Esercizio dell'attività di acconciatore e barbiere

Di cosa si tratta?

Il procedimento consiste in una Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) nei casi di apertura di un nuovo esercizio, trasferimento di sede, modifiche dei locali e/o attrezzatura/impianti, e delle comunicazioni in caso di sospensione/riapertura anticipata, variazione del responsabile tecnico e cessazione dell'attività.

A seguito dell'entrata in vigore del D.Lgs. n. 222 del 25 novembre 2016 con Tabella A (quale parte integrante) recante: "Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti, ai sensi dell'art. 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124, il regime amministrativo per il subingresso è stato modificato in COMUNICAZIONE o in SCIA UNICA.

La legge n.174/2005 e s.m.i. ha inquadrato  leattività di acconciatore nell'ambito delle professioni non intellettuali "ordinistiche", ma sottoposte a regole di accesso professionali, che rientrano nel settore dei servizi alla persona, introducendo così la nuova figura unica di acconciatore, che supera la precedente distinzione tra le figure di barbiere, di parrucchiere per uomo e di parrucchiere per donna. Pertanto, a coloro che sono in possesso di qualifica professionale di "barbiere" è consentito segnalare e comunicare tutti i procedimenti amministrativi ad eccezione della tipologia "nuova apertura".

L'art.77 del Decreto Legislativo 26 marzo 2010, n.59  e s.m.i.ha modificato gli artt.2 e 3 della L.174/05 s.m.i. e, tra i vari dispositivi, ha previsto che l'attività professionale di acconciatore possa essere svolta unitamente a quella di estetista anche in forma di imprese esercitate nella medesima sede ovvero mediante la costituzione di una società. E' in ogni caso necessario il possesso dei requisiti richiesti per lo svolgimento delle distinte attività.

Per ogni sede dell'impresa dove viene esercitata l'attività di acconciatore, deve essere designato, nella persona del titolare, di un socio partecipante al lavoro, di un familiare coadiuvante o di un dipendente dell'impresa, almeno un responsabile tecnico in possesso dell'abilitazione professionale.
Il responsabile tecnico garantisce la propria presenza durante lo svolgimento dell'attività di acconciatore.

Struttura responsabile

Struttura: S.O. PROCEDIMENTI ATTIVITA' PRODUTTIVE E COMMERCIALI
Referente: BARBIERI COSTANZA

Responsabile del procedimento

Referente: CHIESA ANDREA

Data inizio validità : 30/08/2019
Ultimo aggiornamento : 31/10/2019
Riferimenti normativi
  1. Legge 2 aprile 2007, n.40 Conversione in legge, con modificazioni, del Decreto Legge 31 gennaio 2007, n.7 recante misure urgenti per la tutela dei consumatori, la promozione della concorrenza, lo sviluppo di attività economiche e la nascita di nuove imprese.
  2. Legge 17 agosto 2005, n.174 Disciplina dell'attività di acconciatore.
  3. Legge 4 gennaio 1990, n.1 Disciplina dell'attività di estetista.
  4. Legge 11 ottobre 1986, n.713 Norme per l'attuazione delle direttive della Comunità Economia Europea sulla produzione e la vendita di cosmetici.
  5. Decreto Legislativo 26 marzo 2010, n.59 Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno.
  6. Regolamento Comunale di Igiene
  7. Regolamento Comunale per l'esercizio delle attività di acconciatore, barbiere, estetista, tatuatore e applicatore di piercing
  8. Procedura per l'esercizio delle attività di acconciatore, barbiere, estetista, tatuatore e applicatore di piercing
  9. Legge 30 luglio 2010, n.122 Conversione in legge con modificazioni del Decreto Legge 31 maggio 2010, n.78 "Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica"
  10. D.L.gs. 222 del 25 novembre 2016 Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizio dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti, ai sensi dell'art. 5 della Legge 7 agosto 2015, n. 124.
  11. Legge 124 del 7 agosto 2015 Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche.
Numero Unico 0521 40521
limitazioni-traffico-parma-2019-2020.png
Logoonline
Corsi motoria over 55 box banner
banner_200x203.jpg
BANNER PORTALE TUTTE LE APP
BANNER_PORTALE WEBCAM 20140714
PARMA-FUTURO-SMART-BANNER-WEB-HOME-COMUNE
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014