NOTIZIE / 03.12.21 / ISTITUZIONE

Natale a Parma…un’altra storia!

Oltre un mese di iniziative, dal 3 dicembre 2021 al 13 gennaio 2022: tanti appuntamenti in programma in città nel periodo delle festività natalizie fino a Sant’Ilario. Sfoglia il programma completo.

natale a parma 2021

L'assessorato alla Cultura del Comune di Parma ha realizzato anche quest'anno Natale a Parma... un'altra storia”: il libretto che raccoglie tutti gli eventi in programma in città nel periodo delle festività natalizie, da venerdì 3 dicembre 2021 fino a giovedì 13 gennaio 2022. 

Il libretto è concepito come un vademecum utile sia ai cittadini sia ai turisti che permette di avere un colpo d’occhio completo su tutto quello che accade in città per vivere al meglio l’offerta culturale durante le festività: dai concerti agli spettacoli teatrali, dai laboratori per bambini e famiglie ad incontri letterari per adulti, da proiezioni cinematografiche per grandi e piccini alle mostre, oltre alle informazioni su visite guidate, orari e aperture straordinarie delle esposizioni e dei musei di Parma.

Natale a Parma… un’altra storia” si articola in diverse sezioni: la prima parte è un calendario che raccoglie gli appuntamenti in programma dal 3 dicembre al 13 gennaio, rivolti sia agli adulti sia ai bambini, organizzati dalle istituzioni e associazioni culturali cittadine. Seguono le pagine di “Racconti di Natale” che raccolgono laboratori creativi, social stories, narrazioni e spettacoli, ad ingresso gratuito, dedicati a bambini e famiglie curati dalle biblioteche del Comune di Parma o selezionati grazie all’avviso pubblico dell’assessorato alla Cultura. Vedi scheda allegata.

Inoltre, grazie alla collaborazione con l’assessorato alla Partecipazione e Diritti del Cittadino, vengono presentati anche gli appuntamenti, frutto del Bando “Ritrovarsi e sentirsi comunità”, e volti a favorire la partecipazione della cittadinanza e a ritrovare e rinnovare la coesione sociale. Vedi scheda allegata.

Completa il libretto la sezione “Mostre, musei e attività espositive” dove sono riportate le informazioni utili per visitare gli spazi museali e le esposizioni temporanee e permanenti allestite in città e per partecipare alle visite guidate e ai laboratori didattici in programma.

“Abbiamo dovuto, in maniera sofferta, cancellare il concerto di Capodanno – ha detto l’assessore alla Cultura Michele Guerra – e quindi presentare oggi le iniziative di Natale a Parma rappresenta quella pars construens della nostra programmazione che vuole continuare a esserci e a portare avanti l’attività culturale cittadina, anche nelle difficoltà, come quelle che stiamo affrontando da due anni”.

“Le associazioni cittadine – ha affermato l’assessora alla Partecipazione e Diritti dei Cittadini Nicoletta Paci – hanno risposto con grande entusiasmo e con proposte interessanti al nostro bando, che ha un titolo esplicativo della sua finalità. La pandemia ha infatti creato enormi difficoltà nella realizzazione di eventi che potessero essere occasione di incontro e socialità: “Ritrovarsi e sentirsi comunità” è l’obiettivo del lavoro sinergico e trasversale delle realtà del territorio che hanno contribuito a questa programmazione”.

Tra le tante proposte in calendario si segnalano gli incontri con due grandi nomi del panorama scientifico e culturale italiano, organizzati dall’assessorato alla Cultura del Comune di Parma, che vedranno protagonisti l’evoluzionista e saggista Telmo Pievani (giovedì 16 dicembre alle ore 17,  Teatro Due) con il suo ultimo libro “Serendipità - L’inatteso nella scienza” (Raffaello Cortina Editore, 2021) e la scrittrice Chiara Gamberale (giovedì 13 gennaio alle ore 16,  Ridotto del Teatro Regio) con  “Il grembo paterno” recentemente pubblicato da Feltrinelli nella collana “I Narratori”.

Al link https://flippingbooks.comune.parma.it/Libri/NATALE-a-PARMA-2021/ è possibile sfogliare il calendario degli appuntamenti.

Il libretto sarà disponibile, nei prossimi giorni, anche in formato cartaceo presso lo IAT - Ufficio informazione e accoglienza turistica di piazza Garibaldi, le Biblioteche Comunali, la Casa della Musica e i Musei Civici, per citare solo alcuni luoghi.