NOTIZIE / 18.05.15 / CULTURA

Giocando alla scoperta della citta’

Prima gara di orienteering culturale per le scuole superiori di primo grado.

camminareparma

Il 20 maggio la città sarà invasa da una moltitudine di piccoli esploratori: gli studenti di alcune scuole di Parma e provincia che si misureranno nella Prima Gara di Orienteering Culturale organizzata a Parma dalla Fondazione Sport Parma in collaborazione con UISP e Comune di Parma e che si inserisce nel progetto PassiOn Camminare a Parma.

Ogni scuola invitata a partecipare, potrà iscrivere alla gara una classe a sua scelta, gli alunni della classe verranno suddivisi in squadre da 6 studenti che, accompagnate da uno studente del Liceo Bertolucci e dotati di una cartina per orientarsi nel centro città, dovranno percorrere a piedi un giro tra i principali monumenti della città nel minor tempo possibile, rispondendo, ad ogni tappa, in maniera corretta ad una domanda sulla storia e l’arte della nostra città.

I tempi di ogni squadra verranno cronometrati e vinceranno tre squadre: la più veloce a compiere il percorso, la più preparata, che farà meno errori nella risposta alle domande storico/culturali e la più veloce tra i più giovani. Gli studenti verranno premiati dall’assessore allo sport Giovanni Marani con una medaglia, mentre le scuole, a cui appartengono le squadre vincenti, verranno premiate con un buono acquisto del valore di 200€ per attrezzature sportive. I premi sono messi a disposizione da parte di Fondazione Sport Parma, così come le magliette che verranno regalate a tutti i partecipanti.

La merenda a base di frutta fresca è gentilmente offerta dall’azienda Cagna e Benelli.

E’ previsto un percorso TRAI-O per studenti diversamente abili.

Soggetti coinvolti nell’organizzazione:

  • Fondazione Sport Parma che ha ideato l’evento nell’ambito della progettazione di PassiOn Camminare a Parma

  • UISP per il coordinamento tecnico

  • Comune di Parma

  • Corrado Arduini K2 Sport per l’organizzazione percorsi e il monitoraggio della gara. 

Un ringraziamento va fatto all’Ufficio Provinciale Scolastico che ha contribuito a diffondere l’iniziativa tra le scuole interessate.