NOTIZIE / 02.12.16 / LAVORI PUBBLICI

Zucchero Filato e Zanguidi più belle e sicure

Conclusi i lavori al nido Zucchero Filato ed alla materna Zanguidi 635 mila euro di investimenti, di cui 150 mila da Fondazione Cariparma.

sindaco paci alinovi Fine lavori  nido Zucchero Filato e materna Zanguidi

Nido Zucchero Filato e materna Zanguidi più belle e più sicure grazie ad un investimento di 635 mila euro del Comune, grazie anche ad un finanziamento di Fondazione Cariparma pari a 150 mila euro. Infatti, a seguito della partecipazione al Bando Infrastrutture scolastiche, la Fondazione Cariparma ha assegnato la somma di 150 mila euro quale contributo per la riqualificazione architettonica e l’efficientamento energetico dell’edificio. Nelle due scuole, infatti, si sono conclusi i lavori relativi alla riqualificazione architettonica e l'efficientamento energetico.

“Abbiamo voluto un momento di restituzione alla città dopo i lavori effettuati per queste due scuole – ha detto il sindaco Federico Pizzarotti – soprattutto per ringraziare tutti coloro che hanno lavorato alacremente per ottenere questo ottimo risultato: le strutture ora hanno molte funzionalità e comfort in più e ne siamo molto soddisfatti”.

“Come Fondazione – ha detto Paolo Andrei, presidente di Fondazione Cariparma – abbiamo creduto e investito nel progetto complessivo riguardante le scuole, riguardante la loro messa in sicurezza, ma anche l'innovazione didattica, nella consapevolezza di quanto sia importante il sistema scolastico del nostro territorio”.

“Siamo orgogliosi di poter restituire – ha sottolineato la vicesindaco, con delega alla Scuola e ai Servizi educativi, Nicoletta Paci – queste strutture migliorate e arricchite ai bambini, agli insegnanti e anche alle famiglie, che ci hanno supportato con pazienza nel periodo di svolgimento dei lavori”.

Anche Nadia Malcisi, dirigente scolastico dell'Istituto comprensivo statale Salvo D'Acquisto, ha espresso soddisfazione per i risultati ottenuti, infine l'assessore ai Lavori pubblici, Energia ed Urbanistica Michele Alinovi ha concluso spiegando che “i lavori effettuati che presentiamo oggi si inseriscono in una programmazione pluriennale che ha visto importanti interventi sull'edilizia scolastica, partendo dal miglioramento sismico e la messa in sicurezza, passando per l'efficientamento energetico e la riqualificazione architettonica, senza dimenticare l'arricchimento delle aree verdi e il miglioramento dell'estetica complessiva”.

L'intervento è stato realizzato dalla società Parma Infrastrutture che ha in carico il patrimonio del Comune. L’edificio, negli ultimi anni, è stato oggetto di diversi interventi tra cui la manutenzione straordinaria del tetto, l’adeguamento alla normativa antincendio e, da ultimo, il miglioramento sismico, con la realizzazione di una esostruttura metallica a vista, che, pur migliorando le caratteristiche di resistenza al sisma del fabbricato, doveva essere coperta con una nuova facciata.

È stato, quindi, programmato un intervento di efficientamento energetico e di riqualificazione architettonica dei prospetti del fabbricato tramite la sostituzione dei serramenti e la realizzazione di una nuova facciata; il progetto prevede infatti un restyling completo, da un punto di vista architettonico, della facciata stessa, aggiungendo interventi di manutenzione straordinaria anche dell’area verde circostante.

Il progetto ha comportato il rivestimento delle facciate mediante l’installazione di pannelli metallici autoportanti di spessore di 50 mm (nella sezione minore), in accoppiamento a pannelli isolanti di spessore 60 mm. I pannelli sono stati fissati direttamente alla struttura metallica esistente, senza necessità di una ulteriore sottostruttura; si tratta di pannelli coibentati che permettono di raggiungere ottimi livelli di isolamento termico, conferendo, al contempo, un piacevole aspetto al fabbricato.

Sono stati sostituiti i vecchi serramenti, con nuovi serramenti in lega d’alluminio a taglio termico.

Un occhio di riguardo ha rivestito la sistemazione dell’area verde esterna, attorno al fabbricato che è stata restituita ai bambini. Non solo, quindi, un edificio rinnovato come fabbricato ma anche reso più bello grazie alla riqualificazione delle aree all'aperto. Nel giardino è stato rifatto il percorso pedonale di accesso al fabbricato, con stradelli aggiuntivi per il raggiungimento delle singole sezioni, opportunamente illuminato.

Sono state realizzate due aree pavimentate sul retro del fabbricato, una dedicata alla scuola materna e una al nido d’infanzia, che possono essere utilizzate come vere e proprie aule all’aperto; per agevolare la fruizione la pavimentazione è stata realizzata in cemento colorato. E' stata prevista una grande area dedicata ai giochi, posta sul fronte del fabbricato, caratterizzata dalla presenza di pavimentazione del tipo anti trauma. Sul fronte del fabbricato, in modo da rendere immediatamente usufruibile una porzione del giardino, sono stati stesi di rotoli di erba e realizzato il relativo impianto di irrigazione, con sistemazione della restante porzione di prato con adeguato sistema irriguo. Anche la cancellata è stata riverniciata.