NOTIZIE / 14.01.22 / TURISMO

Parma Card e Card Cultura Bologna

Parma Card e Card Cultura del Comune di Bologna: un ponte tra due realtà per promuovere cultura, turismo e rispettivi territori.

parma card e card cultura

Nasce dalla volontà di promuovere cultura, turismo e rispettivi territori l’accordo tra Comitato per Parma 2020, promotore di Parma Card, carta turistica della città di Parma, e Bologna Welcome - Comune di Bologna, che dispone della Card Cultura. Fare squadra tra territori rappresenta una sfida importante, mettere in rete le proprie eccellenze è strategico per affrontare le sfide del futuro. Così è nato l’accordo che prevede ai possessori di Card Cultura del Comune di Bologna e di Parma Card (nelle versioni PARMA CARD CITTADINO e PARMA CARD VISITATORE ABITUALE) di poter usufruire di uno sconto del 20% sull’acquisto delle stesse, per i possessori di almeno una delle due Card. L’accordo inoltre permette di coordinare tutti gli stakeholder convolti nella filiera turistico culturale, per migliorare la penetrazione di Parma Card su scala locale e promuovere contestualmente la conoscenza di Card Cultura del Comune di Bologna.

Parma Card permette ai possessori di usufruire di sconti negli esercizi commerciali convenzionati, prevede riduzioni e, in alcuni casi gratuità, per l’acquisto del biglietto di accesso a musei, istituzioni, eventi culturali, negozi, corsie dedicate, in caso di coda, per i turisti.

Card Cultura, card del Comune di Bologna, realizzata in collaborazione con Bologna Welcome, musei pubblici e privati del territorio e la partecipazione della Città Metropolitana di Bologna, è il principale strumento di accesso all’offerta culturale della città felsinea a servizio di cittadini e turisti. E consente sconti, convenzioni e vantaggi riservati agli abbonati per la fruizione culturale del territorio e della città di Bologna.

Ne hanno parlato, questa mattina, in occasione della conferenza stampa di presentazione, svoltasi nella Sala Scenografia del Teatro Regio, l’Assessore alla Cultura del Comune di Parma, Michele Guerra, l’Assessore al Turismo del Comune di Parma, Cristiano Casa, Ezio Zani, Direttore del Comitato Parma 2020, ed Elena Di Gioia, Delegata alla Cultura del Sindaco di Bologna.

L’Assessore alla Cultura, Michele Guerra, ha dichiarato: “La Parma Card è uno degli strumenti che rimarranno in eredità alla nostra città dopo gli anni di Capitale della Cultura e permetterà di costruire, nel tempo, una rete che colleghi turismo, cultura, mobilità, commercio e altri servizi. I rapporti di partnership con le città vicine saranno fondamentali e partire da Bologna è il miglior auspicio per il successo della Parma Card”.

L’Assessore al Turismo, Cristiano Casa, ha rimarcato: “La card turistica è uno strumento sempre più fondamentale per una città che vuole essere accogliente nei confronti dei suoi ospiti, a maggior ragione se anche in formato digitale. Finalmente nella nostra città siamo riusciti a lanciarla lo scorso anno e la rete degli operatori culturali e commerciali convenzionati in ambito provinciale sta continuando a crescere. La partnership con Bologna è una grande opportunità di crescita e di comunicazione per la Parma Card ed è anche un esempio virtuoso di collaborazione tra città che può diventare un esempio a livello regionale e non solo”.

Elena Di Gioia, Delegata alla Cultura del Sindaco di Bologna, ha dichiarato: “Card Cultura è il servizio del Comune di Bologna realizzato con Bologna Welcome che dal 2016 offre l’ingresso gratuito e ridotto a musei, mostre, teatri, cinema, eventi culturali dell’area metropolitana di Bologna. Con questo accordo i possessori di Parma Card usufruiranno degli stessi vantaggi. In una logica di ecosistema culturale regionale, a Bologna e a Parma promuoveremo iniziative congiunte di comunicazione e progettualità per vivere i territori della regione come un paesaggio culturale allargato e diffuso e per creare una comunità culturale in movimento nelle città".

Ezio Zani, Direttore del Comitato Parma 2020, ha sottolineato: “Grazie all’accordo che presentiamo oggi, Parma e Bologna non sono più collegate solo dalla Via Emilia ma anche da una collaborazione, tra le nostre card, volta alla promozione della cultura e dei territori. Rappresenta per noi solo l’inizio di un percorso in cui la filiera turistica culturale è il punto focale”.

Dal 17 gennaio 2022 il prezzo della Parma Card passa a 12 euro, con un parterre di proposte ricche e variegate per favorire la cultura a 360 gradi e fare rete con il territorio, offrendo nuove opportunità e scenari a residenti e turisti.

A partire da venerdì 21 gennaio 2022, grazie alla collaborazione con Parma Welcome Iat - del Comune di Parma, per i possessori della Parma Card, sarà possibile acquistare la Card Cultura, al prezzo ridotto del 20%, allo IAT di piazza Giuseppe Garibaldi, oppure all’Infopoint di Bologna, i possessori della Card Cultura potranno ricevere i codici per ottenere la riduzione del 20% sul prezzo d’acquisto della Parma Card.

Inoltre, da venerdì 21 gennaio 2022 si propongono ai possessori di entrambe le card il Parma City Tour e Discover Bologna al costo promozionale di 5 euro ciascuno. L’offerta sarà valida fino al 28 febbraio 2022.

Per procedere all’acquisto sarà necessario scaricare l’app Parma 2020+21, disponibile per Android e IOS e inserire il codice sconto. La card si attiva al primo ingresso/utilizzo tramite lettura del codice QR. La Parma Card, valida fino al 31.12.2022, garantisce accesso a prezzo ridotto ai luoghi della cultura, scontistiche dedicate negli esercizi commerciali aderenti al circuito e accesso al car sharing.

Le modalità di acquisto e attivazione di Card Cultura del Comune di Bologna sono invece differenti: è necessario infatti ritirare la card fisica presso gli infopoint e procedere con l’attivazione registrandosi sul sito cardcultura.it. La card ha validità un anno dalla data di attivazione. Card Cultura è lo strumento che ti offre per 12 mesi ingressi gratuiti e riduzioni speciali per musei, mostre, teatri, festival, cinema, concerti e corsi, oltre ad un programma di attività esclusive.