NOTIZIE / 20.09.16 / MOBILITÀ E TRASPORTI

Da casa al lavoro, meglio senz'auto

Un convegno dei mobility manager per ottimizzare lo spostamento casa-lavoro dei dipendenti. Folli: "Tante iniziative già operative e domani la Giunta approverà il Piano della Mobilità Sostenibile".

2016 09 20 Folli Barilla Mobility Manager-1 w

Un video animato della Comunità Europea sulla mobilità intelligente ha aperto il convegno dei mobility manager ospitato presso la sede della Barilla e organizzato dal Comune di Parma, in occasione della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile.

All'incontro sono intervenuti gli amministratori e i mobility manager delle 10 aziende di Parma, pubbliche e private, tutte con oltre 300 dipendenti, che partecipano al progetto coordinato da Angela Chiari del Comune

Luca Pieroni e Davide Stocchi (Barilla), Carlo Bertolini (Chiesi), Chiara Iacci (Università di Parma), Cristian Marcello (Ocme), Gianfranco Bertè (Ausl), Rita Romitelli (Azienda ospedaliera) e Giovanna Passeri (Gesin - Proges) hanno portato gli esempi delle aziende virtuose in materia di mobilità, mentre Nicola Ferioli, Giovanni Bacotelli e Pierdomenico Belli hanno  illustrato le buone pratiche di Comune, Infomobility e SMTP, la società di mobilità e trasporto pubblico, che, insieme al Comune, ha finanziato l'attività di mobility mangement delle aziende.

"In questa attività virtuosa - ha ricordato l'assessore Gabriele Folli in apertura del convegno - sono potenzialmente coinvolti a Parma circa 10.000 lavoratori dipendenti, che nel percorso casa lavoro e per gli spostamenti di lavoro possono cogliere opportunità offerte dal progetto per spostarsi con mezzi alternativi all'auto privata, più eco-sostenibili, come mezzi pubblici, biciclette, auto alimentate a metano, car sharing, con benefici importanti sula riduzione del traffico.  

Il bando che abbiamo emesso nel 2015, finanziato in gran parte da SMTP e in parte dal Comune, sta già dando i suoi frutti, grazie ad iniziative diverse, variegate e creative messe in atto dalla vostre aziende, come dimostrano le agevolazioni per chi usa il bus, le bici elettriche acquistate dall'Azienda AUSL, l'acquisto delle auto a metano, il car sharing  con la postazione davanti alla OCME.

Su questo terreno - ha concluso Folli - il Comune di Parma è impegnato direttamente anche in organismi internazionali come Civitas, e domani (mercoledì 21 settembre) la Giunta approverà il PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile) con l'obiettivo di arrivare all'approvazione del Consiglio Comunale prima della fine dell'anno.

Nel frattempo, però, abbiamo già anticipato alcune azioni in  quella direzione, quali l'istituzione delle corsie di protezione del bus sul Lungoparma, una direttrice su cui viaggiano 11 line che trasportano 30.000 passeggeri al giorno, e la chiusura al traffico di fronte al Convitto Maria Luigia nell'orario di ingresso degli studenti".

Nell'occasione Antonio Rizzi, presidente di Tep, ha conferito il premio “Azienda virtuosa 2016” nell’ambito del progetto Mobility Management a Ocme, Ausl e gruppo Digilan-Pro.ges.-Gesin. Premio speciale a Barilla per il contributo nella diffusione di buone pratiche tra le aziende impegnate nel Mobility management.

Prima delle relazioni sulla mobilità, Paolo Federici, responsabile  del comprensorio Barilla di Pedrignano ha portato i dati dello stabilimento: 530 dipendenti, 300.000 tonnellate di pasta all'anno e un treno per il trasporto del grano,che comporta il "risparmio" di 3.500 camion in transito.

Partecipano | Folli Gabriele

Per poter commentare devi essere residente nel Comune di Parma e registrato sul portale!
Effettua il Login oppure Registrati

ordina per

|
Ottima idea, ma deve coinvolgere anche gli istituti di assicurazione obbligatoria (INAIL ecc.), che potrebbero non riconoscere un infortunio in itinere perchè considererebbero il mezzo appartenente alle categorie di mobilità sostenibile, come mezzo privato e quindi non previsto per gli spostamenti casa lavoro e viceversa ove esistano le condizioni per utilizzare i mezzi pubblici, solo allora il progetto che ritengo fondamentale ed utilissimo anche ad educare la futura generazione al risparmio energetico alla riduzione dell'inquinamento e ad una vita più sana, potrà avere una ragione a 360 gradi per convivere con i diritti di tutti i cittadini di Parma e del parmense.
Cordiali saluti,
Walter Deiana.
|
Credo non si debba dimenticare nel dare enfasi all' uso della bicicletta una maggiore sicurezza di molte piste ciclabili: negli attraversamenti, nel centro storico.
Troppa distrazione in chi è alla guida. Investire in educazione stradale e più sorveglianza con multe salate per chi non rispetta il codice.
Numero Unico 0521 40521
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014