NOTIZIE / 08.10.13 / BENESSERE E STILI DI VITA

Accensione anticipata impianti di riscaldamento

Da lunedì strutture sanitarie, da sabato per tutti, da martedì 8 ottobre per le scuole infanzia.
accensione riscaldamento

Per la zona climatica di Parma l’accensione degli impianti di riscaldamento è prevista a partire dal 15 ottobre, ma il brusco peggioramento del clima ha indotto l’Amministrazione Comunale, avvalendosi delle deroghe previste dal provvedimento legislativo, ad anticipare la scadenza, sia pure per un massimo di 6 ore al giorno.

Per strutture sanitarie ed ospedaliere, asili nido, strutture residenziali e semiresidenziali per minori, per persone con disabilità e per anziani, le caldaie possono essere accese già da oggi, ma per non oltre sei ore di funzionamento giornaliero.

Visto l’atteso abbassamento delle temperature, anche tutte le altre strutture, comprese le abitazioni, potranno accendere gli impianti, sempre per non più di sei ore giornaliere, da sabato 12 ottobre, anziché da martedì 15 come previsto dalla normativa vigente.

Ad integrazione del provvedimento adottato ieri, il sindaco ha firmato in data odierna (martedì 8 ottobre) un documento di autorizzazione con il quale estende la possibilità di accendere anticipatamente, a partire da oggi (martedì 8 ottobre), gli impianti di riscaldamento anche alle scuole dell'infanzia, sempre per un massimo di sei ore al giorno, analogamente a quanto già previsto  per asili nido, strutture per anziani e strutture sanitarie.


Per poter commentare devi essere residente nel Comune di Parma e registrato sul portale!
Effettua il Login oppure Registrati

ordina per

|
Ma il Sindaco non aveva promesso che sarebbe stato sensibile alle richieste dei "Suoi" cittadini? Non credo che dai commenti che si leggono lo stia facendo. Accendere sabato anzichè lunedi è una bella presa in giro in linea d'altronde con i vecchi politici che si erano ripromessi di contrastare.
Siete tutti UGUALI. Ce ne ricorderemo alle prossime votazioni
|
grazie per lo sforzo, intanto mentre noi da giorni viviamo al freddo chi ha il riscaldamento autonomo ha deliberatamente deciso di accendere. E' giusto? Siamo cittadini di serie B costretti ad accendere stufe e stufette elettriche (con grande consumo energetico!!!) per respirare un po'. Si doveva e si poteva intervenire prima perchè avere il riscaldamente centrale non deve essere penalizzante per un cittadino.
|
Da Sabato ? ma se dobbiamo stare con il cappotto negli uffici, vi sembra una cosa seria ? se poi a casa si ha un anziano od un malato chi paga le conseguenze di un aggravamento ?
con il teleriscaldamento siamo legati a questa decisione, ma siete responsabili di qualcosa o prendete in giro la cittadinanza ? Chi ha il termoautonomo se ne frega di questa decisione, vi sembra giusto ?
Numero Unico 0521 40521
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014