NOTIZIE / 06.07.21 / MOBILITÀ E TRASPORTI

Parma vincitrice dell'Urban Award

Il Comune di Parma ha vinto l'Urban Award 2020, il premio per la mobilità sostenibile: un parco bici di 30 mezzi offerto dalle aziende di ANCMA per Parma prima classificata.

urban award

La presentazione della V^ edizione di Urban Award 2021 e Premiazione 2020 si sono svolte questa mattina negli spazi della Tettoia Liberty, nell’ex parco Eridania. Al momento hanno preso parte: Federico Pizzarotti, Sindaco di Parma; Tiziana Benassi, Assessora alle Politiche di Sostenibilità Ambientale del Comune di Parma; Vittorio Brumotti, Pioniere ciclismo sostenibile; Federica Cudini, Marketing Manager Bosch eBike Systems Italy; Antonio Decaro, Presidente ANCI, collegato on line all’evento; Piero Nigrelli, Direttore Generale ANCMA e Stefania Trevisol, Public Relations Openjobmetis SpA. Ha presentato e moderato Ludovica Casellati, Giornalista e scrittrice, Viagginbici.com e Luxurybikehotels.com.

Il 1° premio, edizione 2020, è stato assegnato al Comune di Parma, e lo hanno ritirato il Sindaco, Federico Pizzarotti, e l’Assessora alle Politiche di Sostenibilità Ambientale, Tiziana Benassi. Il 2° premio è andato al Comune di Francavilla Fontana e lo ha ritirato Sergio Tatarano, Assessore alla Mobilità; il 3° premio è andato al Comune di Pesaro e lo ha ritirato il Presidente del Consiglio Comunale Marco Perugini. I premi sono stati consegnati da Ludovica Casellati e da Fabio Fecci, Sindaco di Noceto, e Vice Presidente Anci Emilia Romagna.

La mobilità sostenibile è la nuova sfida per il futuro. Parma ha dimostrato di essere all’altezza di questa sfida, vincendo l’edizione 2020 e ospitando la 5^ edizione di Urban Award, Premio per la mobilità sostenibile. Ideato da Ludovica Casellati, direttrice di Viagginbici.com e Luxurybikehotels.com e organizzato con Anci, Urban Award ha l’obiettivo di premiare i Comuni virtuosi e incentivare le amministrazioni a investire nel futuro, sostenendo i progetti legati alla bicicletta e alla mobilità sostenibile.

A credere fortemente in questo progetto prestigiosi partner: Openjobmetis Spa, Intesa Sanpaolo e Bosch eBike Systems.

In occasione della presentazione dell’edizione 2021 sono stati consegnati i premi ai vincitori della scorsa edizione. Il Comune di Parma, primo classificato, ha ricevuto un parco bici composto da circa 30 mezzi, offerto dalle aziende associate ad ANCMA, Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori, di Confindustria, partner del premio.

I Comuni vincitori dell’edizione 2021 saranno premiati in occasione della XXXVII Assemblea Nazionale Anci, che si terrà dal 9 all’11 novembre 2021 a Parma.

Urban Award premia chi investe in un futuro green

I numeri del mondo della bicicletta parlano chiaro. Secondo le anticipazioni del Rapporto 2021 dell’Osservatorio sul cicloturismo, realizzato da Isnart, nel 2020 i cicloturisti italiani sono stati 4,7 milioni e hanno generato una spesa di 4,1 miliardi di euro. Un potenziale enorme per le amministrazioni comunali che cercano la strada giusta per far ripartire anche il turismo. “L’obiettivo di Urban Award - ha sottolineato Ludovica Casellati, ideatrice del Premio e direttrice di Viagginbici.com e Luxurybikehotels.com - è quello di incentivare le amministrazioni a investire nel futuro, con piste ciclabili adeguate nelle città che facilitino il bike 2 work e il bike 2 school, che sono le cause maggiori di congestione del traffico nei nostri Comuni. Urban Award ha avuto il merito in questi anni di valorizzare le buone pratiche di tante città come la Bicipolitana, l’incentivo chilometrico per chi va al lavoro in bicicletta, i bike sharing etc, facendo in modo che si innescasse una gara virtuosa a riprodurre questi modelli”.

Il mercato della bicicletta in Italia è in forte crescita. Sempre secondo l’Osservatorio sul cicloturismo di Isnart, che ha elaborato i dati di ANCMA, Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori, di Confindustria, nel 2020 sono stati venduti oltre 2 milioni di bici: 1,7 milioni di bici tradizionali (+14% sul 2019) e 280.000 e-bike (+44% su l 2019).

 “La bicicletta è destinata a diventare il mezzo di trasporto ideale - ha precisato Casellati -, perché è economica, rispetta l’ambiente, consente di spostarsi velocemente nel traffico cittadino ed è perfetta anche nel tempo libero. Non è più vista come un mezzo di nicchia riservato a un ristretto gruppo di appassionati, ma sta diventando un fenomeno che coinvolge un pubblico sempre più attento e motivato”.

Le città in bicicletta

L’Italia ha un una rete di piste ciclabili di circa 58.000 chilometri. Un patrimonio cresciuto sensibilmente negli ultimi anni, con Comuni sempre più attenti a investire in mobilità dolce, ma che non è così valorizzato.

Urban Award intende far conoscere le soluzioni che le amministrazioni hanno realizzato o stanno attuando per consentire ai cittadini e perché no anche ai turisti di incrementare l’utilizzo di biciclette e trasporti integrati per i propri spostamenti. Il tutto per favorire la mobilità sostenibile e diminuire l’impatto ambientale generato dai veicoli privati.

Il Premio prenderà in considerazione i progetti appena approvati o in essere dalle amministrazioni pubbliche. Verranno prese in considerazione anche le attività di comunicazione e sensibilizzazione attuate dai Comuni attraverso eventi e iniziative volte a promuovere l’uso della mobilità integrata, come bici e mezzi pubblici oppure incentivazione all’utilizzo della mobilità dolce anche integrata con il trasporto pubblico locale per una riduzione dell’uso dell’auto privata come ha fatto magistralmente il Comune di Parma attraverso una campagna promozionale.

Il regolamento verrà pubblicato nel sito di Anci, dove si troverà anche l’application form da utilizzare per inviare la domanda di partecipazione. La candidatura dovrà essere presentata dal sindaco o da un suo delegato entro il 22 ottobre 2021 all’indirizzo urban@viagginbici.com.

La domanda di partecipazione dovrà contenere una descrizione del progetto supportata da materiale fotografico o video, che consenta alla giuria di valutare l’effettivo beneficio che deriva alla città e ai cittadini dal progetto presentato. 

“La bicicletta, così come la mobilità sostenibile ormai è parte integrante della programmazione urbana di tutte le città, piccole o grandi che siano - ha spiegato il presidente dell’Anci Antonio Decaro -. Dopo i mesi trascorsi alle prese con le restrizioni legate all’emergenza sanitaria, che hanno interessato anche i sistemi di trasporto, ancora di più è cresciuta l’attenzione e la sensibilità degli amministratori locali, a tutti i livelli, e dei cittadini rispetto all’opportunità di incrementare politiche e azioni di sviluppo e promozione di mobilità sostenibile, sia sul fronte delle infrastrutture sia sul fronte della dotazione dei mezzi. Oggi per noi la bicicletta è diventata a tutti gli effetti un mezzo di trasporto quotidiano, che può rappresentare davvero un’alternativa all’auto privata non solo per il tempo libero, ma anche per i percorsi casa - scuola e casa - lavoro. Occorre però continuare a investire sul fronte della sicurezza, soprattutto per i più giovani, sulla velocità delle procedure di progettazione, a partire dalle nuove piste cosiddette light e sull’intermodalità che permette la connessione dei centri urbani con i comuni limitrofi così da garantire gli spostamenti dei cittadini pendolari. Infine, ma non per questo meno importante, dobbiamo continuare a investire sulla promozione dell’utilizzo della bicicletta come strumento di benessere, per i singoli ciclisti e per le città che attraversano. In questo senso, avere una sorta di piattaforma comune, quale può essere l’Urban Award può aiutare le amministrazioni locali a mutuare buone pratiche e scelte progettuali che possono rivelarsi adatte per i propri territori”.  

A Parma il premio per la mobilità sostenibile 2020

A ospitare la presentazione della nuova edizione di Urban Award il Comune di Parma, vincitore dell’edizione 2020. Il giudizio della giuria è stato unanime: la città di Parma ha vinto per la completezza delle iniziative legate al bike to work e al bike to school. Un impegno che il Comune ha portato avanti in modo costante e convinto e per il quale oggi ha ricevuto un parco bici di 30 mezzi messo a disposizione dalle aziende di ANCMA, Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori, di Confindustria.

“Parma riceve oggi un riconoscimento importante che premia l'impegno concreto dell’Amministrazione a favore della mobilità sostenibile e lo stile green dei parmigiani nel vivere e muoversi in città – ha rimarcato l'Assessora alle Politiche di Sostenibilità Ambientale del Comune di Parma, Tiziana Benassi -. Un premio, quindi, che va alla città - perché questo riconoscimento è il risultato del lavoro e dell'impegno di tutti - di una sinergia territoriale che vede nello sviluppo sostenibile l’unica via possibile. Le biciclette che riceviamo verranno quindi distribuite, in modo simbolico, a trecentosessanta gradi, nei vari settori: aziende e scuole che si sono distinte, in particolare, nei piani di spostamento casa-lavoro e casa-scuola; operatori del Welfare, che prestano quotidianamente il loro servizio a beneficio dei più bisognosi; dipendenti comunali, che potranno fungere da “esempio” spostandosi pedalando fra le varie sedi municipali; associazioni che si sono impegnate a promuovere le attività commerciali locali e il nostro territorio attraverso l'uso della bicicletta; il mondo della comunicazione, importante supporto per continuare a promuovere la cultura della mobilità sostenibile”.

Le 30 biciclette, ricevute dal Comune di Parma, verranno distribuite alla città, in modo simbolico, a trecentosessanta gradi nei vari settori, per sottolinearne la sinergia. Per un terzo agli operatori dei Servizi Sociali del Comune, che prestano quotidianamente il loro servizio a beneficio dei più bisognosi, altre ad associazioni che si sono impegnate a promuovere le attività del territorio attraverso l’uso della bicicletta, una parte alle scuole che più si sono distinte nell’ambito del progetto “Parma Cambia Spazio”, alcune ai dipendenti comunali per favorire gli spostamenti fra le varie sedi municipali, altre al mondo della Comunicazione e alle Aziende virtuose che contribuiscono ad incentivare lo spostamento casa-lavoro

Il premio è stato consegnato da Piero Nigrelli, Direttore generale ANCMA. “Quello delle aziende che si sono messe assieme per donare queste biciclette è impegno concreto, che racconta quanto anche l’industria voglia fare la propria parte nel diffondere l’utilizzo della bici come stile di vita e strumento di mobilità nel quotidiano - ha detto Nigrelli -. A Cicli Lombardo, RMS, Selle Royal e Vittoria va necessariamente un ringraziamento speciale, perché insieme alla associazione hanno creduto in questo premio per il valore che ha nell’accendere un riflettore sulle buone pratiche delle istituzioni locali in modo che siano contagiose e esempio virtuoso anche per altre città e comuni. L’augurio è infatti che altri prendano esempio e che i vantaggi che derivano dall’implementazione della mobilità dolce salgano sempre più in alto nelle agende politiche delle amministrazioni e del legislatore”.

Mobilità sostenibile e mondo del lavoro

Le aziende hanno la possibilità di rivestire un ruolo fondamentale nella promozione della mobilità dolce, incentivando a raggiungere il luogo di lavoro con un mezzo sostenibile. “In questi due anni così controversi le aziende hanno riscoperto una figura professionale che definirei strategica, quella del Mobility Manager - ha detto Rosario Rasizza, AD Openjobmetis -. Introdotta per Legge dal 1998, con il Decreto Rilancio del 2020, ha acquisto sempre più importanza. In concreto questo professionista si occupa di creare piani di spostamento casa-lavoro (PSCL) attraverso l’analisi dell’accessibilità dei luoghi, utilizzando strumenti statistici e tool di geocoding e di creare un database sulla mobilità aziendale con la redazione di questionari interni. La sua attività ha un forte impatto non solo sull’economia aziendale, ma anche sul benessere dei collaboratori. Incentivare piani di car pooling e car sharing, promuovere l’uso di mezzi di trasporto pubblici o l’utilizzo di veicoli alternativi come le biciclette e i monopattini, significa porre al centro le persone, salvaguardare il nostro ambiente e diffondere una maggiore cultura della mobilità, che può e deve essere sempre più sostenibile”.

Da sempre attento allo sviluppo sostenibile della società il gruppo bancario Intesa Sanpaolo, Top Sponsor di questa 5^ edizione, assegnerà una menzione speciale. “Sono molto felice di poter partecipare a questo importante progetto e ringrazio ancora una volta Intesa Sanpaolo, con cui condivido i valori collegati alla sostenibilità, per avermi coinvolto. Sempre più persone utilizzano la bicicletta per i propri spostamenti quotidiani, dimostrando come la mobilità sia un elemento imprescindibile per raggiungere l’obiettivo di diventare più sostenibili e responsabili nei confronti dell’ambiente, della società e delle nuove generazioni. Anche questo è un bel segnale di ripartenza e di rinnovata consapevolezza dell’importanza di questi temi per la collettività”, ha dichiarato Vittorio Brumotti, campione internazionale e inviato di Striscia la Notizia.

Una mobilità ciclabile alternativa è quella promossa da Bosch eBike sponsor tecnico di Urban Award. “Come Bosch eBike siamo orgogliosi di essere sponsor tecnico di Urban Award – ha detto Federica Cudini, Marketing Manager Italia - Bosch eBike Systems -. L’obiettivo di una mobilità ciclabile alternativa a quella dei mezzi tradizionali, è un tema che ci sta particolarmente a cuore. Durante la crisi del Coronavirus è stato ancor più evidente quanto la bicicletta possa giocare un ruolo fondamentale nella mobilità individuale. Muoversi in bicicletta non fa solo bene all’ambiente, ma è un’opportunità per noi stessi e per le generazioni future. Ecco perché Bosch eBike sviluppa costantemente tecnologie all’avanguardia, in grado di rendere la bicicletta elettrica sempre più efficiente e innovativa: una perfetta sostituta dei mezzi tradizionali, che garantisce comfort e piacere di guida a tutti i tipi di pedalatori. Riteniamo quindi fondamentale supportare attivamente lo sviluppo di un’infrastruttura adeguata ad accogliere questi mezzi, sempre più sofisticati e tecnologici, per sostenere realmente la rivoluzione della mobilità".

Una giuria prestigiosa

La giuria dell’Urban Award è presieduta Ludovica Casellati, direttore di Viagginbici.com e Luxurybikehotels e ideatrice del Premio. E’ composta da istituzioni, opinion leader, associazioni, giornalisti del settore turistico e della bicicletta: Marino Bartoletti, direttore editoriale Bike Channel; Vittorio Brumotti, campione internazionale e inviato di Striscia la Notizia; Massimo Cirri, autore Caterpillar Radio 2; Federica Cudini, Marketing manager Bosch eBike System; Giancarlo Feliziani, caporedattore Tg La7; Antonella Galdi, vice segretario generale Anci; Francesco Giorgino, giornalista TG1 e docente Luiss; Maria Rita Grieco, caporedattore TG; Paolo Liguori, direttore Tgcom24; Silvia Livoni, Osservatorio Bikeconomy; Piero Nigrelli, direttore settore ciclo di Ancma; Rosario Rasizza, AD Openjobmetis; Monica Sala, giornalista conduttrice Radio Monte Carlo, Pierangelo Soldavini, giornalista Il Sole24Ore.

Un comitato ristretto dell’Anci farà una prima selezione dei progetti presentati, che verranno poi valutati da tutta la giuria, la quale si riunirà qualche giorno prima della proclamazione dei vincitori.

Un premio al Comune più virtuoso

La proclamazione dei vincitori avverrà in occasione della XXXVIII Assemblea Nazionale Anci, che si terrà a Parma dal 9 all’11 novembre 2021. Il 1°, 2° e 3° premio, nonché una menzione speciale, saranno assegnati ai Comuni che nella presentazione del progetto dimostreranno lo sviluppo delle tematiche legate alla sostenibilità, tra cui: valutazione di impatto ambientale, effettiva fruibilità dei servizi, abbattimento dell’inquinamento atmosferico, strumenti di comunicazione e sensibilizzazione nei confronti dei cittadini e dei turisti. L’edizione 2021 si focalizzerà soprattutto sul cambiamento di passo del Comune verso la bicicletta e la sua fruizione.

Il primo classificato riceverà un parco bici di 30 mezzi, offerto dalle aziende di ANCMA, Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori, di Confindustria.


Per poter commentare devi essere residente nel Comune di Parma e registrato sul portale!
Effettua il Login oppure Registrati
Numero Unico 0521 40521
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014