Autorizzazione alla cremazione

Di cosa si tratta?

L'autorizzazione alla cremazione viene rilasciata a seguito di :

• accertamento della volontà alla cremazione del defunto

• nulla osta alla cremazione da parte dell’Autorità Giudiziaria informata dell’evento traumatico in caso di morte violenta, improvvisa o sospetta

• certificato del medico necroscopo con espressa indicazione che risultino escluse le ipotesi di reato, decesso improvviso o sospetto

In caso di CITTADINI STRANIERI l’autorizzazione alla cremazione è rilasciata in base alla normativa vigente in materia del loro paese di appartenenza. E’ necessario quindi acquisire una dichiarazione consolare dalla quale risulti che la legge di quello Stato prevede la cremazione.

L'autorizzazione alla cremazione è concessa, nel rispetto della volontà del defunto, attraverso una delle seguenti modalità :

a) la disposizione testamentaria del defunto

b) l'iscrizione , certificata dal rappresentante legale, ad associazioni riconosciute che abbiano tra i propri fini statutari quello della cremazione

c) in mancanza di disposizione testamentarie : dichiarazione del coniuge/unito civilmente o, in difetto, dichiarazione dei parenti più prossimi, e, in caso di concorrenza tra parenti di pari grado, della maggioranza assoluta di essi. Tali dichiarazioni sono rese  attraverso una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi del DPR 445/2000 che non prevede l’autentica delle firme, ma la sottoscrizione della stessa a cui dovrà essere allegata un documento di identità in corso di validità. Tale dichiarazione non potrà essere successivamente modificata in quanto i dichiaranti sono soggetti alla normativa in caso di false dichiarazioni. Si sottolinea che la volontà alla cremazione deve essere quella espressa in vita dal defunto

d) la volontà manifestata dai legali rappresentanti per minori o per persone interdette

DESTINAZIONE DELLE CENERI :

Le ceneri possono avere le seguenti destinazioni :

• sepoltura ( tumulazione o inumazione )

• dispersione in cimitero, natura o luogo privato

• affido per la conservazione in abitazione privata. In questo caso l’autorizzazione è rilasciata dal Comune dove è collocata l’abitazione destinata alla conservazione

Struttura responsabile

Struttura: Settore Servizi al Cittadino
Referente: SIGNIFREDI DONATELLA

Responsabile del procedimento

Referente: TURCI ELENA

Data inizio validità : 09/07/2021
Ultimo aggiornamento : 09/07/2021
Riferimenti normativi
  1. Legge del 30 marzo 2001, n. 130 Disposizioni in materia di cremazione e dispersione delle ceneri.
  2. Decreto del Presidente della Repubblica del 10 settembre 1990, n. 285 Regolamento di polizia mortuaria
  3. Legge Regionale del 29 luglio 2004, n. 19 Disciplina in materia funeraria e di polizia mortuaria
  4. Decreto del Presidente della Repubblica del 28 dicembre 2000, n. 445 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa.
  5. Regolamento in materia di cremazione, dispersione e conservazione delle ceneri Adottato con delibera di C.C. del 27 giugno 2005, n. 111/40
Numero Unico 0521 40521
Logoonline
Box BANNER-Coronavirus LATO-300x200.jpg
amministrazione-trasparente.jpg
Se vai in bici.png
SUPER_BONUS_110_logo_rosso_914x619.jpg
Esenzione ticket - Welfare 460x295.jpg
BANNER_ALERT-SYSTEM
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014