• Servizio
  • Stampa
  • Servizi OnLine Servizi OnLine Attivi

Rischio sismico

Deposito del certificato di collaudo

Di cosa si tratta?

Per tutti i lavori di nuova costruzione e per gli interventi di miglioramento e adeguamento sul patrimonio esistente, compresi quelli di sopraelevazione, relativi a costruzioni private e a opere pubbliche o di pubbliche utilità di interesse regionale, metropolitano, d’area vasta e comunale, comprese le varianti sostanziali ai progetto presentati, è necessario effettuare il collaudo statico in corso d’opera volto ad accertare che la realizzazione degli interventi avvenga in conformità a quanto previsto nel progetto.

Entro 60 giorni dalla data di protocollazione della comunicazione di fine lavori strutturali e ricevuta copia della relazione a strutture ultimate da parte del Direttore dei lavori strutturali dell’intero intervento, il Collaudatore deposita il certificato di collaudo statico allo Sportello Unico per l’Edilizia e le Attività Produttive.

Tale adempimento non si applica a:
- riparazioni e interventi locali su costruzioni esistenti di cui al par. 8.4.1 delle Norme Tecniche per le Costruzioni allegate al d.m. 17/01/2018, ai sensi dell’art. 94-bis, co. 1, lett. b), p.to 2), del d.P.R. 380/2001,
- interventi privi di rilevanza per la pubblica incolumità ai fini sismici elencati all’All. 1 alla d.G.R. 2272/2016, ai sensi dell’art. 94-bis, co. 1, lett.c), p.to 1), del d.P.R. 380/2001,
per i quali il Direttore dei lavori strutturali dell’intero intervento presenta attestazione di rispondenza.

Nel caso di più unità strutturali oggetto di un’unica pratica strutturale, è consentito depositare il certificato di collaudo statico relativo all’unità strutturale completata.

Modulistica

Qual è la documentazione necessaria?

non obbligatorio Non obbligatori obbligatorio Obbligatori condizionale Obbligatori sotto condizione

  • 01 ) Attestazione di pagamento dell'imposta di bollo/Dichiarazione di esenzione dell'imposta di bollo, firmata digitalmente dal Collaudatore
  • 02 ) Certificato di collaudo statico, firmato digitalmente dal Collaudatore
  • 03 ) Verbali di visita di collaudo effettuati, firmati digitalmente dal Collaudatore
  • 04 ) Mod. All. B.2 al d.m. 329/2020 - Attestazione del collaudatore statico, firmata digitalmente dal Progettista strutturale
  • 05 ) Procura speciale del Delegante, firmata in originale dal Delegante e digitalmente dal Delegato
  • 06 ) Copia fotostatica del documento di identità del Delegante

Modalità di presentazione

Le tipologie relative alla riduzione del rischio sismico e successive integrazioni, comprese quelle relative a pratiche avviate via PEC o in cartaceo, devono essere presentate tramite servizio on line sulla piattaforma digitale dedicata all’indirizzo  https://suapedilizia.comune.parma.it/home.aspx. L’utilizzo esclusivo delle piattaforme digitali diventerà obbligatorio a far tempo dal 1 marzo 2020.



Quali oneri e costi bisogna sostenere?

Per il deposito del certificato di collaudo è gratuito non è dovuto il versamento del rimborso forfettario per le spese istruttorie di pratiche sismiche ai sensi della d.G.R. 1934/2018.

Per il certificato di collaudo:
- 1 marca da bollo da euro 16,00 per foglio.



Data inizio validità : 05/08/2021
Ultimo aggiornamento : 05/08/2021
Numero Unico 0521 40521
Logoonline
Box BANNER-Coronavirus LATO-300x200.jpg
amministrazione-trasparente.jpg
Se vai in bici.png
SUPER_BONUS_110_logo_rosso_914x619.jpg
Esenzione ticket - Welfare 460x295.jpg
BANNER_ALERT-SYSTEM
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014