NOTIZIE / 10.03.14 / AMBIENTE

Raccolta differenziata porta a porta, incontro con i rappresentanti degli studenti universitari

Verrà creato un tavolo interistituzionale Università, Comune e Iren per valutare i costi di distribuzione di gas e luce.
Folli Unipr

Raccogliere i suggerimenti dei rappresentanti degli studenti universitari per migliorare la raccolta differenziata porta a porta.

Si è svolto oggi nell’aula magna della sede dell’Università degli studi di Parma l’incontro a cui hanno partecipato il rettore dell’ateneo Loris Borghi, il pro rettore per l’area edilizia Carlo Quintelli, il dirigente dell’area edilizia Lucio Mercadanti, l’assessore all’ambiente del Comune Gabriele Folli, Alessandro Angella responsabile del settore ambiente del Comune, Luigi Zoni responsabile del servizio ambiente Parma Iren e Selina Xerra dell’ufficio stampa Iren. Accanto a loro erano presenti anche i rappresentanti degli studenti nei diversi organi dell’ateneo. A un anno e mezzo dall’attivazione della raccolta differenziata porta a porta la percentuale di raccolta differenziata è aumentata dal 47 % al 60%. Le nuove modalità di raccolta hanno interessato progressivamente tutti i quartieri della città, da ultimo il Quartiere San Leonardo.

“Si tratta di una rivoluzione importante – ha spiegato l’assessore all’ambiente Gabriele Folli – che richiede la collaborazione di tutti, in particolare degli studenti fuori sede che vivono a Parma”. Migliorare la qualità della raccolta, infatti, permette di avere delle riduzioni nella bolletta legate ai minori costi di smaltimento. “Inoltre – ha proseguito l’assessore – dal 2015 verrà attivata la tariffazione puntuale che si basa sul numero di svuotamenti del bidone grigio dell’indifferenziata dotato di un microchip personalizzato e che permetterà ulteriori risparmi a fronte di una maggiore attenzione posta nella raccolta”.

Tante le novità, quindi, a cui il mondo universitario è stato chiamato a dare un proprio contributo. Lo stesso rettore, Loris Borghi, ha anticipato che : "E' intenzione dell’Ateneo sottoscrivere una convenzione quadro, tra i vari soggetti coinvolti, per lo sviluppo di iniziative congiunte in ambito energetico e sul tema rifiuti, che siano utili agli studenti ed ai cittadini di Parma " .

L’assessore Folli ha ricordato le tappe salienti legate al passaggio dalla raccolta indifferenziata a quella differenziata ed ha illustrato la suddivisione dei materiali: plastica e barattolame nel sacco giallo, la raccolta separata del vetro nelle apposite campane e contenitori stradali, quella della carta, la raccolta dell’organico nell’apposito bidoncino marrone areato e quella del rifiuto residuo. Ha menzionato i centri di raccolta presenti sul territorio per i rifiuti ingombranti ed ha ricordato il servizio di ritiro a domicilio gratuito chiamando il numero verde 800212607; ha fornito anche i  rifermenti: www.irenemilia.it; ambiente.pr@gruppoiren.it.

Numerose sono state le domande degli studenti universitari che hanno accolto con favore la possibilità di fornire il loro contributo attraverso la diffusione on line delle notizie legate ad una corretta raccolta differenziata. E’ stata prospettata  l’opportunità di avvalersi del sito dell’Università, della newsletter dell’Università, ma anche attraverso la pagina Facebook dell’Ateneo. Il rettore Loris Borghi si è impegnato, poi, ad attivare una tavolo di confronto con Comune e gruppo Iren per affrontare il tema dei costi di distribuzione maggiorati di luce e gas per chi non è residente, con particolare riferimento agli studenti fuori sede. Il rettorato, in questo caso, avrà un ruolo di coordinamento.

 

Partecipano | Folli Gabriele

Per poter commentare devi essere residente nel Comune di Parma e registrato sul portale!
Effettua il Login oppure Registrati
Numero Unico 0521 40521
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014