Denuncia di nascita, riconoscimenti, adozioni

Di cosa si tratta?

Il riconoscimento di un figlio può essere effettuato constestualmente alla nascita tramite la denuncia di nascita, in qualunque momento successivo alla nascita o quando il bambino non è ancora nato.

La denuncia di nascita di un figlio è un atto obbligatorio per legge che permette l’iscrizione nei registri dello Stato Civile e, conseguentemente, nei registri anagrafici. L’Ufficiale dello Stato Civile redige l’atto di nascita contenente le generalità di chi effettua la denuncia oltre a nome, cognome, luogo, data, ora di nascita e sesso del neonato.

Per effettuare la denuncia di nascita, è necessaria la presenza :

- del solo padre, della sola madre o di entrambi nel caso di figli nati dentro il matrimonio
- di entrambi i genitori se tutti e due riconsocono il figlio oppure del solo  genitore che intende effettuare il riconoscimento per i figli nati fuori dal matrimonio


 

REQUISITI :

- aver compiuto i 16 anni di età. Il minore dei 16 anni di età può procedere al riconoscimento del/la figlio/a solo se sia stato autorizzato dal Tribunale

 - non essere parenti in linea retta, in linea collaterale fino al 2° grado, o affini in linea retta

- può dichiarare la nascita solo la madre biologica, pertanto non possono essere accolte richieste di riconoscimento da parte di due madri o due padri, anche se uniti civilmente

TEMPI :

entro 3 giorni dalla nascita direttamente al Centro di Nascita della Direzione Sanitaria dell'Ospedale che, successivamente, invierà al Comune l’atto per essere trascritto nei registri dello Stato Civile

 - entro 10 giorni dalla nascita al Comune di nascita del neonato o di residenza dei genitori : chi rende la dichiarazione dovrà essere munito dell’attestazione di nascita rilasciata dall’Ospedale

Nel caso in cui i genitori abbiano residenze in Comuni diversi, salvo diverso accordo tra loro, la dichiarazione viene resa nel Comune di residenza della madre. In ogni caso l’iscrizione anagrafica del figlio viene sempre effettuata presso il comune di residenza della madre.

Per le nascite avvenute nell'abitazione privata, l'interessato può effettuare la denuncia di nascita presso il comune di nascita o presso il comune di residenza dei genitori, o di uno di essi, se hanno residenze diverse.

DENUNCIA DI NASCITA TARDIVA:

Nel caso in cui la denuncia di nascita venga effettuata oltre i termini previsti dalla legge, ossia 10 giorni, i genitori dovranno dichiarare le ragioni del ritardo. L’Ufficiale di Stato Civile ne darà comunicazione alla Procura della Repubblica che deciderà se adottare o meno eventuali provvedimenti.

CASI PARTICOLARI :

• nel caso di bambino nato morto, la dichiarazione va fatta esclusivamente al comune di nascita

• nel caso di bambino nato vivo, ma morto prima della registrazione della nascita, la dichiarazione va fatta esclusivamente al comune di nascita

• nel caso di bambino nato in Italia da genitori stranieri residenti all'estero, la dichiarazione può essere fatta sia all’ospedale sia al comune di nascita. Il neonato non avrà diritto all’iscrizione anagrafica fino a quando almeno uno dei due genitori, non sarà iscritto in un Comune di residenza

• nel caso di bambino nato in Italia da genitori italiani residenti all'estero, la dichiarazione può essere fatta sia all’ospedale che al comune di nascita

CODICE FISCALE:

Il codice fiscale, attribuito a seguito della denuncia di nascita, viene inviato ai genitori dall’Agenzia delle Entrate, competente per il suo rilascio.

 

Per ulteriori informazioni scrivere a statocivile@comune.parma.it

 

E’ possibile prenotare l’appuntamento per la dichiarazione di nascita attraverso:

-  Contact Center del Comune di Parma tel. 052140521

- Portale del Comune di Parma - Servizio Prenotazione Appuntamenti Servizi di Sportello https://agenda.comune.parma.it/Servizi/Offerta scegliendo la voce " Denuncia di nascita"


E' necessario presentarsi all'appuntamento muniti di Attestazione di Nascita rilasciata dall'ostetrica o dal medico che ha assistito il parto.

Struttura responsabile

Struttura: Settore Servizi al Cittadino
Referente: SIGNIFREDI DONATELLA

Responsabile del procedimento

Referente: FANTONI FRANCESCA

Data inizio validità : 23/06/2021
Ultimo aggiornamento : 23/06/2021
Riferimenti normativi
  1. DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RICONOSCIMENTO DI FIGLI NATURALI, LEGGE N. 219 DEL 10 DICEMBRE 2012 N. 219
  2. RIFORMA DEL SISTEMA ITALIANO DI DIRITTO INTERNAZIONALE PRIVATO N. 218 31 MAGGIO 1995
  3. CIRCOLARE DEL MINISTERO DELL'INTERNO N. 7 DEL 2017
  4. 396 - 2000
Numero Unico 0521 40521
Logoonline
Box BANNER-Coronavirus LATO-300x200.jpg
amministrazione-trasparente.jpg
Se vai in bici.png
SUPER_BONUS_110_logo_rosso_914x619.jpg
Esenzione ticket - Welfare 460x295.jpg
BANNER_ALERT-SYSTEM
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014