Commercio al dettaglio su aree pubbliche

Subingresso nell'esercizio di commercio al dettaglio su aree pubbliche su posteggio - tipo A (SCIA)

Di cosa si tratta?

ATTENZIONE!! A seguito dell’entrata in vigore del D.Lgs. n. 222/2016 Le pratiche di SUBINGRESSO in attività sono in regime amministrativo di COMUNICAZIONE, pertanto, non sono dovuti i diritti di segreteria. Restano però validi qualora si tratti di SUBINGRESSO in attività in regime amministrativo di SCIA Unica (SCIA in attività di commercio/ somministrazione di prodotti alimentari + SCIA sanitaria e/o altre segnalazioni).

Il subingresso nella titolarità, a seguito di atto tra vivi, per trasferimento di proprietà (compravendita, donazione, fusione), per gestione (affitto d'azienda), per reintestazione di precedente titolare o per successione (decesso del titolare), nell'esercizio di commercio su aree pubbliche mediante l'utilizzo di posteggio (tipo A) con concessione decennale, deve essere segnalato al Comune utilizzando l’apposita SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività), che viene compilata in regime di autocertificazione.
Le dichiarazioni false, la falsità negli atti e l’uso di atti falsi comportano l’applicazione delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 28/12/2000 n. 445 e s.m.i. e delle pene previste dall’art. 19 comma 6 della L. 241/90 e s.m.i. (reclusione da 1 a 3 anni) ove il fatto non costituisca più grave reato.
La SCIA per trasferimento di proprietà (cessione d'azienda) comporta conseguentemente il subingresso nella Concessione del posteggio e pagamento del relativo canone secondo quanto stabilito dalla vigente Regolamento.
In caso di subingresso per affittanza d'azienda, la concessione  rimane in carico al titolare del posteggio.
Nel caso di vendita di prodotti del settore alimentare / somministrazione di alimenti e bevande, l'inizio dell'attività è subordinato alla preventiva presentazione della "Notifica" ai fini della Registrazione ai sensi dell'art. 6 del REG. CE 852/2004.

Quali sono i vincoli per l’accesso al servizio?

Morali di cui all'art. 71 del  D.Lgs 26 marzo 2010, n. 59 e s.m.i.  e all'art. 67 del D.Lgs 06/09/2011 n. 159 (antimafia) da autocertificare da parte del dichiarante, da altra persona preposta all'attività commerciale (in caso di settore alimentare / somministrazione di alimenti e bevande), nonché da tutti i soggetti individuati dall'art. 2 del D.P.R. 3 giugno 1998, n. 252 e s.m.i.: in caso di snc, tutti i soci; in caso di S.a.s., i soci accomandatari, in caso di Società di capitali (S.p.A., S.r.l.) tutti i componenti del Consiglio di Amministrazione.

Professionali in caso di prodotti del settore alimentare / somministrazione di alimenti e bevande di cui all’art. 71 comma 6 del D.Lgs 59/2010 e s.m.i..
Il requisito professionale deve essere posseduto da un preposto, in alternativa al titolare di ditta individuale o al rappresentante legale di Società.

Contributivi:  Regolarità Contributiva  ai sensi della normativa vigente per tutti gli esercenti il commercio su aree pubbliche tenuti all'iscrizione all'INPS e all'INAIL.

Qual è la documentazione necessaria?

non obbligatorio Non obbligatori obbligatorio Obbligatori condizionale Obbligatori sotto condizione

  • 1 ) Quietanza di versamento diritti di segreteria
     da presentare in caso di SCIA UNICA

  • 2 ) Dichiarazione sostitutiva atto di notorietà Regolarità contributiva
    Scarica .doc
  • 3 ) Copia fotostatica del documento di identità del firmatario
    da presentare qualora il modello non sia firmato digitalmente

  • 4 ) Copia del permesso di soggiorno o carta di soggiorno del firmatario
    per cittadini extracomunitari, anche per chi è stato riconosciuto rifugiato politico

  • 5 ) Procura speciale
    per le pratiche presentate online da un soggetto intermediario

    Scarica .pdf
  • 6 ) Dichiarazione requisiti morali di altre persone (soci e amministratori indicati all'art.2 D.P.R. 252/98)

    in caso di società - Quadro A parte integrante del presente modello


  • 7 ) Dichiarazione requisiti professionali e morali del preposto
    in caso di settore alimentare/somministrazione di alimenti e bevande e nomina di preposto - Quadro B parte integrante del presente modello

  • 8 ) Copia dell'Atto o Dichiarazione Notarile
    da presentare in caso di cessione/affitto d'azienda e non sia presentata copia lettera/dichiarazione per recesso dal contratto d'affittanza d'azienda

  • 9 ) Copia lettera / dichiarazione per recesso dal contratto di affittanza d’azienda
    da presentare in caso di reintestazione, qualora il contratto non sia già scaduto ovvero non sia presentata copia Atto/Dichiarazione Notarile di risoluzione dell'affittanza

  • 10 ) Autorizzazione in originale

    relativa al titolare precedente - da inoltrare tramite posta/consegna a mano


  • 11 ) Concessione del posteggio in originale
    escluso il caso di affittanza d'azienda - da inoltrare tramite posta/consegna a mano

Modalità di presentazione

La SCIA / SCIA Unica / SCIA Condizionata o Comunicazione deve essere presentata tramite Piattaforma Regionale Accesso Unitario accedendo al sito http://www.servizi.comune.parma.it/it-IT/SUAP-Telematico.aspx utilizzando le proprie credenziali

 

Qual è la tempistica del procedimento?

L'inizio dell'attività può avvenire subito dopo la presentazione al Comune della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA), a condizione che la stessa sia compilata in ogni sua parte e completa degli allegati previsti.
Qualora, in sede di controllo delle Segnalazioni e dei relativi allegati, emergano carenze dei requisiti e presupposti previsti dalle normative vigenti, il Comune, entro il termine di 60 gg. dal ricevimento della SCIA, adotta motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell'attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi di essa, salvo che, ove ciò sia possibile, l'interessato provveda a conformare alla normativa vigente detta attività ed i suoi effetti entro il termine fissato dall'Amministrazione, in ogni caso non inferiore a 30 gg..
In caso di dichiarazioni false o mendaci è fatta salva, comunque, l'applicazione delle sanzioni penali previste dall'art. 76 del D.P.R. 445/2000 e s.m.i. e dall'art. 19 comma 6 della L. 241/90 e s.m.i..

Quali oneri e costi bisogna sostenere?

 



Diritti di Segreteria dovuti per SCIA UNICA:
- Euro 50,00 per la presentazione tramite piattaforma online

Modalità di versamento dei Diritti di Segreteria:
- bonifico sul c.c.p. n. IBAN IT-58-N-07601-12700-001041902626 (indicando nella causale COM – Intestatario della pratica – Diritti di segreteria)
- direttamente presso gli sportelli di Poste Italiane
- presso le casse automatiche presenti presso il DUC, in Largo Torello De Strada 11/a  Piano -1

 

Data inizio validità : 30/08/2019
Ultimo aggiornamento : 31/10/2019
Numero Unico 0521 40521
Logoonline
ci (ri)troviamo domani.jpg
banner generi alimentari 3 sito.png
Lilly.e.il.vagabondo 2.jpg
Box Banner lotta zanzara.jpg
box-ecoconsigli
ACCESSO2020 (2).jpg
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014