NOTIZIE / 30.03.17 / WELFARE

Giornata mondiale dell'autismo

“Al bar scelgo io!”, un progetto per favorire l’inclusione di chi ha difficoltà a comunicare e tutte le iniziative dedicate al 2 aprile, Giornata mondiale della consapevolezza dell’Autismo.

2017 03 30 pizzarotti rossi giornata autismo w

E’ un progetto per favorire l’inclusione. “Al bar scelgo io!” prevede la realizzazione di una tovaglietta per i ragazzi con Disturbi dello Spettro Autistico che potranno, in autonomia, scegliere e ordinare al bar ciò che vogliono consumare. Si tratta di tovagliette parlanti che riportano fotografie di bibite, panini, insalate, caffè e cappuccino, pasta, gelato e saranno utili per i ragazzi con difficoltà di comunicazione (ma anche per chiunque non riesca a esprimersi) per ordinare senza aiuti.

Realizzato dal Comune di Parma, in collaborazione con l’Azienda USL e con le associazioni “Noi uniti per l’autismo”, ANFASS Parma e ANGSA, finanziata con il contributo di Ascom Parma e di Confesercenti Parma, il progetto coinvolgerà alcuni esercenti della città disponibili a consegnare le tovagliette a tutti coloro che abbiano difficoltà comunicative. La tovaglietta contiene fotografie ed etichette verbali ed è stata creata per chiunque possa avere difficoltà di comunicazione: semplifica le ordinazioni anche per i bambini in età prescolare e per le persone che non conoscono la lingua italiana. L’iniziativa si avvale dell’impulso fornito dalla città di Parma, riconosciuta Città creativa per la gastronomia dall'UNESCO. Il progetto ricalca un’iniziativa di Ascom Bergamo, dell’Associazione Angelman e della Fondazione per la ricerca sulle malattie rare.

“In questi anni di mandato – ha detto il sindaco Federico Pizzarotti – abbiamo avuto modo di entrare in contatto con le associazioni, le famiglie e tante persone che vivono questa realtà della quale è fondamentale prendere coscienza e consapevolezza per sviluppare una giusta capacità di inclusione e comprensione, che può passare anche da iniziative semplici, come quella della tovaglietta, in grado però di sensibilizzare un ampio numero di persone”.

“Le iniziative di sensibilizzazione verso questa problematica – ha sottolineato l'assessore al Welfare Laura Rossi – si accompagnano ad una attività quotidiana di miglioramento dei servizi di inclusione e sostegno tesi a dare risposte sempre più adeguate ai diversificati bisogni che nascono da ogni disabilità, attraverso la formazione approfondita di operatori dedicati, progetti sperimentali con le scuole e un servizio diurno che partirà a breve”.

“Desidero ringraziare oltre al Sindaco – ha detto la Direttrice Generale AUSL di Parma, Elena Saccenti - le associazioni dei famigliari che collaborano con i nostri professionisti tutto l'anno e non solo per le iniziative della Giornata mondiale. Che sono importanti perché la socializzazione per chi soffre di disturbi autistici è occasione di relazione, dunque anche di cura e di vita migliore insieme”.

“Quest'anno abbiamo portato avanti il progetto ambizioso – ha detto la responsabile Centro per la Diagnosi, la Cura e lo Studio dei Disturbi della Comunicazione e della Socializzazione Marta Godio – di coinvolgere i nostri pazienti nella preparazione di pasti e cibi, grazie alla professionalità e sensibilità dello chef Fabio Romani, con il quale stiamo pensando a nuovi percorsi e iniziative già dall'estate”.

“Scenderemo in campo con le magliette blu – ha detto Fausto Pizzi, responsabile del Settore Giovanile e della squadra femminile del Parma – in modo da dare visibilità e sensibilizzare su questa tematica. Negli sport di squadra la diversità diventa una specialità ed è questo il messaggio che vogliamo trasmettere”.

Sono inoltre intervenuti, durante la presentazione alla stampa, lo Chef di Parma del ristorante “Romani” Vicomero, Fabio Romani, la Presidente di Noi Uniti per l’Autismo di Parma, Alessandra Curti, la Presidente Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici Parma, Angela Volta, la Vicepresidente di ANFASS Parma, Cristiana Torricella, il Presidente di FIEPET Confesercenti, Massimo Delle Donne, il Vicepresidente di FIPE Ascom, Nico Tamani, rappresentanti del Rugby Parma, Zebre, Panthers, CUS Parma Triathlon, Seconds Out.

Sono tante le iniziative organizzate a Parma e in provincia, che puntano l’attenzione sul 2 aprile, Giornata mondiale della consapevolezza dell’Autismo. Anche il Comune di Parma, l’Azienda USL, l’Università di Parma in collaborazione con le associazioni del territorio che si occupano di Disturbi dello spettro dell’autismo, e in sinergia con altri partners del mondo dello sport e del volontariato, vogliono celebrare la giornata e sensibilizzare la cittadinanza. I monumenti più importanti delle città in Italia e nel mondo si illuminano di blu, così come sono previste numerose iniziative tutte con la finalità di contrastare il pregiudizio, il rifiuto della diversità, la discriminazione, favorire il confronto e la conoscenza della patologia.

Domenica 2 aprile il Comune di Parma illuminerà il Municipio con la luce blu: “Light in up blue” ovvero “Illuminalo di blu”. In questo modo il Comune aderisce alla campagna lanciata nel 2010 da “AutismSpeaks”, la più grande organizzazione mondiale che si occupa di promuovere la ricerca scientifica sull’autismo. In serata, aderendo, l’Amministrazione Comunale di Parma illumina il Municipio di blu.

Inoltre sabato 1 e domenica 2 aprile “Lo sport di Parma si veste di blu”. Il Parma Calcio 1913 entrerà in campo il 2 aprile, alle 18.30, indossando la maglietta blu e il capitano Alessandro Lucarelli leggerà un messaggio sulla giornata, rivolto a tutti i tifosi presenti allo stadio. Anche le Zebre, la Rugby Parma, gli atleti del CUS Parma triathlon e di Seconds Out scenderanno in campo indossando una maglietta blu. Le magliette sono offerte da Errea Parma.

Questi gli appuntamenti: Prima squadra Parma Calcio 1913 nella gara contro la Maceratese del 2 aprile 2017, alle 18.30, Stadio Tardini; Formazione Berretti Parma Calcio 1913 nella gara contro il Como del 1 aprile 2017, alle 15.00, Centro Sportivo di Collecchio; Formazione Femminile Parma Calcio 1913, nella gara in trasferta contro il San Paolo del 2 aprile 2017, alle 15.30; Formazione Giovanissimi Professionisti 2003 del Parma Calcio 1913 nella gara contro la Spal del 2 aprile 2017, alle 10.30, Centro Sportivo di Collecchio.

L’iniziativa è organizzata dall’Assessorato allo Sport, Politiche Giovanili, dall’Assessorato ai Servizi Sociali, Settore Operativo genitorialità del Comune di Parma, dal Centro per la Diagnosi, la Cura e lo Studio dei Disturbi della Comunicazione e della Socializzazione insieme alle società sportive. Molta importanza assume la presenza del mondo dello sport chiamato a sensibilizzare le realtà sportive locali alla conoscenza dell’autismo e quindi all'accoglienza dei ragazzi e delle ragazze con ASD (Disturbo dello spettro dell’autismo).

Lo sport racchiude in sé aspetti neuro e psicomotori, educativi e ludici fondamentali, e favorisce l’autonomia, lo scambio interpersonale, il contatto con l’ambiente esterno e il rispetto delle regole. Lo sport è, quindi, occasione di socializzazione e di acquisizione di autonomie. L’attività sportiva consente di scaricare energie, la presenza di una figura di riferimento, un ambiente sufficientemente strutturato (partenza, arrivo, percorso definito, regole chiare) può essere molto utile per la persona con ASD.

Venerdì 31 marzo, alle 17.00, nella Sala del Consiglio Comunale, il Convegno “L’(IM)paziente autistico, come intervenire con persone con DSA presso i dipartimenti ospedalieri in emergenza e in routine?”. L’iniziativa è realizzata dall’Associazione Noi Uniti per l’Autismo in collaborazione con Fondazione Bambini e Autismo Onlus.

Domenica 2 aprile, con iscrizioni alle 9.00 e partenza alle 9.30, piazza Garibaldi, “Marcia in Blu” camminata per le vie del centro di Parma. L’iniziativa è realizzata dall’Associazione Noi Uniti per l’Autismo e Fondazione Bambini e autismo Onlus.

Domenica 2 aprile, con partenza alle 9.30 in piazza Berzieri a Salsomaggiore Terme con arrivo a Ponteghiara camminata “Walk in Blue”. L’iniziativa è organizzata dall’Associazione ANGSA.

Lunedì 3 aprile, alle 21.00, al cinema Edison proiezione del film d’animazione “Life, Animated” con audio e luci controllate per agevolare i bimbi con difficoltà percettive. La storia: la Sirenetta, il Re Leone, Aladdin, i classici Disney hanno scandito l'infanzia di noi tutti, ma per qualcuno hanno avuto un significato particolarmente importante. E' il caso di Owen, che all'età di tre anni ha iniziato a manifestare i sintomi di una grave forma di autismo. Chiuso in se stesso, incapace di elaborare le proprie emozioni, Owen trova proprio nei film Disney un tramite per fare breccia nella barriera che lo separa dal mondo, sviluppando un modo del tutto alternativo ed eccezionale di esprimersi attraverso la voce dei suoi eroi.

Sabato 8 aprile, alle 10.00, all’Hotel Porro di Salsomaggiore Terme, il Convegno “Ugualispeciali… mettiamo al centro le persone: autismo, disabilità e buone pratiche d’intervento”. L’iniziativa è organizzata dall’Associazione ANGSA.

Da mercoledì 19 a venerdì 21 aprile, alla Camera di Commercio di Parma, il Congresso“Salute mentale e Progetto di Vita. Dialoghi verso le linee guida nazionali per le persone con disabilità e autismo”. L’iniziativa è organizzata da SIDING, Società Italiana per i Disturbi del Neurosviluppo, in collaborazione con ANFASS di Parma.

Una giornata con lo chef” Quest’anno i ragazzi che hanno partecipato al progetto “Ricette d’autonomia”, hanno vinto un’ulteriore sfida: sperimentarsi al di fuori del contesto conosciuto e in un luogo nuovo. I ragazzi hanno trascorso una giornata nella cucina del ristorante dello chef parmigiano Fabio Romani e, insieme, hanno potuto cucinare con il sostegno di un amico chef e in una cucina professionale.

Il tutto è stato possibile grazie all’impulso dato dal riconoscimento di Parma come Città creativa per la gastronomia dall'UNESCO. Una prima esperienza che apre spazi di collaborazione più ampi. Infatti, l’obiettivo del progetto è anche quello di fare conoscere i ragazzi che possono così diventare testimonial per nuove iniziative. “Ricette di autonomia” è attivo da due anni, grazie alla collaborazione fra AUSL, Comune di Parma, famiglie e cooperative che forniscono il personale educativo qualificato.

Il progetto coinvolge quattro ragazzi con Disturbo dello spettro dell’autismo, in carico all’Ausl di Parma, tra i 15 e i 17 anni. Si tratta di un intervento abilitativo di gruppo, in un contesto strutturato, con l’esperienza condivisa del pasto, della sua preparazione e uscite per fare la spesa. L’obiettivo è di arricchire il bagaglio di competenze pratiche individuali, legate alle autonomie domestiche e in un contesto di relazione sociale, mediato dalle figure educative.

I professionisti dell’AUSL - Centro e Centro di Salute Mentale - hanno partecipato ad una formazione sul modello della Qualità di Vita con gli operatori Assistenti Sociali ed educatori del Comune di Parma. In questo ambito, inerente al Progetto di Vita, è stato realizzato il Laboratorio "La petite boutique de la ferme". Laboratorio di riciclo e riuso di materiali vari (vestiti e accessori dismessi, oggetti non più utilizzabili,…) volto a favorire l'acquisizione e il potenziamento delle abilità manuali e la cooperazione. L'attività è rivolta a 7 ragazzi over 14 anni in carico al Centro e viene svolta settimanalmente alla Fattoria di Vigheffio, con la mediazione del personale educativo e di un coordinatore dell’attività.

 

Centro per la Diagnosi, la Cura e lo Studio dei Disturbi della Comunicazione e della Socializzazione

E’ operativo dal gennaio 2011, grazie a un progetto di integrazione tra Ausl e Comune di Parma, con la collaborazione dell'Università di Parma, dell'Istituto Scolastico provinciale e delle rappresentanze delle famiglie. E' un punto di incontro per chi, nel territorio, si occupa di ASD e un riferimento per insegnanti ed educatori che, nel quotidiano, lavorano con bambini e ragazzi con questi tipi di disturbi.

Obiettivo del Centro è giungere a una diagnosi tempestiva, con la collaborazione dei pediatri e dell'Ospedale del Bambino, per fornire ai piccoli pazienti percorsi di cura personalizzati, affinché acquisiscano nuove abilità, per avere una vita adulta quanto più autonoma. Sono previste attività individuali e di gruppo basate sui diversi approcci oggi utilizzati a livello internazionale e indicati nelle linee giuda nazionali e internazionali, compresa la sperimentazione di nuove tecniche abilitative ideate a partire dalle recenti scoperte scientifiche sui neuroni specchio.

Le persone seguite dall'Azienda USL di Parma, al 31/12/2016 sono 236, di cui 123 sono in carico al Centro.

In particolare, nel 2016-2017, sono stati avviati progetti sperimentali tuttora in corso, quali:

"Ricette di autonomia": gruppo di lavoro con quattro ragazzi delle superiori, che ha come oggetto l'esperienza condivisa del pasto e della sua preparazione, con uscite al supermercato per fare la spesa, unendo l'attività del cucinare con l'esperienza sociale;

“La petite boutique de la ferme”: laboratorio in Fattoria a Vigheffio, rivolto a 6 ragazzi over 14 anni, per l’acquisizione e il potenziamento della manualità grossolana al fine di favorire la cooperazione;

“Kick Boxing”: laboratorio sportivo, rivolto a 8 ragazzi over 14 anni, con l'obiettivo di favorire l’apprendimento della disciplina delle arti marziali e consolidare le autonomie legate alla cura di sé;

“Triathlon”progetto sperimentale con il CUS Parma per alcuni ragazzi. I giovani atleti sono accompagnati dalla figura dell’educatore che personalizza la proposta del l’istruttore, con l’obiettivo di favorire l’indipendenza;

Progetti Estivi: attività socializzanti in piccolo gruppo condotto da figure educative volte a favorire le autonomie, le abilità sociali e la conoscenza di luoghi della provincia.

 

I disturbi dello spettro autistico

Sono caratterizzati da difficoltà nella comunicazione, nell’interesse sociale e dalla presenza di comportamenti ed interessi ristretti e stereotipati. La caratteristica più evidente è l'isolamento, accertato dall’assenza di risposta verbale e non verbale (assenza di contatto oculare e della mimica) alle stimolazioni verbali e ambientali, dalla difficoltà a stare con coetanei e adulti, dai disturbi del comportamento (iperattività fisica accentuata, comportamenti ossessivi e spesso privi di senso ecc.). I dati degli ultimi anni confermano che si tratta di una patologia in aumento. Ad oggi non esiste “la cura dell’autismo”, tuttavia un intervento psicoeducativo, individualizzato, globale e precoce ne migliora di molto la prognosi, favorendo il raggiungimento di un buon grado di autonomie ed il conseguente innalzamento della qualità di vita della persona con ASD e della sua famiglia.

ALLEGATI |

>> Tovaglietta 3 (2,32 MiB)


Per poter commentare devi essere residente nel Comune di Parma e registrato sul portale!
Effettua il Login oppure Registrati
Numero Unico 0521 40521
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014