NOTIZIE / 17.03.22 / COOPERAZIONE INTERNAZIONALE

Erasmus Plus a Parma

Formazione nelle aziende agroalimentari con Cefal Emilia Romagna

erasmusplus

Sono stati accolti in Municipio i primi studenti in formazione a Parma del Progetto Europeo Erasmus Plus.  Insieme a loro il Sindaco Federico Pizzarotti ha salutato l'arrivo a Parma del progetto presentato da Federica Sacenti, Direttrice di Cefal Emilia Romagna, l’ente di formazione del Movimento Cristiano Lavoratori, in collaborazione con Scuola Centrale di Formazione, che nell’ambito della mobilità e dell’ apprendimento Erasmus plus offrirà formazione in campo agroalimentare nel nostro territorio.

A partire dal mese di marzo  alterneranno gruppi di studenti provenienti dai circuiti dell’Istruzione e della formazione professionale di enti analoghi al nostro provenienti da diversi Paesi Europei per un periodo di permanenza che va dalle due alle quattro, sette settimane e durante questo periodo saranno ospitati nelle aziende del territorio per uno stage formativo-professionale grazie alla collaborazione della rete Ascom/Fipe rappresentata da Ugo Bertolotti.
In Municipio, il primo gruppo, di 11 studenti è  arrivato dal nord della Francia. 
"Vista la “vocazione” europea della città di Parma e il profondo senso valoriale del nostro progetto, nonché il forte significato simbolico collegato alla ripresa post covid e – con un conflitto bellico in atto - segno di speranza per una Europa sempre più unita, avremmo piacere di poter condividere il nostro progetto con il Sindaco Pizzarotti, che sappiamo essere particolarmente attento a queste tematiche." ha commentato durante la visita Giuseppe La Pietra dirigente  territoriale  Cefal per l’area di Parma e Piacenza, che insieme al Consigliere Comunale Sebastiano Pizzigalli con delega alle Politiche Agricole e rapporti con il territorio ha agevolato i rapporti e la visita ufficiale. 
Il primo gruppo di giovani sarà ospitato all’ostello della gioventù di Via San Leonardo e avrà modo di visitare anche le bellezze storico artistiche di Parma durante la permanenza.