NOTIZIE / 20.06.13 / FAMIGLIA E PERSONA

Tavolo Parma – Burundi, sostegno alla progettazione Maison Parma.

Positivo riscontro per l’incontro promosso da Parmaalimenta in municipio dal titolo: “Parma – Burundi.Scambio di competenze tra territori”
Parma Burundi int

Un’occasione per discutere delle opportunità per il territorio di Parma nel Paese africano, attraverso progetti e reti promosse dall’Associazione Parmaalimenta.

Silvia Marchelli, Presidente Parmaalimenta, ha coordinato la tavola rotonda che ha visto la partecipazione di diversi soggetti finalizzato a sostenere la progettazione di Maison Parma, centro agroalimentare nella zona nord di Bujumbura, Burundi.

 Nicoletta Paci, vice sindaco del Comune di Parma, ha fatto gli onori di casa. “Si tratta di un momento importante – ha detto – in termini di cooperazione e scambi di competenze”.

Per Pier Luigi Ferrari, vice presidente Provincia di Parma ,e Paolo Bianchi sindaco del Comune di Collecchio è importante condividerlo e partecipare. Mirella Orlandi della regione Emilia Romagna ha illustrato gli impegni che la Regione si è assunta per dare seguito al progetto Maison Parma.

Erano presenti anche Loretta Losi direttore Lega Coop, Liliano Lamberti del Consorzio di Solidarietà Sociale e Carlo Calzetti dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma Erano e rappresentanti di Cna Parma, Git Banca Etica Parma, Giuffredi&Guareschi Studio di Architettura, Ilsi srl e Studio Quarantelli, Uisp Parma e Centre Jeunes Kamenge e Associazione Mwassi.

In collegamento Skype dal Burundi il ministro dell’Agricoltura del Burundi, Odette Kayitesi, ha invitato i partecipanti in Burundi. L’obiettivo è quello di organizzare una missione in Burundi con una delegazione del territorio di Parma per conoscere le necessità della controparte burundese e per presentare Parma al territorio del Burundi e alle rappresentanze internazionali, alle ambasciate e agli organismi internazionali lì presenti, anche in vista della partecipazione del territorio del Burundi a Cibus TEC 2014 e la presentazione del progetto di cooperazione territoriale Parma – Burundi all’EXPO 2015 “Nutrire il Pianeta. Energia per la vita”.

Il Paese africano presenta analogie con il territorio di Parma legate all’agroalimentare. Gli obiettivi di Parmaalimenta sono plurimi: agire sulla crescita dell’agricoltura, sulla formazione dei giovani ed anche nello sviluppo della cultura, attraverso la lotta alla povertà e la promozione dell’equità sociale. Il Centro Maison Parma supporta gli agricoltori in tutte le fasi della filiera. Parmaalimenta mette a disposizione dello sviluppo dei territori di Parma e del Burundi le opportunità che è riuscita a creare grazie agli interventi concreti e tangibili che ha realizzato nel corso degli anni presentandosi come un facilitatore tra le due realtà.   

 

Partecipano | Paci Nicoletta Lia Rosa