NOTIZIE / 28.05.13 / FAMIGLIA E PERSONA

Oltretorrente: a breve il filobus di 18 metri della linea 5, sostegno al cinema D’Azeglio e Comitato di monitoraggio della movida

Queste alcune delle novità annunciate alla Corale Verdi durante l’incontro del quartiere Oltretorrente nella serata di lunedì 27 maggio Vai al video
Oltretorrente

Grande partecipazione popolare alla riunione del quartiere Oltretorrente per il nuovo ciclo di incontri “Il Quartiere che vorrei”, svoltosi alla presenza del vicesindaco Nicoletta Paci e degli assessori Cristiano Casa, Gabriele Folli e Laura Maria Ferraris, accompagnati dal comandante del Corpo di Polizia Municipale Patrizia Verrusio e dal dirigente dell’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura di Parma, Alberto Verzera.

Dopo l’introduzione della vicesindaco, che ha ribadito l’importanza della compilazione, possibile anche on line sul sito del Comune ParmaNetwork , del questionario distribuito ai presenti come punto di partenza per la costruzione di un nuovo modello di partecipazione in sostituzione dei quartieri aboliti per legge, l’assessore alle Attività Produttive, Commercio, Turismo e Sicurezza Urbana Cristiano Casa ha risposto alle domande e istanze avanzate nella riunione del 26 novembre.

Primo punto trattato la movida e l’annuncio della prima riunione del Comitato di monitoraggio istituito per la verifica dell’applicazione del Regolamento e composto da rappresentanti di residenti, esercenti, associazioni di categoria e consiglieri comunali. “Il cammino è lungo e difficile e non si può pretendere di risolvere immediatamente ogni problema”, ha detto l’assessore, “ma l’amministrazione è determinata nel far rispettare tutte le regole e garantire la quiete e la sicurezza degli abitanti , in collaborazione con tutte le forze dell’ordine della città”, e, a proposito, ha citato i 35 locali sanzionati nelle ultime quattro settimane.

Per incentivare l’apertura di nuovi locali nelle vie Bixio e Imbriani, Casa ha riferito di stare ultimando un progetto di valorizzazione commerciale che verrà sperimentato a breve e contemplerà l’erogazione di contributi e alleggerimenti fiscali per nuovi investimenti a lungo termine.

Sarà valorizzata anche la vocazione turistica del territorio e già sono sati inserite indicazioni mirate nelle nuove guide in distribuzione.

A chi lamenta il proliferare di nuove licenze per bar e locali, l’assessore ricorda che il Regolamento della movida vieta nuove aperture nelle zone coinvolte per tutto il periodo di vigenza del Regolamento stesso.

Via libera, invece, ai baracchini estivi di vendita di anguria; l’amministrazione è favorevole e considererà positivamente le richieste che perverranno agli uffici preposti.

Il Comandante del Corpo di Polizia Locale Verrusio ha illustrato il progetto di Polizia di Prossimità, che contempla l’introduzione del vigile di quartiere che girerà a piedi o in bicicletta per le zone di quartiere, e l’avvio della mappatura del territorio comunale per distribuire ed ottimizzare le poche risorse a disposizione, a seconda delle maggiori criticità.

Per il dirigente della questura Alberto Verzera, due sono le maggiori necessità del quartiere: più controllo su strada e  contenimento degli effetti negativi della movida nelle serate del mercoledì e del venerdì.
Riguardo al primo punto, è stata annunciata la collaborazione con il Reparto Crimine della Questura di  Reggio Emilia, attiva già dal gennaio dell’anno in corso; per le serate della movida, Verzera ha riferito l’intensificazione dei controlli e il “setacciamento” delle vie interessate, preceduto da un’attività di prevenzione attraverso il contatto con i singoli esercenti per illustrare i punti relativi al regolamento della movida e le sanzioni conseguenti.

L’assessore all’Ambiente e Mobilità Gabriele Folli ha annunciato l’introduzione a breve del nuovo ebus della linea 5, il filobus lungo 18 metri che collegherà l’asse est ovest passando per via D’Azeglio.
Novità per il percorso autobus anche in via Pasini: entro la fine dell’anno o i primi del prossimo, ci sarà la corsia preferenziale per i mezzi di trasporto pubblico; no invece all’incremento dei mezzi con l’impego di autobus più piccoli per la mancanza di risorse.

E’ invece allo studio la possibilità di reintrodurre la linea 7 in via Imbriani: le difficoltà sono legate alla pedonalizzazione della zona e all’impiego di lastre di materiale a copertura del manto stradale che non permettono il passaggio di mezzi pesanti.
Risorse in arrivo, grazie a nuovi finanziamenti, per il bike sharing; l’innovativo sistema di noleggio biciclette automatico  verrà potenziato in alcune zone della città e tra queste sarà contemplata  via Kennedy.
Si anche all’estensione del progetto Pedibus alle scuole dell’oltretorrente dopo la positiva esperienza alla scuola dell’Europa di via Saffi: il Comune è favorevole ed appoggerà le iniziative dei genitori che vorranno dare il via all’iniziativa.
Un cenno ai nuovi alberi piantumati in piazzale Matteotti: giovani magnolie in sostituzione, come richiesto dai cittadini, di alberature seccate.

Grande interesse della platea per le proposte culturali illustrate dall’assessore Ferraris, che ha ribadito il sostegno dell’Amministrazione al cinema D’Azeglio, con l’erogazione di un contributo di 22.000 euro a copertura di circa il 40% delle necessità, e l’impegno a proseguire nei prossimi anni con importi quantificabili a seconda delle risorse a bilancio.
Ferraris ha sottolineato la funzione sociale svolta dal cinema come centro di aggregazione del quartiere  e ha ricordato il momento di particolare difficoltà economica dovuta alla necessità di sostituzione dell’impianto esistente con uno digitale, che comporterà una spesa di circa 60.000 euro, rivolgendo un invito ai presenti a sostenere il D’Azeglio, anche ricorrendo all’utilizzo per momenti assembleari o altre finalità legate alla vita di quartiere.

Con questo intento, l’assessore si è rivolta ai rappresentanti dell’associazione ArtLab presenti in sala, invitandoli ad evitare programmazioni gratuite analoghe a quelle proposte dal D’Azeglio, ritenendo anche questa una forma di sostegno ad una presenza vitale per il quartiere.
E di sostegno l’assessore ha parlato anche il riferimento all’iniziativa di un gruppo di residenti “gli amici della biblioteca”, che affiancano la biblioteca Civica con attività di supporto anche dai risvolti sociali, mettendosi a disposizione di chi voglia, per esempio, un aiuto per compilare il proprio curriculum o chieda indicazioni di come poter migliorare la propria posizione sociale.

Riguardo ai numerosi teatri presenti nel quartiere, Ferraris ha ricordato che si stanno rinnovando le convenzioni e si stanno valutando le richieste delle compagnie, con particolare riguardo a quelle che cercheranno di fare rete tra loro.
Valorizzazione anche per la poesia e il teatro dialettale, con lo studio di progetti in corso e sostegno all’associazione Famija Pramzana per la catalogazione di un nucleo di libri sull’uso del dialetto.

Infine, l’annuncio di una programmazione estiva che si svolgerà nelle piazze e nei cortili del quartiere e che fungerà anche  come alternativa culturale alle giornate della movida, come richiesto da molti dei residenti presenti ed in particolare dai rappresentanti dell’associazione ArtLab.

 

 

 

 


Per poter commentare devi essere residente nel Comune di Parma e registrato sul portale!
Effettua il Login oppure Registrati
Numero Unico 0521 40521
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014