NOTIZIE / 19.03.20 / ISTITUZIONE

Lotta al Coronavirus, nuove misure

Ulteriori misure di contrasto alle forme di assembramento: emanata dalla Regione Emilia Romagna nuova ordinanza per contenere la diffusione del Coronavirus (n.41 del 18 marzo 2020, in allegato).

 

 

Parco ducale w.jpg

Ulteriori misure di contrasto alle forme di assembramento: emanata dalla Regione Emilia Romagna nuova ordinanza per contenere la diffusione del Coronavirus (n.41 del 18 marzo 2020, in allegato).ll Presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, ha emanato una nuova ordinanza (n.41 del 18 marzo, in allegato) che prevede ulteriori misure di contrasto alle forme di assembramento per contenere la diffusione del Coronavirus.

Dal 19 marzo al 3 aprile chiusi parchi, giardini pubblici ed esercizi di ristorazione nelle aree di servizio e rifornimento all’interno dei centri abitati; attività motoria e uscita con l’animale da compagnia consentiti solo nei pressi della propria abitazione.

Dal 19 marzo al 3 aprile in tutta la Regione Emilia-Romagna saranno pertanto in vigore le seguenti disposizioni:

sono chiusi al pubblico parchi e giardini pubblici;

l’uso della bicicletta e lo spostamento a piedi sono consentiti esclusivamente per lavoro, ragioni di salute o altre necessità come gli acquisti di generi alimentari; nel caso in cui la motivazione sia l’attività motoria (passeggiata per ragioni di salute) o l’uscita con l’animale da compagnia per le sue esigenze fisiologiche, si è obbligati a restare in prossimità della propria abitazione;

l’apertura degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande posti nelle aree di servizio e di rifornimento carburante è consentita lungo le autostrade e le strade extraurbane principali senza limitazioni di orario; lungo le strade extraurbane secondarie solo nella fascia oraria dalle ore 6 alle ore 18 dal lunedì alla domenica; non è consentita nei tratti stradali che attraversano centri abitati.


Per poter commentare devi essere residente nel Comune di Parma e registrato sul portale!
Effettua il Login oppure Registrati

ordina per

|
D'accordo in linea di massima. Ma che vuol dire esattamente "in prossimità della propria abitazione"? cinquanta metri? duecento metri? un chilometro? E poi, CHI lo stabilisce? Non vorrei essere pignolo, ma quando si tratta dei diritti fondamentali dei cittadini la precisione è d'obbligo. Anche per evitare che i cittadini medesimi siano esposti a interpretazioni estemporanee e difformi.
Numero Unico 0521 40521
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014