NOTIZIE / 30.11.21 / CULTURA

Il concerto di Capodanno al Regio

I Filarmonici di Busseto e la partecipazione straordinaria del violista Danilo Rossi al Regio per brindare al 2022 con le melodie di Strauss, Verdi, Morricone, Gershwin, Ravel e Piazzolla.

presentazione capodanno al regio

Il tradizionale e attesissimo Concerto di Capodanno di Parma si prepara di nuovo a incantare il pubblico con le magistrali e emozionanti interpretazioni dei Filarmonici di Busseto e con la partecipazione straordinaria del violista Danilo Rossi, nella prestigiosa cornice del Teatro Regio di Parma, il 1° gennaio 2022, alle ore 18.

Realizzato dalla Società dei Concerti di Parma con il sostegno del Comune di Parma, il Concerto di Capodanno avrà come protagonisti I Filarmonici di Busseto: Corrado Giuffredi, clarinetto, Cesare Chiacchiaretta, fisarmonica, Giampaolo Bandini, chitarra, Roger Cattino, percussioni, Antonio Mercurio, contrabbasso. Con la partecipazione straordinaria di Danilo Rossi, Prima viola solista dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano. Interpreti straordinari dunque, per brindare all’anno nuovo con le spumeggianti melodie di Strauss, Verdi, Morricone, Gershwin e Piazzolla.

“In questo periodo nel quale stiamo facendo riflessioni importanti – ha introdotto l’assessore alla Cultura Michele Guerra – su quali attività legate alle festività sia opportuno pensare, questo concerto di Capodanno rappresenta una occasione di qualità, realizzabile in grande sicurezza, essendo ospitata all’interno del Teatro Regio: una splendida cornice per uno spettacolo inclusivo, in grado di coinvolgere un pubblico ampio e eterogeneo anche grazie a un costo di ingresso estremamente contenuto”.

“Portare il concerto di Capodanno al Teatro Regio – ha sottolineato Giampaolo Bandini, direttore artistico della Società dei Concerti – rappresenta un salto significativo per questo appuntamento che è stato adottato negli anni con affetto dai parmigiani, molto seguito anche nella scorsa edizione on line. Nel primo giorno del 2022 desideriamo creare un momento di svago di qualità, grazie anche alla partecipazione straordinaria del violista Danilo Rossi, con uno spettacolo divertente e irriverente in grado di interessare un pubblico il più ampio possibile”.

I Filarmonici di Busseto

I Filarmonici di Busseto, ensemble cameristico formato da alcuni tra i migliori musicisti sulla scena internazionale, prende il nome dalla storica formazione di Busseto (paese natale di Giuseppe Verdi) di cui proprio lo stesso Verdi fu compositore e direttore negli anni dal 1836 al 1839, Ricostituito in età moderna da Corrado Giuffredi, il gruppo da più di venti anni, è invitato a tenere il prestigioso “Concerto di Capodanno” della città di Parma. Sia come Filarmonici che come solisti hanno suonato nelle più importanti sale da concerto del mondo (Filarmonica di San Pietroburgo, Teatro alla Scala di Milano, Carnegie Hall di New York, International Center for Performing Arts di Pechino, Arts Center di Seoul, Ircam di Parigi, Musikhalle di Amburgo, Sala Tchaikovsky di Mosca, Teatro Cervantes di Buenos Aires, Parco della Musica di Roma, ecc) in oltre 50 paesi, riscuotendo sempre unanime successo di critica e pubblico.

Collaborano in qualità di prime parti con le più rinomate orchestre italiane ed europee, quali Filarmonica e Orchestra del Teatro alla Scala, Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, Orchestra del Teatro la Fenice di Venezia, Orchestra della Radio Svizzera Italiana, Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. Vantano inoltre collaborazioni cameristiche con i maggiori musicisti sulla scena internazionale, da Marta Argerich a Salvatore Accardo, da Alexander Lonquich a Giora Feidman, da Avi Avital a Eddie Daniels solo per citarne alcuni.

I Filarmonici di Busseto realizzano inoltre costantemente progetti eclettici, capaci di coniugare la musica alle altre arti, con artisti del calibro di Elio delle Storie Tese (con cui hanno riportato in teatro lo storico “Gianburrasca” in una inedita versione scritta appositamente per loro da Lina Wertmuller), Monica Guerritore, Arnoldo Foà, Amanda Sandrelli, Dario Vergassola, Michele Riondino, Alessandro Haber, Enzo Iacchetti, Sergio Rubini e molti altri.

Danilo Rossi

Danilo Rossi è un violista italiano. Nel corso dei suoi più di 30 anni di carriera, si è esibito nei più svariati contesti e palcoscenici, eseguendo innumerevoli performance classiche e contemporanee che hanno accolto l’apprezzamento di critica e pubblico. Allievo di alcuni tra i più importanti Maestri di viola (Fabrizio Merlini, Piero Farulli, Dino Asciolla, Yuri Bashmet) e di musica da camera (Paolo Borciani e il Trio di Trieste), appena diplomato ha superato il concorso per Prima viola solista dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, divenendo il più giovane strumentista nella storia del Teatro milanese ad aver ricoperto tale ruolo. Da quel momento la sua carriera è costellata da incontri, concerti, festival, récital che lo portano in giro per il mondo, nei più importanti teatri e nelle più prestigiose sale da concerto. Da oltre trent’anni è la Prima viola solista dell’Orchestra del Teatro alla Scala, in questo ruolo ha collaborato con i più grandi direttori d’orchestra: da Claudio Abbado a Daniel Barenboin, da Carlos Kleiber a Wolfgang Sawallisch, da Daniel Harding a Gustavo Dudamel, da Leonard Bernstein a Daniele Gatti a Paavo Järvi. Numerosi i brani a lui dedicati da alcuni tra i più importanti compositori contemporanei quali Stefano Nanni, Carlo Boccadoro, Roberto Molinelli, Alessandro Appigiani, Valentino Metti, Nicola Campogrande, Simonide Braconi. Si dedica con entusiasmo all'insegnamento, è stato docente in numerosi Corsi di Perfezionamento e ha tenuto Master negli Stati Uniti, in Cina, in Polonia, in Corea, oltre che in varie Accademie Italiane. Ha spaziato tra generi musicali classici e moderni. Numerose le collaborazioni con grandi artisti dell’ambito jazz o pop hanno fatto di Danilo Rossi un esempio unico di come sia possibile vivere la musica nella sua completezza, senza nessuna barriera. Da sempre aperto alle più diverse esperienze, sono numerosi gli incontri con attori, scrittori, poeti che lo hanno portato ad esibirsi nei più diversi ambienti: dalle carceri ai boschi del Trentino, dalle paludi dello Sri Lanka ai teatri Off delle periferie.

L’attività della Società dei Concerti di Parma è realizzata grazie al Ministero della Cultura, Regione Emilia RomagnaAssessorato alla Cultura del Comune di Parma - Casa della Musica, con il sostegno di Chiesi Farmaceutici, Sinapsi Group, Fondazione Monte Parma, Oceania Capital.

Si ringraziano il Teatro Regio di Parma, il pubblico, i soci e tutti i partner della Società dei Concerti di Parma.

Per informazioni sul concerto:

Società dei Concerti di Parma

marketing@societaconcertiparma.com

www.societaconcertiparma.com

Biglietteria

Intero

Poltrona 30€
Palco Centrale 25€
Palco Intermedio 20€
Palco Laterale 16€
Galleria 10€

Ridotto Under 30 – Soci Società dei Concerti

Poltrona Ridotto 25€
Palco Centrale Ridotto 20€
Palco Intermedio Ridotto 17€
Palco Laterale Ridotto 13€
Galleria Ridotto 7€

Punti Vendita

Tabaccheria Lottici in piazza Ghiaia a Parma e nei punti vendita abilitati Vivaticket

Online su www.vivaticket.it

I biglietti rimanenti saranno disponibili presso il Teatro Regio di Parma a partire dalle ore 17 la sera stessa dello spettacolo (alle tariffe sopra indicate verrà aggiunto il diritto di prevendita)

Per informazioni:

Lunedì – Venerdì dalle 9 alle 14

Tel 0521.572600

info@societaconcertiparma.com 

www.societaconcertiparma.com

Partecipano | Guerra Michele

Per poter commentare devi essere residente nel Comune di Parma e registrato sul portale!
Effettua il Login oppure Registrati
Numero Unico 0521 40521
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014