NOTIZIE / 29.09.17 / BENESSERE E STILI DI VITA

Obesity week

Al via la decima edizione dal 1 all’8 ottobre 2017.

29_09_2017 Righiobesityweek

E' stata presentata in conferenza stampa la X edizione dell' Obesity Week, che si terrà dall’1 all’8 ottobre 2017 a Parma una settimana dedicata all’alimentazione, alla salute ed alla cultura del cibo.

Sette giorni volti a sensibilizzare sul problema del sovrappeso, che colpisce soprattutto i bambini.

L’ideatore di Obesity Week è il Prof. Leone Arsenio medico, scrittore, presidente ADI Regione Emilia Romagna e direttore scientifico di Progress in Nutrition: "Apriamo una nuova edizione che non vedrà solo convegni legati al tema, ma ci saranno anche momenti culturali sull'educazione al cibo e sull'importanza del movimento - ha presentato cosi l'edizione il prof. Leone -.

Novità che vedono il coinvolgimento della città, Parma ha lavorato molto in questi ultimi anni mettendo in atto progetti educativi sull'alimentazion. Queste buone prassi stanno portando ad ottimi risultati."

Gabriele Righi, dirigente del Comune di Parma del servizio Promozione del Territorio e Progetto UNESCO, ha sottolineato l'importanza di creare una "cultura del cibo" :" Conoscere il cibo, educare ad una alimentazione che sia equa e sostenibile produce benefici sulla persona e sul pianeta, abbassando i costi legati alla 'cura' della persona".

E' interventuto anche Vincenzo Plazi, presidente del Lions Club Parma Ducale, associazione che raccoglie fondi e sostiene le iniziative che prevedono la tutela della persona e la salvaguardia dell'ambiente: "Come Lions Club Ducale di Parma siamo molto lieti di sostenere azioni lodevoli, volte a migliorare la salute della persona; quest'anno il Lions Club compie 100 anni e l'attenzione ai giovani, al tema della lotta alla fame nel mondo e alla salute della persona, sono per noi gli obiettivi chiave da perseguire".

Durante il convegno in Camera di Commercio, saranno assegnati due riconoscimenti che quest’anno saranno assegnati all’Assolatte e a Giocampus. Quest’ultimo è stato proposto dal Comune di Parma, con la collaborazione della prof.ssa Francesca Scazzina, docente dell’Ateneo di Parma, come esempio di “best practice” nell’ambito del Patto di Milano che impegna i sindaci a lavorare per rendere equi e sostenibili i sistemi alimentari cittadini. 

Nell’Obesity Week verranno approfonditi i vantaggi portati da un'alimentazione non solo buona ma anche sostenibile, capace di tutelare la biodiversità e la salute del Pianeta.

Parma, Unesco Creative City of Gastronomy, è particolarmente coinvolta in questo discorso, che può esaltare il suo ruolo di culla della gastronomia, di difesa dell’ambiente, di prevenzione della salute e di rilancio economico.

L’iniziativa trova una sinergia forte e la collaborazione di tutti gli enti del territorio Comune, Provincia, Università, Aziende sanitarie, ADI, LILT, Lions, Unione Industriali, Camera di Commercio, Centro Etica Ambientale, CRI ed altre associazioni.

Le principali aree tematiche sono articolate in conoscenza e comprensione delle interazioni tra Cibo – Salute – Agricoltura – Territorio – Industria - Consumi; informazioni sul valore della produzione agroalimentare locale ed italiana, della sua storia e degli stretti legami con il territorio; prodotti tipici locali come alternativa alla omologazione dei sapori, come salvaguardia del territorio e della biodiversità e come valore economico aggiunto; prevenzione e conservazione della salute e, contemporaneamente, un mezzo per difendere dalle colture intensive e monotematiche, che pongono le basi per il degrado dell’ambiente.

Cibo di qualità significa anche cucina di qualità, in un percorso che riunisce inevitabilmente la produzione, la vicinanza, l’utilizzo, in una parola la gastronomia, che, a sua volta, rappresenta un volano per l’economia di un territorio.

La prevenzione attraverso un corretto stile di vita, cioè alimentazione e attività fisica, non rappresenta soltanto la strada obbligata per combattere questa piaga sociale, ma anche una opportunità per diffondere la “cultura” del cibo.

Questo anno le iniziative si svolgeranno a Parma in varie sedi sotto forma di incontri e convegni (Ordine dei Medici, Parco Ducale, Libreria Feltrinelli, Ufficio Scolastico Provinciale, Università, Camera di Commercio, Croce Rossa Italiana, Musei del Cibo, ecc.). Il periodo delle iniziative sarà dal 1 al 12 ottobre.

A questo scopo, è stata avviata la programmazione di una serie di eventi, iniziando il pomeriggio del 1 ottobre con “La via dei sapori” di Parma, in collaborazione con Giancarlo Gonizzi. Il percorso toccherà luoghi di interesse storico e artistico legati alla cultura dell’alimentazione (strade e piazza con toponomastica a tema, musei e monumenti con riferimenti al cibo).