Comunicati Stampa

27.10.21 / CULTURA

In Tavola. Un mosaico quotidiano di storia e saperi

All’Archivio di Stato la mostra dedicata alla storia del cibo e dell’alimentazione del nostro territorio


"In Tavola. Un mosaico quotidiano di storia e saperi", è il titolo della mostra storico-documentaria, inserita nel programma di Parma Capitale italiana della Cultura 2020+21, che sarà inaugurata sabato 30 ottobre nella storica sede dell'Archivio di Stato di Parma in strada D'Azeglio 45 (ex Ospedale Vecchio) e che è stata presentata oggi, alla presenza dell'assessore alla Cultura del Comune di Parma Michele Guerra, del direttore dell'Archivio di Stato Graziano Tonelli e dei curatori della mostra e del catalogo Valentina Bocchi e Luigi Pelizzoni.

La mostra e il ricco catalogo ad essa collegato raccolgono una notevole serie di documenti, dalle molteplici carte ai manoscritti illustrati, alla cartografia ed alle pubblicazioni storiche, che intendono "raccontare" quasi un millennio di pratiche agricole e culinarie del territorio parmense

“Le radici culturali della nostra città sono strettamente legate all’alimentazione, alle pratiche agricole dal Medioevo in avanti. L’Archivio di Stato oggi presenta esattamente questo percorso attraverso la ricerca di documenti che raccontano la storia della città legata alle pratiche della cultura alimentare” ha commentato l’assessore Michele Guerra.

Grande soddisfazione è stata espressa dal Direttore dell'Archivio di Stato Graziano Tonelli: “Apriamo alla città una parte dello scrigno dell’Archivio di Stato. Con i curatori della mostra abbiamo narrato quasi un millennio di pratiche agricole e culinarie del territorio. Sarà un suggestivo percorso espositivo capace di evocare l’origine dello sviluppo di alcune eccellenze della produzione agroalimentare italiana, orgoglio della food vally” 

Il catalogo e la mostra sono stati curati da Valentina Bocchi e Luigi Pelizzoni: “E’ stato un lungo lavoro ricerca e di indagine attraverso i documenti in nostro possesso sulla storia dell’alimentazione. Il materiale esposto è davvero prezioso, unico. La mostra sarà suddivisa in sezioni, che differenziano le varie aree tematiche. Sarà un mosaico tra storia e saperi della società parmense sia borghese che popolare attraverso i secoli, uno spaccato sull’evoluzione delle tecniche di produzione della sua industria alimentare”.

In questa ottica sono parte integrante del patrimonio documentario archivistico presente nell’esposizione, l’evoluzione delle tecniche di coltivazione dal medioevo sino ai nostri giorni, i metodi tradizionali di trasformazione delle materie prime animali e vegetali e la loro evoluzione in termini industriali, le ricette della opulenta corte Farnese così come quelle moderne della cucina di tutti i giorni.

Il suggestivo percorso espositivo narrato nella mostra evoca la straordinaria ricchezza della cultura parmense del cibo, in particolare l’origine e lo sviluppo di alcune eccellenze della produzione agroalimentare italiana che hanno valso a Parma il titolo Unesco di Città Creativa della Gastronomia e che la hanno resa capitale della food valley italiana.

All’inaugurazione della mostra previsto per il 30 ottobre sarà presente il Direttore Generale Archivi del Ministero della Cultura Anna Maria Buzzi.

La mostra sarà aperta al pubblico dal 3 novembre 2021 al 28 gennaio 2022 con ingresso libero, il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 13.30; il martedì e giovedì dalle 9 alle 17.

Numero Unico 0521 40521
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014