Mobilità e Trasporti

NOTIZIE / 03.09.20

Contributi ed incentivi per la mobilità ciclabile

Avviso per manifestazione di interesse: mobilità/sostenibile e attuazione del progetto regionale Bike to Work

bike to work.jpg

Il Comune di Parma, con propria Delibera di Giunta Comunale, ha approvato lo schema di protocollo d’intesa tra Regione Emilia Romagna e Comune di Parma per l’attuazione del progetto “Bike to Work” e con successiva determina dirigenziale ha approvato il presente AVVISO, la cui partecipazione al medesimo è ritenuta condizione indispensabile per accedere alla procedura di erogazione dei contributi.

 L’ Avviso per manifestazione di interesse. Iniziative di mobilità/sostenibile riguardanti la fase III del Covid -19. Contributi ed incentivi per la mobilità ciclabile. Attuazione del progetto regionale Bike to Work". Avviso

“Bike to Work” è traducibile in “Al lavoro in bicicletta”
 l progetto prevede l’erogazione di contributi regionali che il Comune dovrà distribuire a coloro che saranno in grado di dimostrare:
·        di recarsi al lavoro in bicicletta – 20 cent al km e al max 50/00 euro al mese;·        di utilizzare servizi di bike sharing sharing - scontistica sul listino vigenti;
·        di utilizzare il deposito delle biciclette (velostazione) presente in stazione  -  scontistica sul listino vigenti;

Potranno presentare richiesta di contributi i mobility manager aziendali già in carica, nominati per l’occasione, i responsabili di attività lavorative.
L’erogazione dei contributi avverrà a fronte delle rendicontazioni provenienti dai singoli mobility manager aziendali o dai responsabili di attività lavorative. 
Chi è il mobility manager?

  1. Mobility Manager aziendale;
  2. Mobility Manager di Area.

Il Mobility Manager aziendale - M.M.A., figura introdotta in Italia con i due Decreti del Ministero dell’Ambiente del 27 marzo 1998 e del 20 dicembre 2000, ha il compito di incentivare i dipendenti ad adottare forme di spostamento alternative all’uso dell’auto privata negli spostamenti casa-lavoro ma anche negli spostamenti lavorativi con lo scopo di ridurre l’inquinamento atmosferico, causa dei cambiamenti climatici, il traffico e conseguentemente l’incidentalità pertanto, nello sforzo di ottimizzazione degli spostamenti casa-lavoro dei dipendenti,  propone soluzioni di trasporto a basso impatto ambientale come il trasporto pubblico, la mobilità ciclabile, il car pooling, car e bike sharing.
Il M.M.A. ha anche il compito di diffondere le green pratices intese come una serie di  strumenti e assetti organizzativi/gestionali volti a ridurre l’impatto delle attività dell’azienda sull’ecosistema ed a implementare strategie orientate alla sostenibilità ambientale riconducibili ad attività riguardanti il miglioramento della logistica, il rinnovo della flotta aziendale con la previsione di acquisto di mezzi sostenibili - alimentazione a metano, elettrica o ibrida, - installazione di colonnine per la ricarica elettrica, diffusione del telelavoro, installazione di servizi per il dipendente all’interno dell’azienda.
M.M.A. si interfacciano con il Mobility Manager di Area - M.M.Area - figura prevista all’interno dalle Amministrazioni pubbliche.
Il M.M.Area è l’interlocutore di riferimento del M.M.A., coordina e funge da intermediario tra tutte le differenti parti coinvolte orienta, supporta e coordina i M.M.A., raccoglie le loro esigenze ed elabora le strategie orientate alla gestione della mobilità casa-lavoro nel suo complesso.


Numero Unico 0521 40521
Tag Cloud Notizie
  • 70 notizie contengono il tag blocco del traffico
  • 91 notizie contengono il tag Infomobility
  • 132 notizie contengono il tag Iren
  • 69 notizie contengono il tag limitazioni al traffico
  • 176 notizie contengono il tag mobilità sostenibile
  • 118 notizie contengono il tag modifiche alla viabilità
  • 73 notizie contengono il tag polizia municipale
  • 238 notizie contengono il tag raccolta differenziata
  • 127 notizie contengono il tag Raccolta porta a porta
  • 67 notizie contengono il tag Tep