NOTIZIE / 30.04.13 / FAMIGLIA E PERSONA

“Crescere in Armonia”, l'incontro “Attività motoria e corretta alimentazione per il benessere dei ragazzi”

Si è svolto al centro congressi l’incontro promosso dall’assessorato alle politiche per l’infanzia e per la scuola, nell’ambito del progetto “Crescere in Armonia”: “Attività motoria e corretta alimentazione per il benessere dei ragazzi”.
crescere in armonia int

Attività motoria e corretta alimentazione per il benessere dei ragazzi” è il titolo dell’incontro che si è svolto, nella serata di lunedì 29 aprile, al centro congressi via Toscana, promosso dall’assessorato alle politiche per l’infanzia e per la scuola del Comune di Parma, nell’ambito del progetto: “Crescere in Armonia - Educare al Benessere”, giunto alla sua settima edizione ed il cui obiettivo è quello di educare studenti, genitori e docenti ad  una corretta alimentazione e all’adozione di adeguati stili di vita con adeguato movimento.

All’incontro ha partecipato il direttore del settore servizi educativi del Comune, Loretta Aimi, che ha portato il saluto dell’Amministrazione. Hanno dato il loro contributo il professore Sergio Bernasconi direttore della Clinica Pediatrica Universitaria  e del Dipartimento dell’Età Evolutiva dell’Università degli Studi di Parma che ha parlato di: “Obesità ed attività fisico – sportiva in età evolutiva”, illustrando le cause e complicanze dell’obesità infantile. Il suo intervento è risultato particolarmente interessante anche in merito ai suggerimenti relativi alle azioni preventive da adottare legate all’allattamento al seno fino ai sei mesi, lo svezzamento con cibi diversi dal latte dopo i sei mesi e la limitazione delle bevande zuccherate. Ed ha fatto riferimento ai bambini che presentano segnali di obesità nella prima infanzia.

Particolare interesse ha suscitato la sua presentazione della piramide delle attività fisica da cui si evince l’importanza del moto fin dalla prima infanzia. Il professor Gianfranco Beltrami, medico dello sport dell’Università di Parma, ha incentrato il proprio intervento sulla: “Attività fisica giovanile: benefici e rischi”. Fare attività fisica è fondamentale soprattutto in ambito scolastico, ma non solo, dal momento che i giovani hanno bisogno di praticare sport anche al di fuori della scuola. “I benefici legati a questo tipo di azione – ha spiegato – hanno ripercussioni positive non solo a livello di benessere fisico, ma anche psichico”. Da evitare pratiche sportive stressanti che sottopongo il bambino anche a possibili pericoli legati allo sviluppo.

Il professor Elio Volta, insegnate di educazione fisica al Liceo Classico Maria Luigia, non ha potuto partecipare e illustrare il suo argomento: “Quale sport e a quale età?” di cui ha parlato, al suo posto, il professor Gianfranco Beltrami che ha fornito una panoramica sulle varie discipline sportive parlando, in relazione ad ogni pratica sportiva, dell’età minima consigliata per praticarla, dei vantaggi e limiti che ogni singola disciplina presenta. “Non esiste uno sport in sé completo – ha concluso – da qui l’importanza della pluridisciplinarietà dell’attività sportiva ”.


L’incontro è stato organizzato in collaborazione con l’Azienda Ospedaliera – Universitaria di Parma, l’Azienda Unità Sanitaria di Parma, il Comitato Tecnico Medico Scientifico, il Movimento per la decrescita felice Italia – Parma, Slow Food Italia – Parma, Università degli Studi di Parma, le ditte di ristorazione Copra e Camst, con il patrocinio di Regione Emilia Romagna ed Ufficio Scolastico Provinciale e il monitoraggio del “Comitato Tecnico Scientifico Expo Scuola 2015 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca”.

Partecipano | Paci Nicoletta Lia Rosa