiti (a meno del diritto di emissione di 10 euro annui) e circa 10.000 sono i residenti, o con posto auto, assistenziali, disabili o entri pubblici. Va ricordato anche che oggi chiunque può accedere con il pagamento dei ticket biorari (5 euro) o giornalieri (10 euro), e in un anno sono circa 57.000 i ticket acquistati, generando tutto questo un traffico medio sulle direttrici in ingresso al cuore del centro storico di 18/20.000 auto al giorno per ognuna delle principali differenti direttrici (via Toscanini, via Mariotti, via XXII Luglio) da aggiungersi ai flussi in tutti gli ingressi e uscite minori. Sono numeri impressionanti che si valutano in decine di migliaia di targhe che percorrono le nostre strade della Zona a traffico Limitato.

Questo è il punto di partenza per la decisione sui permessi AAA che, tra l’altro, non rappresentano una tipologia di utente che ha la necessità di vivere la città per bisogni legati alle proprie quotidiane attività lavorative (commercianti, fornitori,..) o di vita (disabili) o semplicemente residenti in ZTL o possessori di posto auto o assistenziali. Gli AAA oggi sono circa 18.000 e rappresentano quindi più della metà degli aventi titolo con permesso ad accedere regolarmente alla ZTL, senza alcuna inibizione in termini di fasce orari o giornate. Sono di gran lunga la categoria più avvantaggiata in quanto totalmente gratuiti (a meno del diritto di emissione di 10 euro) parificati solo ai circa 10.000 fra residenti, residenti con posto auto, assistenziali, disabili. Si pensi poi che in ZTL vi sono 2500 stalli e si rifletta su cosa possa comportare in termini di traffico  che 34.000 targhe + gli acquirenti di ticket giornaliero transitino più e più volte in cerca di uno stallo libero fra i soli 2500 disponibili.  L’auspicio della nuova tariffa è quindi iniziare un percorso graduale di limitazione dell’utilizzo degli AAA, che per numerosità non sono più sostenibili nelle condizioni attuali.

In nessuna città di Italia esiste un’autorizzazione annuale che permetta il transito in ZTL delle auto ibride, a gpl o a metano. La valorizzazione di questa autorizzazione, come detto presente solo a Parma, è stata decisa anche dopo aver fatto un’attenta analisi di mercato di quanto accade nelle città a noi più vicine come Reggio Emilia, Piacenza, Mantova e Modena nelle quali l’accesso alla ZTL è consentito versando un corrispettivo giornaliero che va dai 3,00 € (veicoli a basso impatto Comune di Piacenza) agli 8,50 € (Comune di Mantova), non sfiorando poi minimamente quello che accade a Milano.

Quindi in PRIMO LUOGO introdurre la tariffa sul permesso AAA è un tema di traffico e congestione, oltre che di vivibilità e sostenibilità della vita nel nostro centro storico.

In SECONDO LUOGO è un tema di equità fra i vari fruitori del centro storico che oggi non era garantito, se si pensa ai numeri con cui abbiamo a che fare e si pensa a come siamo messi rispetto a tutte le altre città d’Italia, molto lontane da queste forme di entropia in ZTL alle quali anche il permesso AAA ha sicuramente dato una mano fattiva, sempre visti i numeri.

In TERZO LUOGO un tema di ambiente, poiché 18.000 auto che possono liberamente transitare a tutte le ore del giorno in piazza Garibaldi e molto spesso compiere diversi giri per trovare posto in uno dei 2500 stalli, significa maggiore inquinamento, al di là del carburante utilizzato dall’auto, inquinamento anche acustico e del rotolamento gomme ad esempio.

Sottolineiamo che la nuova tariffa sugli AAA non va a toccare per niente le auto elettriche, a differenza di quanto riportato da alcuni organi di stampa, auto elettriche che invece continueranno a beneficiare comunque del vecchio importo di soli 10 euro all’anno che rappresenta solo il diritto di emissione.

L’utente possessore di AAA oggi può entrare gratuitamente e liberamente in ZTL e parcheggiare quante volte desidera per 30 minuti in qualunque area a righe blu. Anche senza sottoscrivere il permesso annuale potrà comunque accedere alle ZTL pagando la tariffa che tutti gli altri utenti pagano e cioè 5€ per 2 ore e 10€ per l’intera giornata.

Va infine ricordato che in questo passaggio graduale, con i 50 €/annui il possessore dell’AAA potrà comunque accedere liberamente alle ZTL per tutte le 24 ore e per tutti i 365 giorni dell’anno, sostandovi gratuitamente una volta al giorno per 30 minuti.


Numero Unico 0521 40521