NOTIZIE / 29.10.21 / LAVORI PUBBLICI

Parco dei Gelsi a San Pancrazio

Duecento mila euro dal Comune per la sua riqualificazione. Al suo interno nasce il “Bosco del Tempo”, grazie ad un progetto di sponsorizzazione.

parco gelsi

Duecento mila euro per la riqualificazione del Parco dei Gelsi a San Pancrazio. I lavori sono in corso di aggiudicazione. L’Assessore alle Politiche di pianificazione e sviluppo del territorio e delle opere pubbliche Comune di Parma, Michele Alinovi, ha illustrato, questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, la ratio alla base dell’intervento e le novità ad esso legate. Al momento hanno preso parte l’Assessora alla Partecipazione e Diritti dei Cittadini, Nicoletta Paci, i rappresentanti del Consiglio dei Cittadini Volontari di San Pancrazio, Bruno Cavalieri e Giovanni Pelagatti; la responsabile unica del procedimento architetto Sabrina Collmann, il progettista ingegner Paolo Landini, e la Presidente della ditta OIKOS di Parma, Monica Galliani. 

La ditta OIKOS, società di servizi di consulenza alle impresa su vari settori, infatti, si è accollata i costi di sponsorizzazione per la realizzazione del “Bosco del Tempo”, che verrà ricavato in una porzione del parco a disposizione della cittadinanza e delle scuole. Verranno messi a dimora 30 alberi e 85 arbusti che contribuiranno a creare l’area boschiva situata tra l’area cani e la ferrovia. I lavori partiranno a breve con la previsione di conclusione a novembre. Si tratta di un aspetto che arricchisce il progetto di recupero che prenderà avvio prossimamente e per il quale il Comune ha investito 200 mila euro.  

“Il progetto di recupero promosso dal Comune – ha spiegato Alinovi – si inquadra in un percorso di dialogo ed attenzione verso i nuclei frazionali, in tema di riqualificazione di spazi pubblici. Si tratta di un progetto che ha visto la partecipazione dei cittadini residenti, del CCV San Pancrazio e della società OIKOS che ha colto la possibilità di generare valore aggiunto attraverso la sponsorizzazione del Bosco del Tempo”. 

Soddisfazione è stata espressa dall’Assessora Nicoletta Paci che ha ringraziato i rappresentati del CCV di San Pancrazio “che si sono dati molto da fare proponendo aggiornamenti e soluzioni accolte dal Comune”. Ha ringraziato OIKOS e ha espresso gratitudine verso tutti i soggetti che, a vario titolo, hanno “permesso di raggiungere questo bel risultato, frutto della partecipazione e del coinvolgimento di tutta la cittadinanza”.  

Il progetto di riqualificazione, infatti, tiene conto delle indicazioni emerse dal confronto con diversi soggetti del territorio a partire dai rappresentanti del Consiglio dei Cittadini Volontari, dei cittadini stessi e che ha visto il coinvolgimento dell’Assessorato alla Partecipazione e Diritti dei Cittadini, guidato dall’Assessora Nicoletta Paci.  

Esso si inserisce nell’ambito del “Piano integrato di riqualificazione dei parchi pubblici di quartiere”, promosso dall’Amministrazione, nell’ambito del Piano triennale degli investimenti, e che comprendente, oltre al parco dei Gelsi, il parco Nord, il parco Lagazzi a San Prospero, il parco Ducale, la Cittadella e i Giardini di San Paolo. 

Il parco costituisce un’area a verde pubblico di proprietà del Comune a servizio della zona residenziale che la circonda a San Pancrazio. L’intera area a verde pubblico si estende per circa 32 mila metri quadrati, quelli oggetto di intervento sono circa 5 mila metri quadrati.  

Il progetto prevede la riqualificazione della zona tramite la realizzazione di un’area a verde attrezzata che favorisca la fruizione da parte degli abitanti del quartiere, con la formazione di nuovi percorsi pedonali, l’integrazione dell’illuminazione pubblica, la posa di nuove alberature e l’installazione di attrezzature ludiche per bambini.  

Particolare attenzione verrà posta per favorire la piena accessibilità a spazi ed attrezzature anche alle persone con disabilità ed alla sicurezza degli utenti ed alla qualità percepita.  

Sarà realizzato un percorso pedonale, alberato ed illuminato, che si raccorda ai percorsi esistenti. L’area giochi sarà contrassegnata dall’installazione di diversi giochi innovativi con la sistemazione, fra gli altri, di un set di altalene integrato con seggiolini inclusivi, scivoli, e pannelli musicali e sensoriali inclusivi. Contestualmente verranno realizzate alcune collinette con il terreno di risulta della sistemazione del parco. L’area giochi sarà contrassegnata da una pavimentazione antitramuma.  

La zona di ingresso al parco verrà valorizzata attraverso un intervento ad hoc con la sistemazione dei percorsi di accesso principale e la messa a dimora di nuove essenze arboree.