NOTIZIE / 22.01.15 / MOBILITÀ E TRASPORTI

Mantenere le risorse regionali

L’assessore Folli interviene sul tema dei contributi regionali al trasporto pubblico locale.

folli corsie preferenziali

Circolano sempre più insistenti ed incontrollate voci circa quelli che saranno i tagli apportati sul bilancio regionale dalla nuova giunta Bonaccini, in seguito a minori trasferimenti da parte del governo centrale, con le ipotesi più accreditate che indicano come il 5% il numero più attendibile di minori risorse sul bilancio totale.

Incontreremo presto l’assessore con delega ai Trasporti Pubblici Raffaele Donini e, vista la rilevanza che ha sul trasporto pubblico locale la contribuzione della Regione, chiederemo uno sforzo per difendere il livello attuale di qualità dei servizi che già in passato hanno subito pesanti tagli con gravi ripercussioni sul numero degli utenti trasportati.

In una situazione che vede nella città di Parma già 16 sforamenti di PM10 nei primi 20 giorni dell’anno e gli altri comuni in regione con situazioni molto simili, non ci possiamo permettere di togliere risorse al trasporto pubblico con ripercussioni certe che andrebbero a spostare persone sul traffico veicolare privato e quindi ad appesantire ulteriormente la qualità dell’aria respirata dai cittadini emiliano-romagnoli.

Sappiamo purtroppo che ogni aumento di 10 µg/m3 di PM10 provoca effetti a breve e lungo termine sulla salute quali aumento ricoveri ospedalieri per malattie respiratorie (+0,8%), bronchiti (+29%), mortalità complessiva (+10%), diminuzione della funzionalità polmonare nei bambini rispetto alla media (-1,2%).

Se le ipotesi di tagli al bilancio generale venissero confermate e l’applicazione del 5% avvenisse in maniera orizzontale toccando anche il trasporto pubblico gli effetti sulla rete del Comune di Parma vedrebbero minori risorse per oltre 800.000 Euro che corrispondono al taglio di circa 420.000 km anno.

Calati sulla realtà della rete pubblica cittadina sarebbe come se dovessimo tagliare completamente la linea 5 obbligando i circa 7000 utenti che ogni giorno utilizzano questo mezzo elettrico sostenibile a passare all’auto privata.

Un ipotesi sciagurata ed ovviamente non percorribile ma che dà un’idea significativa di quali sarebbero gli effetti tangibili di simili tagli.

Mantenere le risorse al trasporto pubblico significa dunque investire anche e soprattutto sulla salute dei cittadini. Auspico quindi che tutti in maniera trasversale e per le proprie competenze (assessori, consiglieri regionali, associazioni) sostengano la necessità di mantenere come prioritario il livello attuale del servizio.

 

Gabriele Folli

Assessore Ambiente, Verde Pubblico, Mobilità e Trasporti

Partecipano | Folli Gabriele

Per poter commentare devi essere residente nel Comune di Parma e registrato sul portale!
Effettua il Login oppure Registrati
Numero Unico 0521 40521
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014