NOTIZIE / 20.04.21 / BENESSERE E STILI DI VITA

Obiettivo Comune welfare aziendale e commercio

Un bando rivolto agli operatori del territorio per creare un circuito di welfare aziendale rivolto ai dipendenti del comune di Parma e degli altri Enti partner del progetto.

obiettivocomunefb.jpg

Il progetto “Obiettivo Comune” è stato presentato questa mattina, simbolicamente dalla Piazza sotto il Municipio, da Marco Bosi, Assessore al Personale del Comune di Parma, Cristiano Casa, Assessore al Commercio del Comune di Parma, Laura Rossi, Assessore al welfare del Comune di Parma, Marco Giorgi, Direttore Generale del Comune di Parma, Emanuela Allegri – Presidente del CUG – Comitato Unico di Garanzia del Comune di Parma e dai rappresentanti degli enti e delle realtà coinvolte: Gianfranco Bertè, Azienda USL Parma, Giovanna Campaniello, Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma, Cristiana Pongolini di CSV Centro Servizi Volontariato – Emilia, Federica Montani, CSS – Consorzio di Solidarietà Sociale, Federica Pattini per CISL e Mariolina Tarasconi di UIL.

E l’obiettivo è davvero “Comune”: migliorare il benessere lavorativo degli oltre 7000 dipendenti di tutti gli enti coinvolti, sostenendo nel contempo gli operatori del commercio e dell'artigianato del territorio, che stanno attraversando un periodo particolarmente critico, e favorendo così, in ultimo, il rilancio dell'economia cittadina. Fare sistema, un welfare aziendale che diventa di supporto al piccolo commercio, ma diventa un modo per consolidare la rete di punti di comunità sul territorio e valorizzare i dipendenti degli enti coinvolti.

Coinvolte nel progetto anche le associazioni del commercio e dell’artigianato del territorio che hanno accolto con soddisfazione ed interesse la proposta, in quanto volta a creare un circuito virtuoso tra tessuto economico, famiglie ed istituzioni, e si faranno promotori del progetto presso i propri associati.

In particolare, la Vice Presidentessa per Ascom Confcommercio, Cristina Mazza ha evidenziato come Obiettivo Comune sia “un progetto che va pienamente incontro alla nostra mission, al nostro impegno per lo sviluppo di un’economia circolare che abbina, cioè, ai consumi il benessere sociale della comunità e la soddisfazione di esigenze legate all’equilibrio tra tempi di vita e di lavoro, che, nel post pandemia, probabilmente diventeranno strutturali abbandonando una veste straordinaria ed emergenziale”.

Il Presidente di Confartigianato Imprese Parma (APLA) Leonardo Cassinelli ha descritto Obiettivo Comune come “Un’occasione importante che offrirà non solo una piattaforma di scontistiche, ma anche servizi innovativi, che magari potranno emergere e svilupparsi grazie a questo nuovo network”.

Il Presidente CNA Area Territoriale di Parma, Artemio Bianchi ha sottolineato come “Tutti abbiamo accolto con soddisfazione e interesse la proposta che il Comune di Parma, unitamente ad Azienda Ospedaliera - Universitaria di Parma, CSV Emilia, Consorzio Solidarietà Sociale, CISL e UIL, ha avanzato agli operatori economici, tramite le associazioni di categoria. Qualsiasi iniziativa volta a rivitalizzare il tessuto economico locale, considerata la criticità della situazione attuale, deve essere fermamente e convintamente appoggiata.”

Il progetto “Obiettivo Comune”, promosso dal Comitato Unico di Garanzia CUG - azione prevista all’interno del Piano Azioni Positive - PAP 2021-2023 e presentato dal Comune di Parma, in partenariato con AUSL Parma e Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma, CSV Emilia, Consorzio Solidarietà Sociale, CISL e UIL nell’ambito del “Bando per la presentazione di progetti volti a sostenere la presenza paritaria delle donne nella vita economica del territorio, favorendo l’accesso al lavoro, i percorsi di carriera e la promozione di progetti di welfare aziendale finalizzati al work-life balance e al miglioramento della qualità della vita delle persone” della Regione Emilia Romagna, rappresenta un ampio e concreto disegno di welfare aziendale e di comunità, per migliorare un’organizzazione del lavoro che possa incidere favorevolmente sulla qualità di vita delle persone, perseguendo nello stesso tempo gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’AGENDA 2030.

Un'azione sinergica tra pubblico e privato, quindi. Una formula vincente che la città di Parma ha già scelto per molti suoi progetti e percorsi. Un modello strategico riconosciuto a livello nazionale che si apre, ora, agli operatori economici del territorio con l'intento di creare un canale preferenziale tra loro e la consistente comunità dei dipendenti del Comune e degli enti partner, con la possibilità di ampliare ulteriormente il bacino dei potenziali clienti estendendo l’offerta anche ai loro famigliari.

E’ pubblicato al link https://www.comune.parma.it/comune/Atti-e-Bandi/Avvisi+Pubblici_m1045_p21.aspx

l’avviso pubblico destinato a esercizi commerciali ed artigianali che vogliano offrire ai dipendenti del Comune di Parma e dei partner (nonché a loro eventuali familiari – opzione applicabile in base all’offerta del singolo operatore), promozioni esclusive sull’acquisto di beni e servizi, con l’individuazione di particolari servizi e/o agevolazioni (da esplicitare nell’offerta) rispetto a quelli proposti normalmente al pubblico.

A titolo esemplificativo, ma non esaustivo, si elencano possibili categorie di beni e servizi oggetto dell’Avviso:

· Generi alimentari

· Somministrazione alimenti e bevande

· Abbigliamento

· Farmaci, parafarmaci, articoli sanitari

· PC e prodotti per l’informatica;

· Articoli per l’infanzia

· Articoli sportivi

· Palestre, piscine e altre strutture per attività sportive

· Ottica

· Articoli per assistenza disabili/terza età

· Prodotti e servizi per velocipedi e per ciclisti

· Prodotti e servizi per autovetture, motocicli e veicoli a motore in genere

· Prodotti di elettronica

· Cinema, teatri, spettacoli ed iniziative culturali

· Servizio di Lavanderia

· Manutenzione del verde

· Piccole manutenzioni domestiche

· Librerie

· Cancelleria e cartoleria

· Profumeria e cosmetici

· Ferramenta e articoli per la casa

· Arredamento

· Turismo, agenzie viaggi

L'elenco degli operatori aderenti sarà reso disponibile ai dipendenti dei partner del progetto (oltre 7000 persone) sui rispettivi siti intranet aziendali e promosso attraverso i canali della comunicazione interna di ogni ente.

Potranno aderire all’avviso operatori:

a) regolarmente costituiti e iscritti al registro delle imprese;

b) non sono in stato di liquidazione o di fallimento e non sono soggetti a procedure di fallimento o di concordato preventivo;

c) siano in regola con la normativa antimafia, in particolare dichiarando la insussistenza di cause di divieto, sospensione o decadenza previste dall’art. 67, D.lgs. n.159/2011 (“Codice antimafia”);

d) siano in regola con gli obblighi contributivi e retributivi;

e) siano in regola con il pagamento dei tributi locali e delle sanzioni amministrative nei confronti del Comune di Parma alla data di presentazione della domanda.

 

In linea con i principi etici di cui il Comune si fa portavoce, sono esclusi dall’ Avviso gli operatori di:

- attività connesse alla vendita di armi, munizioni e materiale esplosivo, inclusi i fuochi d’artificio, articoli per adulti, articoli mono prezzo, sigarette elettroniche;

- sale giochi, sale scommesse e attività simili.

Partecipano | Bosi Marco - Marco Giorgi Marco Giorgi - Casa Cristiano - Rossi Laura

Per poter commentare devi essere residente nel Comune di Parma e registrato sul portale!
Effettua il Login oppure Registrati
Numero Unico 0521 40521
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014