NOTIZIE / 18.12.10 / SICUREZZA

Scuola Europea, al via i lavori

Inaugurati oggi al Campus i lavori per la realizzazione della nuova Scuola per l’Europa. Molto soddisfatto il sindaco Vignali: "E' una straordinaria opportunità per Parma, un circolo virtuoso di lavoro e crescita che si tradurrà domani in una migliore istruzione anche per i nostri ragazzi. Siamo ammirati in Italia e in Europa".
scuola europea

Con la posa della prima pietra, prendono il via oggi i lavori per la realizzazione della nuova Scuola per l’Europa, che ospiterà circa 900 alunni, sia figli dei dipendenti Efsa che risiedono in città che bambini e ragazzi di Parma. L’obiettivo è quello di creare, attraverso un percorso scolastico dalle scuole materne alle superiori, un luogo di apprendimento che sia punto di incontro tra il patrimonio culturale dell’Unione Europea e quello locale.

I lavori, affidati all’Ati (associazione temporanea tra imprese) che comprende le società Co.Ge – Costruzioni Generali di Parma (mandataria) e Unieco di Reggio Emilia (mandante), dovrebbero concludersi entro la primavera del 2012, garantendo dunque l’operatività della scuola per l’anno scolastico 2012/2013.

Il costo complessivo dell’opera sarà di circa 30 milioni di euro (29 milioni e 500 mila euro per l’esattezza), importo in gran parte finanziato grazie a contributi statali.

La nuova scuola sorgerà nella zona del Campus universitario, su un’area di 86 mila metri quadrati ad est degli edifici universitari e sarà facilmente raggiungibile da ogni parte della città grazie all’immediato accesso alla tangenziale. La struttura, che risponde ai requisiti dell’Unione Europea per gli insediamenti scolastici, sarà organizzata come un piccolo “campus”. Al suo interno ospiterà una scuola materna, una elementare, medie inferiori e superiori.  Gli edifici in tutto saranno sette, riuniti in una specie di chiostro, pensato per garantire percorsi coperti fra le varie strutture e per dare un senso di unitarietà al progetto. Ogni ciclo scolastico disporrà di una struttura propria e negli altri immobili troveranno spazio i locali della direzione, la biblioteca, un auditorium, una palestra e una mensa da 400 posti. Nell’area che ospiterà la scuola, gli spazi verdi verranno armonizzati con le strutture architettoniche. E’ stato inoltre predisposto un progetto per un ipotetico ampliamento della struttura in un prossimo futuro, che prevede spazi per poter accogliere circa 1200 studenti.

I bambini che frequenteranno la materna saranno suddivisi in 5 sezioni per due anni di corso, mentre gli alunni della elementare, media inferiore e superiore avranno a disposizione tre sezioni per ogni anno di corso. Il percorso di apprendimento avverrà in tre lingue: inglese, francese e italiano. Saranno inoltre realizzati dei laboratori linguistici per fare in modo che gli alunni stranieri approfondiscano la conoscenza della propria lingua d'origine.