Commercio al dettaglio per corrispondenza, televisione o sistemi affini - commercio on line

Di cosa si tratta?

La vendite per corrispondenza, televisione o altri sistemi di comunicazione – commercio on line, sono forme speciali di vendita al dettaglio, che si distinguono dal commercio su aree private  e dal commercio su aree pubbliche ed è soggetta alla disciplina dellart. 18 del D.Lgs 114/98 e s.m.i., come modificato dall’art. 68 del D.Lgs 59/2010 rientrando tale forma speciale di vendita nella fattispecie di cui allart. 4, comma 1, lett. h, punto 3 del precitato D.Lgs 114/98 e s.m.i..

Per vendita per corrispondenza si intende la vendita al dettaglio o la raccolta di ordinativi di acquisto tramite cataloghi, televisione o altri sistemi di comunicazione con consegna al cliente attraverso il servizio postale o tramite corrieri privati. È vietato inviare prodotti al consumatore per corrispondenza, se non a seguito di specifica richiesta.

Lemittente televisiva deve accertare per le operazioni di vendita effettuate tramite televisione, prima di mandarle in onda, che il titolare dellattività sia in possesso dei requisiti prescritti dal D. Lgs. N. 114/98 e s.m.i.

La vendita tramite mezzo televisivo, per conto terzi, è subordinata al possesso della licenza prevista dallart. 115 del Testo Unico delle leggi di pubblica sicurezza.

Per commercio elettronico si intende lattività commerciale svolta nella rete Internet mediante lutilizzo di un sito Web (e-commerce) di appartenenza del soggetto che svolge effettivamente lattività di vendita nei confronti del consumatore finale ed è soggetta alla predetta disciplina.

Lattività commerciale in tale forma può essere esercitata con riferimento a due settori merceologici: alimentare e non alimentare.

La dizione  "sito di appartenenza  si riferisce al sito sul quale il soggetto interessato svolge effettivamente lattività di vendita, potendo il medesimo utilizzare i servizi di hosting messi a disposizione di terzi.

Loperatore che intende vendere sia allingrosso che al dettaglio ha facoltà di utilizzare un solo sito, ma è tenuto a destinare aree del sito distinte per le due attività. In tal modo, il potenziale acquirente è messo in condizione di individuare chiaramente le zone del sito destinate alle due tipologie di attività.

Per tutte queste tipologie di vendita, ai fini della tutela del consumatore si applicano le disposizioni in materia di contratti negoziati fuori dei locali commerciali (D.Lgs n. 206/2005 e s.m.i. - D.Lgs  n. 70/2003 e s.m.i.).

E vietato inviare prodotti al consumatore se non a seguito di specifica richiesta; è consentito linvio di campioni di prodotti o di omaggi al consumatore solo se non vi siano spese o vincoli a carico del medesimo.

Struttura responsabile

Struttura: S.O. PROCEDIMENTI ATTIVITA' PRODUTTIVE E COMMERCIALI
Referente: BARBIERI COSTANZA

Responsabile del procedimento

Referente: ROSI CRISTINA

Data inizio validità : 18/12/2019
Ultimo aggiornamento : 18/12/2019
Riferimenti normativi
  1. Legge del 31 maggio 1965, n.575 e s.m.i. Disposizioni contro la mafia
  2. Decreto legislativo del 31 marzo 1998, n.114 e s.m.i. Riforma della disciplina relativa al settore commercio, a norma dell'art.4, comma 4, della legge 15 marzo 1997, n.59
  3. Decreto del presidente della Repubblica del 3 giugno 1998, n.252 e s.m.i. Regolamento recante norme per la semplificazione dei procedimenti relativi al rilascio delle comunicazioni e delle informazioni antimafia
  4. Decreto legislativo del 26 marzo 2010, n.59 Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno
  5. Circolare Ministero Sviluppo Economico del 6 maggio 2010, n.3635/C
  6. Legge del 7 agosto 1990, n.241 e s.m.i. Norme sul procedimento amministrativo
  7. Decreto Legislativo 6 settembre 2011, n. 159 Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonchè nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della Legge 13 agosto 2010, n. 136.
  8. Decreto Legislativo 6 settembre 2005, n. 206 Codice del consumo, a norma dell'articolo 7 della legge 29 luglio 2003, n. 229.
  9. D.Lgs. 222 del 25 novembre 2016 Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti, ai sensi dell'art. 5 della Legge 7 agosto 2015 n. 124
Numero Unico 0521 40521
Box BANNER-Coronavirus LATO-300x200.jpg
Box Banner lotta zanzara.jpg
Logoonline
banner generi alimentari 3 sito.png
ci (ri)troviamo domani.jpg
box-ecoconsigli
Lilly.e.il.vagabondo 2.jpg
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014