NOTIZIE / 24.03.14 / MOBILITÀ E TRASPORTI

La mobilità elettrica arriva a Parma: cinque nuove colonnine per la ricarica pubblica

Sono quattro le colonnine per la ricarica delle auto elettriche installate a Parma e inaugurate questa mattina. Vai al video del Sindaco e Peri
colonnine elettriche

Parma è una città sempre più “smart” come hanno confermato i partecipanti all’inaugurazione dlela nuova colonnina di ricarica in piazzale Rondani.

Erano presenti il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, l’assessore alla Mobilità e all’Ambiente del Comune di Parma Gabriele Folli, l’assessore regionale alla Mobilità e ai Trasporti Alfredo Peri, Gianluca Riu per il Gruppo Iren ed Eugenio Di Marino di Enel Distribuzione.

Sindaco e assessore Peri sono arrivati da piazza Garibaldi con una Renault Zoe. Il primo cittadino ha utilizzato l’apposita card ed ha connesso il cavo dell’auto per la ricarica.

“E’ questa – ha spiegato l’assessore alla mobilità Gabriele Folli – la prima colonnina operativa a Parma e fa parte un primo gruppo di quattro stazioni di ricarica collocate in altrettante zone strategiche della città. A queste se ne aggiunge una quinta in corso di realizzazione in corrispondenza della sede Efsa. Ne sono previste, in futuro, altre cinque. E’ questo il primo passo verso la creazione di una rete di infrastrutture per le auto elettriche che rappresentano una valida alternativa in vista della riduzione dell’inquinamento atmosferico”.

L’assessore regionale alla mobilità, Alfredo Peri, ha ringraziato Enel, Iren e Hera per aver partecipato al progetto regionale volto a promuovere la mobilità elettrica.
“Si tratta della prima esperienza di questo tipo a livello europeo – ha proseguito Peri – con la sua attivazione a Parma si chiude un percorso che ha interessato il nostro territorio e che può avvenire grazie ad un sistema di ricarica che si fonda sulla interoperabilità per cui è possibile effettuare la ricarica indipendentemente dal gestore che opera a livello territoriale. La Regione – ha concluso – ha stanziato 2 milioni di euro, circa 200 mila per ogni città coinvolta, per promuovere la mobilità elettrica”.

Per il sindaco Federico Pizzarotti, “la rete di ricarica per le auto elettriche si inserisce in un progetto strategico per l’Amministrazione. Ho iniziato ad utilizzare un’auto elettrica in prima persona, si è trattato di un punto di partenza che oggi si arricchisce della nuova rete che intendiamo potenziare. Stiamo pensando ad una flotta di auto elettriche per il Comune. L’invito è quello di fare uso delle auto elettriche che godono di agevolazioni particolari come l’accesso alle corsie preferenziali e la sosta gratuita in righe blu. Stiamo valutando a livello di strumenti di programmazione altre misure per incentivare la mobilità elettrica”.

Gianluca Riu, in rappresentanza del Gruppo Iren, ha sottolineato come “al di là dell’iniziativa legata all’inaugurazione del nuovo sistema di ricarica, Iren si poga come interlocutore strategico per l’Amministrazione Comunale per sviluppare progetti in un’ottica di valorizzare Parma come “smart city” e che coinvolgono l’illuminazione pubblica, la raccolta dei rifiuti ed il teleriscaldamento”

L’ingegner Eugenio Di Marino di Enel Distribuzione ha posto l’accento sull’interoperabilità del sistema di ricarica. “L’interoperabilità tecnologica tra gli undici Comuni del progetto Emilia Romagna è resa possibile dall’adozione, da parte dei Distributori, di medesimi sistemi di hardware e software sviluppati da Enel. Siamo Convinti che una rete di ricarica capillare e “intelligente” sia un tassello fondamentale per la diffusione dei veicoli elettrici e la nostra Azienda sta offrendo un contributo molto significativo per la realizzazione di una vasta rete nazionale”.

A Parma le colonnine di ricarica sono state posizionate in zone strategiche per la mobilità urbana:
• in via Monte Altissimo vicino alla stazione ferroviaria;
• nel parcheggio “Du Brasè”, a lato del Municipio;
• all’ingresso di viale delle Rimembranze – zona parco Cittadella;
• in piazzale Rondani – zona Oltretorrente.
Il progetto si inserisce nell’ambito delle azioni adottate dal Comune per migliorare l’ambiente e per la tutela della salute in vista del contenimento delle emissioni atmosferiche dovute al traffico veicolare. Il Comune ha sottoscritto il X° Accordo Regionale per la qualità dell’aria a cui sono legati finanziamenti volti a incentivare il trasporto pubblico locale ed il miglioramento delle infrastrutture per i trasporti sostenibili, in primo luogo la ciclabilità. Ma non solo, a questo si aggiunge il potenziamento del Bike Sharing, la realizzazione di corsie riservate per gli autobus, la promozione del Car Pooling, l’incentivazione per la sostituzione di mezzi privati inquinanti con mezzi a carburanti a basso impatto ambientale (Progetto Icbi – Iniziative carburanti a basso impatto ambientale, sostenuto dal Ministero dell’Ambiente), la messa in atto di politiche di Mobility Management e, da ultimo, l’attivazione della App per la mobilità.
Le colonnine di ricarica per auto elettriche vengono installate a seguito di un accordo e di un progetto specifico di Regione ER con tutti i distributori. L’installazione delle 4 infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici realizzate con tecnologia Enel, rappresenta il primo stralcio di un progetto più ampio che prevede l’attivazione nei prossimi mesi di un totale di 10 colonnine nell’area urbana.

Le installazioni oggi inaugurate a Parma hanno un’importanza non solo cittadina: oggi, infatti, si celebra anche la chiusura del progetto regionale che ha portato la mobilità elettrica italiana in Europa. Grazie alle colonnine inaugurate oggi, la mobilità “a zero emissioni” è ora realtà in tutte le principali città dell’Emilia Romagna (Bologna, Reggio Emilia, Rimini, Piacenza, Ferrara, Ravenna, Forlì, Cesena, Modena e Imola) e coinvolge tutti i distributori di energia elettrica presenti nella regione (Enel, Hera, AEMD-Iren). Si tratta della prima esperienza in Europa di rete regionale interoperabile.

Da oggi chi possiede un veicolo elettrico potrà ricaricare indifferentemente sulle oltre 100 colonnine  a tecnologia Enel esistenti in Emilia Romagna ed installate sulle reti dei tre Distributori, utilizzando la stessa card e lo stesso contratto di energia (stipulato con un Energy Vendor di sua scelta).L’interoperabilità costituisce un fondamentale passo verso  la diffusione della mobilità elettrica in Italia, in quanto non vincola il cliente alle infrastrutture di ricarica della sua città o del suo distributore, ma gli consente una libertà di movimento senza costi aggiuntivi o difficoltà pratiche e burocratiche. Parma è l’ultima importante tappa di un  progetto di mobilità elettrica integrato, flessibile, aperto che ambisce a ‘mettere in rete’ il territorio regionale, prolungando filiere già esistenti della mobilità sostenibile (TPL, treno, metropolitana) e creando nuovi itinerari ‘a zero emissioni’ per cittadini, pendolari, turisti. Entro l’inizio dell’estate, infine, i cittadini di Parma e di tutta la Regione che avranno stipulato un contratto di energia per ricaricare veicoli elettrici potranno utilizzare la propria Mi Muovo Card, già attiva per gli altri servizi di mobilità regionali.


Per poter commentare devi essere residente nel Comune di Parma e registrato sul portale!
Effettua il Login oppure Registrati
Numero Unico 0521 40521
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014