NOTIZIE / 20.10.17 / SERVIZI AL CITTADINO

Sportello anagrafico Polo Montanara

La chiusura è legata al fatto che dal 2 novembre la CIE verrà rilasciata in via esclusiva al Duc. Garantiti i collegamenti.

Rossi e Bosi sportello Montanara w

L’Amministrazione Comunale, dopo la riapertura sperimentale dello sportello anagrafico presso il Polo Montanara, avvenuta nel giugno 2015, non ha potuto dare continuità al servizio in quanto non potranno più essere emesse le carte di identità in formato cartaceo ma solo carte di identità in formato elettronico, tramite le nuove postazioni fornite dal Ministero e installate al Duc. 

Tutto questo tenendo ben presente le esigenze delle persone con disagio e anziani che vivono nel quartiere e garantendo il massimo dell'accessibilità e raggiungimento del Duc, attraverso l'utilizzo dei servizi di mobilità solidale. Ne hanno parlato il Vicesindaco con delega ai Servizi Demografici, Marco Bosi; l'assessore al welfare, Laura Rossi e Benedetto D'Accardi, Presidente Coordinamento Provinciale Centri Sociali, Comitati anziani e Orti, alla presenza dei rappresentanti e dei volontari delle varie associazioni coinvolte.

“Dal 2 novembre si parte con l'emissione in via esclusiva della Carta d'Identità Elettronica, secondo quanto previsto dalle direttive ministeriali – ha spiegato il vicesindaco Marco Bosi – dopo un periodo di collaudo. Ciò ha comportato la chiusura dello sportello anagrafico del Polo Montanara dal momento che la Carta d'Identità Elettronica verrà rilasciata solo al Duc dove si trovano le apposite postazioni messe a disposizione del Ministero. Il Comune si è preoccupato di creare opportuni collegamenti per raggiungere il Duc grazie al progetto di Servizi di Mobilità Solidale”.

“Anziani e persone con disagio possono già oggi raggiungere il Duc – ha spiegato l'assessore al welfare Laura Rossi – grazie ai Servizi di Mobilità Solidale coordinati da Ancescao, con il coinvolgimento di diverse associazioni e volontari del territorio. Lo scorso anno il servizio ha registrato 7.150 chiamate, su 260 giorni di servizio e sono stati percorsi 104.575 chilometri, grazie ai 5 mezzi a disposizione”.

Benedetto D'Accardi, Presidente Coordinamento Provinciale Centri Sociali, Comitati anziani e Orti, ha ricordato come “siano stati quadruplicati i servizi negli ultimi anni, grazie ai volontari di tutte le associazioni coinvolte che ci permettono di fornire una risposta concreta a chi ha bisogno”. D'Accardi ha fatto un invito alla cittadinanza a contribuire e supportare il volontariato per migliorare i servizi offerti.

Non avrebbe avuto senso riaprire lo sportello anagrafico del Polo Montanara a fronte del fatto che il Comune, per motivi legati a disposizioni del Ministero dell'Interno, non rilascerà più carte di identità cartacee a decorrere dall'inizio del prossimo mese di novembre. Da giovedì 2 novembre, verranno, infatti, rilasciate solo carte di identità in formato elettronico, presso il Duc e secondo gli orari di sportello: dal lunedì al sabato dalle 8.15 alle 13.30, con orario continuato fino alle 17.30 nei pomeriggi di lunedì e giovedì. A questo proposito il Comune si sta attrezzando per fornire un servizio funzionale ed efficace che prevede, fra l'altro, la possibilità di rilascio della carta di identità elettronica su appuntamento accedendo al sistema di prenotazione presente sul sito del Comune: www.comune.parma.it. Per questo anche il personale in forza all'ex sportello anagrafico del Polo Montanara potrà essere impiegato in modo più proficuo e funzionale alle esigenze della popolazione al Duc.

Per raggiungere il Duc, persone con disagio ed anziani possono fare riferimento ai Servizi di Mobilità Solidale del distretto di Parma. Si tratta di servizi gratuiti di accompagnamento, di trasporto e di socializzazione. Si rivolgono a persone anziane o bisognose di mobilità di norma residenti nel Distretto di Parma. I servizi sul territorio sono gestiti da diverse associazioni, ognuno ha la sua specificità per rispondere alle differenti esigenze del cittadino.

Come funzionano i Servizi di mobilità solidale: si può telefonare direttamente alla Sede Operativa del Servizio dove un volontario risponde e valuta la pertinenza della richiesta. Si comunicano i dati anagrafici, destinazione, data e ora. Il volontario compila la scheda della richiesta e dà conferma del possibile servizio. L’autista e l’eventuale accompagnatore si recano nel luogo concordato. È possibile richiedere anche il ritorno. A dar vita al progetto sono i volontari opportunamente formati che prestano servizio come autisti ed accompagnatori e rendono concretamente possibile i trasporti, ma è da ricordare anche il ruolo svolto dalle segreterie delle associazioni interessate nel concordare i servizi, venendo così incontro alle esigenze della popolazione anziana in difficoltà.

Ecco a chi fare riferimento:

Gazza Emanuala del Coordinameto Provinciale di via Milano 30, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.30, tel: 0521 273466.

Guglielmo Panichi de Il Tulipano di via Marchesi, lunedì – venerdì dalle 15 alle 18, tel: 0521 944374.

Rangonini Fabiano Servizio Spesa Solidale via S. Leonardo 47, lunedì – venerdì 8.30 – 12.30 e 15.00 – 18.00, tel: 0521 271305.

Pettinato Paolo, Ser-Mo-Sol Comitato "Cittadella via Bizzozero 3, lunedì – venerdì 9.00 – 12.00 e 15.00 – 17.00, tel: 0521252843.

Iride Cappelletto di Filo D'Argento Auser in via La Spezia 156, lunedì – venerdì 9.00 – 12.00, tel: 0521 295006.

Maria Luisa Albertelli di Intercral viale Caprera 13/a, lunedì – venerdì 8.00 – 20.00, tel: 333 – 4023287.

 

 


Partecipano | Bosi Marco - Rossi Laura

Per poter commentare devi essere residente nel Comune di Parma e registrato sul portale!
Effettua il Login oppure Registrati
Numero Unico 0521 40521
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014