Salta al contenuto

Pesaro sarà Capitale Italiana della Cultura nel 2024, Parma lo è stata per il passato biennio. Le due città condivideranno anche questa esperienza, ma sono già legate, dal 2018, da un protocollo che evidenzia il loro impegno verso l'attivazione di programmi culturali condivisi, confermando, per entrambe le municipalità l'importanza di piani strategici ed indirizzi di ampio respiro in questo ambito.  Appena dopo l'avvio ufficiale della Cena dei Mille 2022, cuore del Settembre Gastronomico della città capitale anche dell'enogastronomia mondiale e città Creativa Unesco per la gastronomia, con il ricevimento ufficiale degli chef impegnati nell'allestimento di una tavola sotto le stelle per Mille commensali il Sindaco Michele Guerra ha accolto nella Sala di Rappresentanza del Municipio il Sindaco di Pesaro Matteo Ricci

I due Sindaci, nel pomeriggio, hanno voluto rinnovare ed integrare l'impegno già stipulato, i cui temi rimangono centrali e fondanti, impegnandosi a concretizzarli alla luce degli asset di riferimento dei rispettivi dossier di Capitali Italiane ed inquadrando i reciproci interventi anche nel contesto degli obiettivi dell’Agenda Unesco 2030

Entrambe le municipalità hanno ottenuto il riconoscimento  Unesco quali città creative - della gastronomia per Parma, della musica per Pesaro - le ricche e dinamiche radici culturali delle due Città, fortemente innestate nell’arte, nella musica, nelle tradizioni gastronomiche, le eccellenze espresse dai rispettivi patrimoni storici, artistici, paesaggistici possono offrire molteplici occasioni di mutuo scambio dei rispettivi know how, di realizzazione eventi ed iniziative in campo culturale e turistico.

"La storia delle Capitali Italiane della Cultura ha, da sempre,  tra i suoi obiettivi, quello di mettere in rete le città. Oggi Parma e Pesaro, che hanno tante dimensioni comuni a partire dal grande tema dell'opera, fino alle tradizioni enogastronomiche" ha commentato il Sindaco di Parma Michele Guerra "trovano in Pesaro Capitale Italiana della Cultura 2024 l'occasione concreta per mettere a terra tanti progetti in grado di unire i nostri territori e le nostre tradizioni nel segno di una collaborazione che farà circolare le nostre idee in fatto di cultura, di musica e di scoperte enogastronomiche".  

Un protocollo "strategico nel segno della cultura - così lo ha definito il Sindaco di Pesaro Matteo Ricci e il Vice Sindaco e Assessore alla Bellezza Daniele Vimini lo hanno definito "vogliamo costruire una rete di città medie che, come noi, puntano sui propri elementi identificativi lavorando insieme in questa direzione. Parma e Pesaro sono due anelli importanti di questa catena e partendo dai temi specifici, e unendo le forze, possiamo promuovere i rispettivi territori. Sono ad una distanza breve per turisti che vengono da lontano e insieme possono offrire opportunità variegate, su una strada di eccellenze comuni che vanno dalla grande musica al buon cibo, la ceramica e la pittura: proposte che parlano il linguaggio universale della cultura. Pesaro e Parma hanno ricche e dinamiche radici culturali fortemente connotate dall’arte, dalla musica, dalle tradizioni gastronomiche e dalle eccellenze espresse dai rispettivi patrimoni storici, artistici, paesaggistici, che offrono molteplici occasioni di scambio per la realizzazione di eventi ed iniziative in campo culturale, turistico e correlati. Vogliamo lavorare molto nella presentazione all’estero per quanto riguarda, anche gli abbinamenti cibo-cultura e cibo-musica. In particolare ci interessano 5 Paesi: Stati Uniti, Francia, Germania, Giappone e Corea. Paesi con i quali abbiamo già un rapporto culturale."

Ultimo aggiornamento

21-09-2022 13:09

Questa pagina ti è stata utile?