NOTIZIE / 25.02.22 / SPORT

Indagine conoscitiva sulla pratica sportiva

Il Comune di Parma ha promosso l’avvio di un’indagine conoscitiva sulla pratica sportiva degli studenti delle scuole di Parma (campione 5-19 anni).

sport-bambini w.jpg

Il Comune di Parma ha promosso l’avvio di un’indagine conoscitiva sulla pratica sportiva degli studenti delle scuole di Parma (campione 5-19 anni) commissionata a Ptsclas, società di consulenza che elabora e produce da oltre 10 anni l’indice di Sportività pubblicato annualmente dal Sole 24 Ore. Gli alunni e i genitori avranno la possibilità di rispondere al questionario per 3 settimane, fino al giorno 16 marzo incluso.

“L’obiettivo è quello di analizzare le abitudini sportive dei bambini e dei ragazzi, a partire dalla propria esperienza nel percorso di scelta e di pratica dell’attività sportiva, ma soprattutto le dinamiche e le motivazioni che stanno dietro la scelta dell’abbondono sportivo - spiega il Vicesindaco, con delega allo sport, Marco Bosi". E aggiunge: “Sarà l’occasione per fare il punto della situazione dopo i due anni di pandemia, comprendere le scelte e gli stili di vita dei nostri giovani e stimolare una riflessione sulle azioni da intraprendere nei prossimi anni per aumentare il coinvolgimento dei ragazzi nello sport”.

Gli alunni hanno la possibilità di rispondere attraverso un link specifico, le cui domande sono adattate secondo l'età. La somministrazione viene gestita in classe dai docenti di educazione fisica, mentre per la scuola primaria è stato creato un questionario dedicato ai genitori che può essere compilato tramite link fornito direttamente dalla scuola. I questionari saranno ovviamente anonimi nel rispetto della normativa sulla privacy. Si tratta di un campione di 30.000 studenti e l’obiettivo è ottenere almeno il 70% delle risposte.

Il risultato dell’indagine verrà reso pubblico durante una 3 giorni dedicata al mondo sportivo che il Comune di Parma sta organizzando per le date del 7, 8 e 9 aprile al teatro due. In quell’occasione ci saranno ospiti autorevoli che avranno la possibilità di confrontarsi e arricchire il dibattito sul ruolo dello sport nel percorso educativo dei più giovani.