NOTIZIE / 10.06.16 / ISTITUZIONE

I rappresentanti di EUniverCities in Municipio

Sono stati ricevuti dal sindaco Pizzarotti, dal presidente del Consiglio Comunale Vagnozzi, dall'assessore Ferretti e dal direttore generale Giorgi.

2016 06 10 Pizzarotti Ferretti EUniverCities-6 w

Saluto del sindaco, Federico Pizzarotti, dell'assessore al bilancio Marco Ferretti, del presidente del consiglio comunale Marco Vagnozzi e del direttore generale del Comune, Marco Giorgi, in occasione della giornata conclusiva dei lavori dei rappresentanti della rete europea EUniverCities, nella sala del consiglio comunale, con loro anche Patrick Van Geel segretariato rete europea EUniverCities.

All'incontro erano presenti le delegazioni di Aalborg (Danimarca), Aveiro (Portogallo), Delft (Olanda), Ghent (Belgio), Losanna (Svizzera), Linköping e Norrköping (Svezia), Lublino (Polonia), Magdeburg (Germania), Tampere (Finlandia), Trondheim (Norvegia) e Varna (Bulgaria).

“Parma – ha spiegato il sindaco Federico Pizzarotti – è una città conosciuta in tutto il mondo per i suoi prodotti, per il Parmigiano Reggiano ed il prosciutto di Parma. Il mio auspicio - ha detto rivolto ai rappresentati della rete europea EUniverCities, parlando in inglese – è che possiate apprezzare la cultura della nostra città partendo dal cibo, attraverso le bellezze artistiche e la sua storia.

Il nostro obiettivo è quello di fare di Parma una città attrattiva, inclusiva e più equilibrata. Il progetto di City Brand riveste, per noi, un'importanza strategica. Abbiamo condiviso cono l'Università degli Studi di Parma un percorso volto anche a migliorare gli scambi internazionali”.

Il primo cittadino ha parlato della sua recente esperienza in Cina, a Pechino, ed ha fatto presente che esistono problematiche che coinvolgono tanto città di medie dimensioni come Parma e città come Pechino con i suoi 21 milioni di abitanti. Ha fatto rifermento al tema della sostenibilità ambientale, dell'inquinamento e delle sfide future legate ai trasporti, alle connessioni digitali, alla fibra ottica ed al miglioramento delle comunicazioni in senso generale. Ha ricordato l'importante riconoscimento ottenuto da Parma come Città Creativa della Gastronomia Unesco ed ha invitato i partecipanti a lavorare insieme in modo da fornire spunti utili per migliorare la città in un contesto europeo.

“Obiettivo comune – ha concluso – è quello di migliorare la qualità della vita dei nostri concittadini”.

L'assessore al bilancio, Marco Ferretti, ha ringraziato tutti coloro che, a vario titolo, hanno reso possibile il progetto ed ha augurato alle delegazioni presenti di poter godere delle bellezze di Parma e delle sue eccellenze. “La rete europea EUniverCities – ha concluso – rappresenta un'opportunità per il futuro di tutti i soggetti coinvolti”.

Soddisfazione è stata espressa da Patrick Van Geel, del segretariato della rete europea EUniverCities. “Si pongono le basi di una collaborazione proficua per la rete europea EUniverCities in un rapporto di dialogo costruttivo”.

Nella mattinata le delegazioni presenti si sono concentrati sulle strategie di sviluppo legate alla rete europea EUniverCities.

Parma ha ospitato da martedì 7 a venerdì 10, il meeting europeo della rete EuniverCities, che è nata nel 2012 e comprende città di medie dimensioni che, insieme alle loro università, lavorano per migliorare la cooperazione, diffondere conoscenze, esperienze e competenze.

Oggetto del meeting sono stati il city branding e la rigenerazione urbana, con approfondimenti relativi all'Ospedale Vecchio, al complesso di San Paolo e al Teatro Regio.

Lo scopo del meeting, che vede coinvolta in prima linea l'Università degli Studi di Parma, è stato quello di analizzare gli strumenti utili per supportare la crescita e accelerare la ripresa dell'economia, con particolare riferimento alle azioni volte a migliorare l'immagine di Parma, al pari delle altre città coinvolte, come città sostenibile e inclusiva, dove tradizione e innovazione scientifica coesistono: una città attrattiva dove vivere e studiare.

Durante la loro permanenza a Parma le delegazioni hanno avuto modo di incontrare i rappresentanti politici e tecnici della Amministrazione Comunale, docenti e ricercatori dell'Università di Parma ed esperti delle tematiche affrontate. Diversi sono stati i momenti di approfondimento e confronto con uno spazio di presentazione generale della città di Parma, un focus sul riconoscimento Unesco di “Città creativa della Gastronomia”, sul Festival Verdi e Teatro Regio, e le visite a complesso di San Paolo, Teatro Farnese, Ospedale Vecchio, Torri dei Paolotti e Castello di Torrechiara, oltre che allo CSAC nell'Abbazia di Valserena.