Comunicati Stampa

27.11.21 / GIOVANI E CREATIVITÀ

Parco Maria Magnani Munarini

Intitolato il Parco di Via Pellicelli per i 50 anni del Gruppo Scuola


I primi 50 del Gruppo Scuola celebrati nel segno di Maria Magnani Munarini e dell'educare al futuro al CENTRO GIOVANI MONTANARA

In via Pellicelli, il parco adiacente il Centro Giovani del quartiere Montanara, da stamattina si chiama Maria Magnani Munarini. L'intitolazione ufficiale, avvenuta alla presenza delle autorità cittadine, dei famigliari e degli amici è stata condotta dall'Assessore alla Cultura e alle Politiche Giovanili del Comune di Parma Michele Guerra, e ha rappresentato solo la prima iniziativa di una ricca giornata che ha celebrato i 50 anni di attività del Guppo Scuola. Maria Magnani Munarini, sorretta da una profonda fede e, al tempo stesso, persona concreta e determinata, come educatrice era convinta che la scuola dovesse innovarsi e “mettere al centro la persona e la comunità”.  Insieme a colleghi insegnanti e genitori dei suoi alunni, nei primi anni '70, ha dato vita al Gruppo Scuola, un' esperienza collettiva di riflessione, confronto e progettazione sociale.

All'interno del Gruppo Scuola si sono sviluppate iniziative che hanno inciso sul processo di evoluzione sociale di un contesto, ai tempi conflittuale e problematico, come il quartiere Montanara. Gruppo Scuola ha promosso l’attivazione delle scuole popolari per l’alfabetizzazione di adulti e di giovani estromessi dal sistema scolastico, offrendo a queste persone opportunità e strumenti di emancipazione e autodeterminazione, ha supportato i bambini ed i ragazzi del quartiere nello studio pomeridiano e nel tempo libero a Villa Ghidini, primo centro giovani della città e tra le prime esperienze aggregative giovanili in Italia, ha accompagnato la costituzione delle prime cooperative sociali di Parma per l’accoglienza e l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità e diverse altre esperienze comunitarie e innovative per offrire risposte inedite a bisogni nuovi di minori, anziani, persone fragili.Maria Magnani Munarini è stata per oltre 30 anni l’anima dell’esperienza di Gruppo Scuola, senza mai apparire in prima persona e mantenendo sempre lo spirito critico che la connotava.
Gruppo Scuola ha voluto dedicarle una giornata nell'anniversario del primo mezzo secolo di attività e offrire al quartiere, alla città, ai testimoni del suo cammino un momento in cui rinnovare un impegno e valori fondanti che, con convinzione, daranno continuità e nuova linfa alle nuove esperienze negli anni che verranno.

A seguito dell'intitolazione del parco si è tenuta l’inaugurazione del murales “Puzzle” realizzato dall’artista Claudio Carloni “COWarte” sulla parete esterna del salone del Centro Giovani Montanara e l’incontro “Educare al futuro in un presente incerto” in cui Danilo Amadei, Stefano Manici e Michelle Mazzotti hanno condotto un dialogo/confronto tra educatori, amministratori e cittadini, partendo dalle due iniziative editoriali di Gruppo Scuola “Tutti protagonisti – ABC della partecipazione” pubblicato nel 1978 e “Adole-scemi – manuale di r-esistenza per ragazzi/e” pubblicato nel 2021. 

Il pomeriggio è invece caratterizzato da una serie di attività di animazionee per bambini, ragazzi e famiglie con esibizioni di Capoeira a cura dell’associazione CAPTCHA, laboratori artistici a cura del centro Villa Ghidini, spettacolo teatrale “Torototela e la scatola magica” a cura di Patricio Valderrama “Pato” e, in chiusura, un concerto unplugged della band Utepils.“I Corti della Piccola Scuola di Cinema” realizzati nel corso della Scuola estiva di Officina Arti Audiovisive sono stati l'accompagnamento visivo di tutte le iniziative in programma.