Il Polo integrato degli animali d'affezione

Di cosa si tratta?

Le strutture di ricovero comunali o consortili degli animali d’affezione sono gestite, direttamente o indirettamente, dal Comune di Parma, nel rispetto delle leggi e dello statuto.

Il Polo integrato degli animali d’affezione comprende le seguenti strutture:
- Parco Canile “Lilli e il vagabondo”
- Gattile “Gli Aristogatti”
- Oasi felina “l’Isola di Garfield”
- Oasi felina di Vicofertile.

Il Polo, tranne l’Oasi Felina decentrata a Vicofertile, è situato in Via Melvin Jones n. 19/a a Parma.

L'Oasi Felina di Vicofertile è situata in loc. Vicofertile, viale Martiri della Liberazione.

Tutti i cittadini possono far visita agli animali ospitati nelle strutture comunali durante gli orari di apertura al pubblico affissi all’esterno delle strutture:

Orario invernale di apertura per visita alla struttura ed adozioni: Martedì, mercoledì, sabato e domenica: dalle10.00-12.00 e dalle 14.30-17.30; giovedì e venerdì dalle 14.30 alle 17.30.

Orario estivo di apertura per visita alla struttura ed adozioni: Martedì, mercoledì, sabato e domenica: dalle10.00-12.00 e dalle 15.30-18.30; giovedì e venerdì dalle 15.30 alle 18.30.

Lunedi :chiuso.

Il passaggio dall’orario invernale a quello estivo e viceversa, è stabilito di volta in volta in base alle condizioni climatiche e ai parametri relativi alla temperatura.

Per far visita all’Oasi felina di Vicofertile è necessario rivolgersi al Polo Integrato degli animali d’affezione per prendere appuntamento.

Il cittadino autorizzato può visitare le strutture in autonomia, attenendosi alle disposizioni illustrate dall’incaricato dal gestore e seguendo i percorsi segnalati, oppure, su richiesta, può essere accompagnato dal personale incaricato.

I minori possono accedere alle strutture solo se accompagnati da un adulto.
A tutti coloro che intendono frequentare il Polo integrato degli animali d’affezione è fatto divieto di:
- entrare nei box dei cani (se non sotto la supervisione del personale autorizzato);
- introdurre nella struttura animali di proprietà;
- manomettere o in qualsiasi modo danneggiare il suolo pubblico, le attrezzature o gli impianti su di esso o sotto di esso installati;
- imbrattare o danneggiare gli edifici pubblici;
- rimuovere, spostare, manomettere, imbrattare o fare uso improprio di sedie, panchine, fontanelle, attrezzi, barriere, cartelli, altri elementi di arredo o manufatti;
- arrampicarsi su edifici, recinzioni, pali, arredi, segnaletica, inferriate ed altri beni pubblici, nonché legarsi o incatenarsi ad essi;
- collocare, affiggere o appendere alcunché su beni pubblici, ove non si sia autorizzati;
- accendere fuochi o gettare oggetti accesi negli spazi pubblici e nei luoghi di passaggio pubblico;
- sparare mortaretti o simili e fare rumori violenti o assumere atteggiamenti che potrebbero spaventare e/o ferire gli animali;
- accedere ai corridoi di servizio di accesso ai box del reparto di stabulazione definitiva, senza essere accompagnati da personale autorizzato;
- accedere al reparto di quarantena e isolamento sanitario;
- accedere al comparto sanitario senza essere accompagnati dal personale autorizzato.

Struttura responsabile

Struttura: UFFICIO BENESSERE ANIMALE
Referente: DE LEO GIOVANNI

Responsabile del procedimento

Referente: SOMACHER PAOLO

Data inizio validità : 17/11/2017
Ultimo aggiornamento : 31/10/2018
Riferimenti normativi
  1. Legge 14 agosto 1991, n. 281 Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo
  2. Codice Penale
  3. Legge Regionale del 7 aprile 2000, n. 27 Nuove norme per la tutela ed il controllo della popolazione canina e felina
  4. Delibera di Giunta Regionale del 3 ottobre 2000, n. 2000/1608 Definizione dei criteri, procedure e modalità per l'identificazione dei cani mediante microchips
  5. Ordinanza sindacale n. 315 OS/II/1.28 del 10 ottobre 2008 avente per oggetto gli obblighi che gravano sul proprietario/custode dell'animale morsicatore durante il periodo di "osservazione sanitaria" di 10 giorni previsto per legge.
  6. Ordinanza Ministeriale del 07 settembre 2009 Ordinanza sul benessere nei canili
  7. Requisiti per la movimentazione all'estero di cani, gatti e furetti a seguito di viaggiatore
  8. Atto di Consiglio Comunale del 24 febbraio 2009, n. 18 Approvazione del Regolamento per la tutela del benessere degli animali
  9. Atto di Giunta comunale del n. Approvazione del Manuale procedurale per la tutela del benessere degli animali
  10. legge Regionale 17 febbraio 2005 n.5 Norme a tutela del benessere animale
  11. D.p.r. n.320 dell' 8 febbraio 1954

    Regolamento di Polizia Veterinaria

  12. Delibera Regionale n.139/2011 Definizione delle procedure di identificazione e di registrazione dei cani
  13. Delibera Regionale n.802/2013 approvazione requisiti strutturali e gestionali per le strutture di ricovero e custodia di cani e gatti oasi e colonie feline
Numero Unico 0521 40521
limitazioni-traffico-parma-2019-2020.png
Logoonline
Corsi motoria over 55 box banner
banner_200x203.jpg
BANNER PORTALE TUTTE LE APP
BANNER_PORTALE WEBCAM 20140714
PARMA-FUTURO-SMART-BANNER-WEB-HOME-COMUNE
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014