Iscrizione anagrafica

Iscrizione anagrafica per cambio di residenza

Di cosa si tratta?

Per comuni “non subentrati” si intendono quei comuni non ancora entrati a far parte dell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR). Per verificare se il proprio comune di provenienza è subentrato in ANPR:  https://stato-migrazione.anpr.it

Il modulo di dichiarazione di residenza deve essere compilato, sottoscritto e inviato agli indirizzi pubblicati sul sito istituzionale del comune per raccomandata o per via telematica secondo le modalità sotto specificate.

ITER PROCEDURALE
La dichiarazione può essere presentata da un componente maggiorenne della famiglia, indicando il Comune italiano o lo Stato estero di provenienza, l'esatto indirizzo della nuova abitazione e l’eventuale nominativo di chi già vi abita.

Il modulo di dichiarazione di residenza conforme al modello predisposto dal Ministero dell’Interno contenente gli elementi necessari per poter  verificare la dimora abituale dichiarata, dovrà essere compilato in ogni sua parte e sottoscritto da ogni componente maggiorenne del nucleo familiare che chiede l'iscrizione anagrafica e accompagnato da una copia fotostatica del documento di riconoscimento del richiedente e delle persone che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente.
Nel caso in cui esista una relazione di matrimonio, adozione, parentela, affinità o vincoli affettivi di qualsiasi genere tra i componenti della famiglia già residente e i richiedenti, sarà costituita una sola famiglia anagrafica.

In allegato alla dichiarazione anagrafica il richiedente in applicazione di quanto previsto dall'art 5 del DL 47/2014 dovrà dichiarare il titolo in base al quale occupa l’alloggio se ne è titolare e se il titolo è registrato presso l’Agenzia delle entrate.
Nel caso in cui il titolo di occupazione dell'alloggio, pur essendo a lui intestato non sia registrato presso  l’Agenzia delle Entrate, il richiedente dovrà presentare  la fotocopia del titolo di occupazione (a titolo esemplificativo: contratto di locazione non registrato, comodato d’uso non registrato ecc..), o in alternativa l’allegato 2 sottoscritto dal proprietario dell’immobile.
Nel caso in cui invece il titolo di occupazione registrato non sia intestato al richiedente è necessario presentare l’allegato 2 sottoscritto dall'intestatario del titolo (ad esempio locatario, comodatario ecc..), indicando obbligatoriamente anche i dati del proprietario dell’immobile. Il modello allegato 2 è riportato nella sezione modulistica

L'Ufficiale d'Anagrafe provvederà, nei due giorni lavorativi successivi, alla registrazione delle dichiarazioni ricevute, fermo restando che gli effetti giuridici decorrono dalla data di presentazione delle stesse.

Nei 45 giorni successivi alla dichiarazione resa o inviata, l’Ufficiale di Anagrafe provvederà ad effettuare l’accertamento dei requisiti previsti per l’iscrizione anagrafica. Qualora, decorso il termine suddetto, non vengano comunicati all’interessato gli eventuali requisiti mancanti o gli esiti negativi degli accertamenti svolti, quanto dichiarato si considera conforme alla situazione di fatto (Art. 20 L. 241/90, silenzio-assenso).

Nel caso in cui gli accertamenti diano invece esito negativo, l’Ufficiale d’Anagrafe comunicherà all’interessato i requisiti mancanti o gli accertamenti negativi svolti ed egli, entro 10 giorni dal ricevimento di tale comunicazione, ha diritto di presentare per iscritto le proprie osservazioni, eventualmente corredate da documenti. La comunicazione del preavviso di rigetto interromperà i termini del procedimento che iniziano nuovamente a decorrere dalla data di presentazione delle osservazioni o, in mancanza, dalla scadenza del termine di 10 giorni di cui sopra.

Nel caso di mancato accoglimento delle osservazioni, l’Ufficiale di Anagrafe indicherà la motivazione nel provvedimento con cui avviserà l’interessato del definitivo esito dei controlli svolti, nonché del conseguente ripristino della posizione anagrafica precedente.

NOTIZIE UTILI

Dichiarazioni utili ai fini dell’accertamento della dimora abituale:  tali elementi potranno essere presi in considerazione per agevolare il lavoro degli accertatori ma non possono essere considerati vincolanti ai fini dello svolgimento dell’istruttoria della pratica.
La disponibilità deve essere fornita in un orario variabile tra le ore 7.00 e le ore 20.00 dei giorni feriali ed eventualmente, il sabato al mattino.
Si fa inoltre presente che, visti i tempi ristretti per l’istruttoria della pratica, non potrà essere il responsabile di procedimento a contattare direttamente il cittadino per ottenere delucidazioni circa la fascia oraria di reperibilità: pertanto, eventuali variazioni rispetto agli orari forniti in sede di presentazione della domanda, dovranno essere comunicate all’ufficio, direttamente dall’interessato. 

Con l'art. 49, comma 5-ter, lett. h), della L. 11 settembre 2020, n. 120 di conversione del decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76 è stata introdotta un'importante modifica all'art. 94 del Codice della Strada con la quale,  l'aggiornamento della carta di circolazione (oggi Documento Unico), tramite il rilascio di un tagliando adesivo che il cittadino aveva l'obbligo di applicare sul documento di circolazione, è stato sostituito dall'obbligo di richiedere unicamente l'aggiornamento dei dati contenuti nell'Archivio Nazionale Veicoli (ANV).

Pertanto in base alla dichiarazione resa dall'interessato, al momento della presentazione della Dichiarazione di Residenza, l'Ufficio Anagrafe provvede a comunicare la variazione dei dati all'Archivio Nazionale Veicoli (ANV), ma non rilascia all'interessato nessuna attestazione da conservare.

L'interessato può chiedere notizie sull'aggiornamento della patente di guida o della carta di circolazione telefonando al numero verde 800-232323 oppure registrandosi sul sito www.ilportaledellautomobilista.it alla sezione cittadino.
In base all'Accordo sul recesso del Regno Unito e dell'Irlanda del Nord dall'Unione Europea, i cittadini Britannici che presentano richiesta di iscrizione anagrafica successivamente al 31/12/2020, con provenienza dall’estero, dovranno presentare titolo di regolarità di soggiorno rilasciato dalla Questura competente.

Modulistica

Qual è la documentazione necessaria?

non obbligatorio Non obbligatori obbligatorio Obbligatori condizionale Obbligatori sotto condizione

  • 01 ) Copia del documento di identità del richiedente
    per cittadini italiani

  • 02 ) Copia del passaporto o carta di identità italiana
    per cittadini extracomunitari

  • 03 ) Copia del passaporto o carta di identità italiana o documento di identità valido per l'espatrio in corso di validità rilascaito dalle competenti autorità del Paese di cui si possiede la cittadinanza
    per cittadini comunitari

  • 04 ) Copia del documento di identità delle persone maggiorenni che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente
    se si trasferiscono altre persone assieme al richiedente

  • 05 ) Copia degli atti originali, tradotti e legalizzati, comprovanti lo stato civile e la composizione della famiglia
    in caso di cittadini stranieri

  • 06 ) Copia fotostatica del titolo di soggiorno in corso di validità
    per cittadini extracomunitari in possesso del titolo di soggiorno in corso di validità

  • 07 ) Copia del titolo di soggiorno scaduto e ricevuta della richiesta di rinnovo del titolo di soggiorno presentata entro 60 giorni dalla scadenza
    per cittadini extracomunitari in possesso del titolo di soggiorno in corso di rinnovo

  • 08 ) Copia del contratto di locazione o di comodato d’uso
    nel caso in cui non siano stati registrati presso l'Agenzia delle Entrate oppure non siano stati specificati, nel modulo di dichiarazione di variazione di indirizzo, gli estremi della registrazione

  • 09 ) Dichiarazione di assenso del proprietario dell’immobile o di chi occupa già l'immobile con un titolo registrato
    da presentare nel caso in cui la persona che si trasferisce non sia proprietario o intestatario di un titolo di occupazione registrato

  • 10 ) Copia fotostatica del codice fiscale
    per cittadini stranieri provenienti dall'estero

  • 11 ) Copia del contratto di soggiorno presso lo Sportello Unico per l'Immigrazione
    per cittadini extracomunitari in attesa del rilascio del primo titolo di soggiorno per lavoro subordinato

  • 12 ) Domanda di rilascio del titolo di soggiorno per lavoro subordinato presentata allo Sportello Unico per l'Immigrazione
    per cittadini extracomunitari in attesa del rilascio del primo titolo di soggiorno per lavoro subordinato

  • 13 ) Ricevuta rilasciata dall'ufficio postale attestante l'avvenuta presentazione della richiesta di titolo di soggiorno
    per cittadini extracomunitari in attesa del rilascio del primo titolo di soggiorno per lavoro subordinato o per ricongiungimento famigliare

  • 14 ) Copia fotostatica non autenticata della comunicazione dello Sportello Unico per l'Immigrazione attestante l'avvenuto rilascio del nulla osta al ricongiungimento famigliare e sua trasmissione telematica al MAE
    per cittadini extracomunitari in attesa del rilascio del titolo di soggiorno per ricongiungimento famigliare

  • 15 ) Attestazione svolgimento attività lavorativa (contratto di lavoro, comunicazione al centro per l'impiego e/o denuncia di rapporto di lavoro all'INPS, dichiarazione del datore di lavoro, copia busta paga recente)
    per cittadini comunitari da presentare se lavoratore subordinato

  • 16 ) Documentazione di svolgimento di attività lavorativa (contratto di lavoro autonomo, a progetto, iscrizione alla Camera di Commercio, visure camerali da cui risulti l'attribuzione di numero di partita IVA, copia di dichiarazione dei redditi)
    per cittadini comunitari da presentare se lavoratore autonomo

  • 17 ) Assicurazione sanitaria o altro titolo idoneo a coprire i rischi nel territorio nazionale di durata almeno annuale (anche i formulari E106, E120, E121, E109 soddisfano il requisito della copertura sanitaria; al contrario la tessera sanitaria europea (TEAM) rilasciata dal Paese d'origine non sostituisce la polizza sanitaria)
    per cittadini comunitari da presentare se dispone per se stesso e i suoi famigliari di risorse economiche sufficienti o se studente

  • 18 ) Dichiarazione sostitutiva di certificazione - Indicare le fonti per consentire le verifiche sulla veridicità della dichiarazione resa secondo la tabella riportata nel modulo
    per cittadini comunitari da presentare se dispone per se stesso e per i suoi famigliari di risorse economiche sufficienti o se studente

    Scarica .doc
  • 19 ) Iscrizione ad un corso di studi
    per cittadini comunitari da presentare se studente

  • 20 ) Documento che attesti la qualità di famigliare
    per cittadini comunitari da presentare se è famigliare che raggiunge o accompagna un cittadino dell'Unione - in questo caso il documento formato all'estero deve essere debitamente tradotto e legalizzato nel rispetto delle convenzioni internazionali in vigore tra l'Italia e il Paese di appartenenza

  • 21 ) Attestazione di regolarità di soggiorno del famigliare comunitario di cui sono a carico
    per cittadini comunitari da presentare se non già in possesso del Comune di Parma e se famigliare che raggiunge o accompagna un cittadino dell'Unione

  • 22 ) Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà del cittadino dell'Unione sul possesso del reddito sufficiente al mantenimento anche del famigliare
    per cittadini comunitari da presentare se famigliare che raggiunge o accompagna un cittadino dell'Unione

    Scarica .doc
  • 23 ) Polizza sanitaria del cittadino residente che copra anche i rischi dei famigliari a carico
    per cittadini comunitari da presentare se famigliare che raggiunge o accompagna un cittadino dell'Unione

  • 24 ) Dichiarazione sostitutiva di certificazione attestante il reddito minimo per il mantenimento dei famigliari a carico
    per cittadini comunitari da presentare se il cittadino titolare del soggiorno a titolo principale è soggiornante ai sensi dell'art. 7, comma 1, lett. b) o c) del D. Lgs 30/2007

    Scarica .doc
  • 25 ) Dichiarazione sostitutiva della disponibilità delle risorse economiche e/o della vivenza a carico
    per cittadino comunitario da presentare se il titolare (comunitario o extracomunitario) del diritto di soggiorno a titolo principale debba attestare il mantenimento di altri cittadini comunitari

    Scarica .doc
  • 26 ) Marca da bollo di Euro 16,00
    per cittadini comunitari se si richiede l'attestazione della regolarità di soggiorno

Modalità di presentazione

I cittadini potranno presentare le dichiarazioni anagrafiche con le seguenti modalità:

 - per via telematica, esclusivamente ad una delle seguenti condizioni:

· che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;

· che l'autore sia identificato dal sistema informatico con l'uso della carta d'identità elettronica, della carta nazionale dei servizi, o comunque con strumenti che consentano l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione;

·  che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del richiedente (servizidemografici@pec.comune.parma.it);

·  che la copia della dichiarazione recante la firma autografa del richiedente sia acquisita mediante scanner e trasmessa tramite posta elettronica semplice (anagrafe@comune.parma.it).

Per tutte le istanze o dichiarazioni inviate per via telematica è necessario indicare un numero di telefono (fisso o mobile) e un indirizzo mail cui poter trasmettere tutte le  comunicazioni inerenti al procedimento.

 - per raccomandata, indirizzata a Comune di Parma, Largo Torello de Strada n. 11/a, Servizi Demografici, Ufficio Anagrafe – 43121 Parma.

 SI AVVISA CHE LE DICHIRAZIONI DI RESIDENZA POSSONO ESSERE INOLTRATE ESCLUSIVAMENTE PER VIA TELEMATICA O RACCOMANDATA.

 Il modulo di dichiarazione di residenza, può essere scaricato in allegato in questa pagina (dichiarazione di residenza).



Qual è la tempistica del procedimento?

Termine di avvio del procedimento:  20 giorni dalla data del trasferimento. Termine di conclusione del procedimento: 2 giorni lavorativi dalla ricezione della mail o PEC contenente la dichiarazione o dalla ricezione della raccomandata (fa fede il timbro del protocollo del comune) per la registrazione; 45 giorni per gli accertamenti finalizzati alla conferma (o all’annullamento) della registrazione.

La data di decorrenza dell’iscrizione anagrafica sarà quella della ricezione della mail o PEC contenente la dichiarazione o quella della ricezione della raccomandata (fa fede il timbro dell’Ufficio protocollo del comune).

Nessun costo

Data inizio validità : 27/07/2021
Ultimo aggiornamento : 27/07/2021
Riferimenti normativi
  1. Circolare Ministero dell'Interno 18 ottobre 2006, n. 38
  2. Direttiva del Parlamento Europeo del 29 aprile 2004, n.2004/38/CE
  3. Decreto Legislativo del 6 febbraio 2007, n. 30
  4. Circolare Ministero dell'Interno del 6 aprile 2007, n 19
  5. Circolare Ministero dell'Interno 17 novembre 2006, n. 42
Numero Unico 0521 40521
Logoonline
Box BANNER-Coronavirus LATO-300x200.jpg
amministrazione-trasparente.jpg
Se vai in bici.png
SUPER_BONUS_110_logo_rosso_914x619.jpg
Esenzione ticket - Welfare 460x295.jpg
BANNER_ALERT-SYSTEM
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014