Agenzia d'Affari

Di cosa si tratta?

Per Agenzia d'Affari si intende l'impresa che effettua con il carattere della professionalità e a scopo di lucro, una attività di intermediazione per l'assunzione di affari altrui e la conseguente trattazione prestandone l'opera a chiunque ne faccia richiesta (art. 205 Regolamento di esecuzione del T.U.L.P.S.) con esclusione di quelle attività di intermediazione che siano già soggette ad una specifica disciplina di settore come ad esempio agenzie disbrigo pratiche automobilistiche, di viaggio, immobiliari.
Con il D.Lgs. 31 marzo 1998, n. 112 sono state trasferite al Comune le competenze concernenti le agenzie d'affari nel settore delle esposizioni, mostre e fiere campionarie di cui all'art. 115 del T.U.L.P.S. (art. 163 - lettera b - D.Lgs. 112/98).
Ai sensi dell'art. 115 del T.U.L.P.S. è ammessa la rappresentanza.
Ai sensi dell'art. 120 del T.U.L.P.S. gli esercenti delle agenzie sono obbligati a tenere un registro giornale degli affari e tenere permanentemente affissa nei locali, in modo visibile, la tabella delle operazioni alle quali attendono, con la tariffa delle relative mercedi.
Tali esercenti non possono fare operazioni diverse da quelle indicate nella tariffa nè compiere operazioni o accettare commissioni da persone non munite di carta d'identità o altro documento fornito di fotografia proveniente dall'amministrazione dello Stato.

In applicazione al D.Lgs. n. 222/2016 e s.m.i. in materia di semplificazione dell’attività amministrativa, si comunica che relativamente alla tenuta dei registri per le “Agenzie di Affari”, ai sensi dell’art.120 del T.U.L.P.S., dovrà essere utilizzata la procedura dellaAutovidimazione”, mediante la presentazione della stessa, raggiungibile mediante il seguente percorso:https://www.servizi.comune.parma.it/it-IT/SUAP - Gruppo C – Commercio, Turismo, Agricoltura e altre Attività Produttive - Attività Artigianali e di Servizio, tipologia intervento n. 78: “Dichiarazione di vidimazione del Registro giornaliero degli Affari”. Il registro in formato cartaceo o composto da fogli mobili, per un utilizzo informatico in formato A4, deve contenere indicazione della denominazione della ditta, la numerazione progressiva su ogni pagina/foglio, nonché tutti gli elementi informativi, ai sensi dell’art. 128 del T.U.L.P.S. Copia della “Autodichiarazione”, con la ricevuta di avvenuta presentazione al Suape dell’Ente, che ne costituisce parte integrante, deve essere conservata insieme al registro, da esibire alle autorità preposte in caso di controllo. Alla dichiarazione di vidimazione deve essere, altresì, allegata copia del Timbro della Società /Ditta individuale, con cui vengono vidimate le pagine del Registro giornaliero. Il Registro una volta completato deve essere ultimato conformemente alle disposizioni di legge, e, in caso di prosecuzione dell’attività, ripresentata una nuova “Autodichiarazione” con le medesime modalità, con indicazione della chiusura del registro completato. In caso di cessazione definitiva dell’attività deve essere data comunicazione anche della chiusura dei registri. Non sono previsti diritti di segreteria per la presentazione delle dichiarazioni sopra descritte.


 

Struttura responsabile

Struttura: S.O. PROCEDIMENTI ATTIVITA' PRODUTTIVE E COMMERCIALI
Referente: BARBIERI COSTANZA

Responsabile del procedimento

Referente: CHIESA ANDREA

Data inizio validità : 04/05/2020
Ultimo aggiornamento : 04/05/2020
Riferimenti normativi
  1. Decreto Presidente della Repubblica 28 maggio 2001, n. 311 Regolamento per la semplificazione dei procedimenti relativi ad autorizzazioni per lo svolgimento di attività disciplinate dal testo unico delle leggi di pubblica sicurezza nonchè al riconoscimento della qualifica di agente di pubblica sicurezza
  2. Regio Decreto 18 giugno 1931, n. 773 Approvazione del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza
  3. Regio Decreto 6 maggio 1940, n. 635 Approvazione del regolamento per l'esecuzione del testo unico 18 giugno 1931, n. 773, delle leggi di pubblica sicurezza
  4. Decreto Presidente della Repubblica 3 giugno 1998, n. 252 e s.m.i.

    Regolamento recante norme per la semplificazione dei procedimenti relativi al rilascio delle comunicazioni e delle informazioni antimafia.

  5. DPR 445/2000 Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamenti in materia di documentazione amministrativa.
  6. Legge 7 agosto 1990 n. 241 e s.m.i. Norme sul procedimento amministrativo
  7. Decreto Legilsativo 6 settembre 2011, n. 159 Codice delel leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonchè nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia.
  8. Decreto Legislativo n.222 del 25 novembre 2016 Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti, ai sensi dell'art. 5 della Legge 7 agosto 2015 n. 124
Numero Unico 0521 40521
Box BANNER-Coronavirus LATO-300x200.jpg
Box Banner lotta zanzara.jpg
Logoonline
banner generi alimentari 3 sito.png
ci (ri)troviamo domani.jpg
box-ecoconsigli
Lilly.e.il.vagabondo 2.jpg
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014