NOTIZIE / 26.10.15 / AMBIENTE

Rapporto Anci-Conai: Parma virtuosa

Superato con 6 anni di anticipo l’obiettivo Ue del 50% di riciclo dei rifiuti.

Parma w

Bernocchi (Anci): “Il Comune avvia a riciclo il 64,1% dei rifiuti urbani e rappresenta un esempio concreto di “Circular City”.

Un Comune virtuoso che nel 2014 ha superato, con ben 6 anni di anticipo, l’obiettivo UE fissato per il 2020 del 50% di avvio a riciclo dei rifiuti urbani. E’ con questa motivazione che la città di Parma è stata premiata a Roma nel corso della presentazione del V Rapporto Banca Dati Anci-Conai su raccolta differenziata e riciclo dei rifiuti. Fra i 3.141 comuni - il 40% in più rispetto al 2013 - che hanno raggiunto l’obiettivo “2020” della direttiva europea del 1998, quello di Parma si è classificato al primo posto fra le new entry nella classe demografica superiore ai 100.000 abitanti, con il 64,15% di rifiuti avviati a riciclo.

“Tutti indicatori - ha spiegato il delegato Anci ad Energia e Rifiuti, Filippo Bernocchi - che mettono in luce come l'Italia sia un sistema virtuoso che non solo non ha niente da invidiare agli altri paesi ritenuti a torto migliori, ma che oggi costituisce, all'interno dello stesso contesto europeo, un modello da imitare. E questo è vero anche in una situazione di crisi strutturale delle regioni del Sud, dove però iniziano a vedersi dei segnali di miglioramento. E’ quindi un’Italia pronta a cogliere la sfida del passaggio da un’economia lineare a un’economia circolare, un Paese nel quale molti Comuni hanno già sviluppato un’industria del riciclo efficiente che ha trasformato i rifiuti in una reale opportunità di sviluppo per i territori”.

Il Comune di Parma è stato premiato, insieme ad altri 8, con un Ovetto, un cestino per la raccolta differenziata prodotto dalla Soldi Design.

"Grande merito di questo riconoscimento – commenta Gabriele Folli, assessore all'ambiente del Comune di Parma - va ai cittadini di Parma che stanno dimostrando con i risultati che il sistema porta a porta può funzionare anche in contesti urbani complessi e non solo in piccoli centri. Con le recenti introduzioni dei nuovi servizi Eco-Station ed Eco-Wagon andiamo a migliorare il servizio per tutte quelle situazioni che richiedono conferimenti al di fuori del calendario a favore di una maggiore flessibilità del sistema".

Partecipano | Folli Gabriele