Salta al contenuto

A seguito delle proiezioni dell’Agenzia regionale per la prevenzione, l'ambiente e l'energia dell'Emilia-Romagna (ARPAE) relative al possibile sforamento dei valori limite giornalieri del PM10, proseguono le misure emergenziali fino a mercoledì 4 gennaio, compreso, che prevedono lo stop ai diesel Euro 5. Il provvedimento rientra tra quelli previsti a livello regionale in base alle misure adottate dalla Regione Emilia-Romagna e collegate al Piano Aria Integrato (Pair) 2020.

Il meccanismo prevede l’emissione dei bollettini ARPAE nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì, effettuati con un sistema di valutazione integrato che si fonda sulla previsione meteorologica e di qualità dell’aria per i giorni successivi, prevedendo i possibili sforamenti.

Le misure emergenziali prevedono: la limitazione della circolazione dei veicoli diesel Euro 4 ed Euro 5, dalle 8.30 alle 18.30, entro l'anello della tangenziale; l’abbassamento temperature medie nelle abitazioni fino a 19° e negli spazi commerciali e ricreativi fino a 17°; divieto di combustione all'aperto (residui vegetali, falò, barbecue, fuochi d'artificio); divieto di uso di biomasse per il riscaldamento domestico (in presenza di impianto alternativo) con classe di prestazione energetica ed emissiva <4*; divieto di sosta con motore acceso per tutti i veicoli; divieto di spandimento di liquami zootecnici senza tecniche ecosostenibili.

Non possono circolare

Dalle 8.30 alle 18.30, entro l'anello della tangenziale, i veicoli con accensione comandata (alimentati a benzina) omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2; veicoli con accensione spontanea (diesel) cat. M1, M2, M3, N1, N2, N3 omologati pre Euro, Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4, Euro 5; ciclomotori e motocicli omologati pre Euro ed Euro 1; veicoli a gas metano-benzina o GPL-benzina omologati pre Euro ed Euro 1.

Possono circolare

Gli autoveicoli alimentati a benzina omologati Euro 3 o superiori; autoveicoli con alimentazione diesel omologati Euro 6 o superiori. Cicli e motocicli Euro 2 o superiori. Gli autoveicoli ad alimentazione elettrica o ibrida e gas metano/benzina o GPL/benzina omologati Euro 2 e successivi; gli autoveicoli con almeno tre persone a bordo (car pooling) ciclomotori e motocicli elettrici; inoltre veicoli derogati in ordinanza quali ad esempio, famiglie con una fascia Isee inferiore a 19.000 €; veicoli diretti agli alberghi, i veicoli di persone che svolgono attività di tipo sanitario, i mezzi che trasportano prodotti deperibili, i mezzi con a bordo portatori di handicap, e tutti gli altri veicoli espressamente indicati nell’ordinanza pubblicata integralmente sul sito del Comune di Parma.

I veicoli esclusi dalle limitazioni

Informazioni sui parcheggi scambiatori.

Le novità sulle limitazioni al traffico in vigore dal 1° gennaio.

A cura di

Questa pagina è gestita da

Ultimo aggiornamento

02-01-2023 11:01

Contenuti correlati

Comunicato stampa29 dic 2022
Limitazioni al traffico. Cosa cambia dal 1° gennaio 2023
Dal 1° gennaio i cittadini dell’Emilia-Romagna potranno iscriversi a Move-In, il sistema di monitoraggio per ridurre l’impatto emissivo dei veicoli e promuovere stili di guida più sostenibili
Novità30 set 2022
Misure antismog
Dal 1° ottobre 2022 al 30 aprile 2023 entrano in vigore le misure antismog, con limitazione sulla circolazione dei veicoli inquinanti e misure emergenziali.

Questa pagina ti è stata utile?