Svolgimento di piccoli trattenimenti

Svolgimento di piccoli trattenimenti senza ballo all'interno di pubblici esercizi entro i limiti di rumorosità con particolare riferimento al c.d. criterio differenziale (SCIA)

Di cosa si tratta?

Lo svolgimento di piccoli trattenimenti all'interno di pubblici esercizi,  supportati da documentazione di impatto acustico redatta da tecnico abilitato che, in funzione delle caratteristiche strutturali dei locali e della strumentazione utilizzata , asseveri il rispetto dei vigenti limiti di rumorosità, con particolare riferimento al c.d. “criterio differenziale”, è assoggettato, ai sensi 19 del vigente Regolamento, alla presentazione della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA), utilizzando l'apposita modulistica che viene compilata in regime di autocertificazione.

La Segnalazione non è assoggettata a limitazioni numeriche o temporali e conserva efficacia fino a che permangono le condizioni asseverate nella documentazione di impatto acustico.

La Segnalazione e la documentazione di impatto acustico devono essere custodite nell’esercizio ed esibite a richiesta al personale che opera i controlli.

In caso di effettuazione di tali manifestazioni in difetto di presentazione della SCIA, oltre alla sanzione pecuniaria disposta dal "Regolamento per la convivenza" è disposta l’interdizione temporanea delle forme di diffusione sonora provenienti dall’esercizio medesimo fino a 30 gg.. In caso di seconda violazione nello stesso anno si applica, altresì, la sospensione dell’attività di somministrazione  fino a tre giorni.
Qualora venga accertato dagli organi competenti il mancato rispetto dei limiti prestazionali asseverati nella SCIA o la mancata corrispondenza tra strumentazione indicata in SCIA e quella effettivamente impiegata dall’esercente ovvero la manomissione del limitatore eventualmente apposto agli impianti di diffusione elettroacustici, oltre alla denuncia ai sensi del DPR n. 445/2000 e s.m.i., è consentito il sequestro amministrativo della strumentazione impiegata, ai sensi degli artt. 13 e 20 della L. n. 689/1981 e s.m.i. e del D.P.R. 29 luglio 1982 n.571.

Qual è la documentazione necessaria?

non obbligatorio Non obbligatori obbligatorio Obbligatori condizionale Obbligatori sotto condizione

  • 01 ) Quietanza di versamento diritti di segreteria
  • 02 ) Relazione di tecnico competente in acustica ambientale conforme a quanto espressamente previsto dalla D.G.R. 673/2004
    La relazione dovrà contenere i seguenti elementi:
    a) planimetria in scala adeguata da cui siano desumibili le posizioni delle sorgenti sonore e degli edifici più vicini alle medesime;
    b) tutte le notizie utili a caratterizzare acusticamente le caratteristiche strutturali dei locali e le informazioni circa le sorgenti sonore, le tecnologie utilizzate e gli orari di utilizzo previsti: livello di potenza sonora oppure livelli sonori a distanza nota ottenuti sulla base di dati tecnici disponibili, ovvero sulla base di misure sperimentali in condizioni analoghe;
    c) stima dei livelli sonori attesti nell'ambiente esterno in prossimità dei potenziali ricettori più vicini e dei livelli sonori attesi per l'esposizione del pubblico e descrizione degli accorgimenti e delle misure di mitigazione, limitazione e contenimento della rumorosità adottate o che si intendono adottare al fine del rispetto dei valori limite previsti;
    d) asseverazione basata sulle caratteristiche strutturali dei locali e della strumentazione utilizzata, in merito al rispetto dei vigenti limiti di rumorosità con particolare riferimento al c.d.

  • 03 ) Modulo Impegno pagamento prestazione ARPAE
    Scarica .pdf

Modalità di presentazione

L'Istanza, SCIA o Comunicazione deve essere presentata tramite Piattaforma Regionale Accesso Unitario accedendo al sito http://www.servizi.comune.parma.it/it-IT/SUAP-Telematico.aspx utilizzando le proprie credenziali

Qual è la tempistica del procedimento?

L’inizio dell’attività può avvenire subito dopo la presentazione al Comune della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA), a condizione che la stessa sia compilata in ogni sua parte e completa degli allegati previsti. Qualora, in sede di controllo della SCIA e dei relativi allegati, emergano carenze dei requisiti e presupposti previsti dalle normative vigenti, il Comune, entro il termine di 60 giorni dal ricevimento della SCIA, adotta motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell’attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi di essa, salvo che, ove ciò sia possibile, l’interessato provveda a conformare alla normativa vigente detta attività ed i suoi effetti entro il termine fissato dall’Amministrazione, in ogni caso non inferiore a 30 giorni. E’ fatta salva, comunque, l’applicazione delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. n. 445/2000 e dall’art. 19 comma 6 della Legge n. 241/90 e s.m.i..

Quali oneri e costi bisogna sostenere?

Diritti di Segreteria dovuti per SCIA:
- Euro 30,00 per la presentazione tramite piattaforma online

Modalità di versamento dei Diritti di Segreteria:
- bonifico sul c.c.p. n. IBAN IT-58-N-07601-12700-001041902626 (indicando nella causale COM – Intestatario della pratica – Diritti di segreteria)
- direttamente presso gli sportelli di Poste Italiane
- presso le casse automatiche presenti presso il DUC, in Largo Torello De Strada 11/a  Piano -1

 

Data inizio validità : 12/09/2019
Ultimo aggiornamento : 31/10/2019
Numero Unico 0521 40521
Logoonline
ci (ri)troviamo domani.jpg
banner generi alimentari 3 sito.png
Lilly.e.il.vagabondo 2.jpg
Box Banner lotta zanzara.jpg
box-ecoconsigli
ACCESSO2020 (2).jpg
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014