NOTIZIE / 01.02.22 / SANITA'

Green pass: nuove regole dal primo febbraio

Dal primo febbraio è necessaria la certificazione verde anche per accedere agli uffici pubblici.

Coronavirus - Aggiornamento

A partire dal primo febbraio è necessaria una certificazione verde (ordinaria o rafforzata) non solo per accedere agli uffici pubblici (leggi la notizia), ma anche per i servizi postali, bancari e finanziari e per le attività commerciali. È quanto stabilito dal Decreto Legge 1/2022.

Rimane la possibilità di recarsi senza green pass nei luoghi necessari al soddisfacimento di esigenze  essenziali  e  primarie  della  persona, individuati dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) del 21 gennaio scorso.

 

Dove si può entrare senza green pass

Per bisogni di salute, è sempre consentito l’accesso per l'approvvigionamento di farmaci e dispositivi medici, nelle strutture sanitarie, sociosanitarie e veterinarie per ogni motivo di prevenzione, diagnosi e cura.

Si può andare negli uffici aperti al pubblico delle forze di Polizia e Polizia locale per esigenze di sicurezza: per assicurare lo svolgimento delle attività istituzionali indifferibili e di prevenzione e repressione degli illeciti.

In ambito di giustizia, negli uffici giudiziari e in quelli dei servizi  sociosanitari è possibile andare esclusivamente  per  la  presentazione di denunce da parte di soggetti vittime di  reati, per richiedere interventi giudiziari a tutela di minori o di incapaci e per consentire lo svolgimento  di  attività  di  indagine  o giurisdizionale per cui  è  necessaria  la  presenza  della  persona convocata. 

Si può entrare senza green pass, esigenze alimentari e di prima necessità, anche in una serie di attività commerciali di vendita al dettaglio:

  • Esercizi specializzati  e  non specializzati  di  prodotti  alimentari   e   bevande   (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati e altri esercizi di alimenti vari). È in ogni modo escluso il consumo sul posto.
  • Negozi di prodotti surgelati;
  • Commercio al dettaglio di animali  domestici  e  alimenti  per animali domestici in esercizi specializzati.
  • Esercizi di articoli igienico-sanitari;
  • Farmacie, parafarmacie e altri esercizi specializzati di  medicinali non soggetti a prescrizione medica.
  • Esercizi di articoli medicali  e  ortopedici  in esercizi specializzati;
  • Negozi di materiale per ottica;
  • Esercizi specializzati per la vendita di carburante  per  autotrazione.
  • Negozi che vendono combustibile per uso domestico e per riscaldamento.

Scarica l’infografica predisposta dalla regione Emilia-Romagna che riassume le nuove regole per la certificazione verde.

TAG | coronavirus