Commercio al dettaglio su area privata - medie strutture di vendita

Di cosa si tratta?

Per "medie strutture di vendita" si intende l'esercizio commerciale e/o centri commerciali con superficie di vendita complessiva da mq. 251 a mq. 2500 per il commercio di generi, del settore alimentare o non alimentare e/o tabelle speciali, di cui al D.lgs. 114/98, annesse a Rivendite generi di Monopolio o a Farmacie.
Le tipologie delle medie strutture di vendita sono ulteriormente suddivise nelle seguenti classi dimensionali:
a) superficie di vendita da mq. 251 a mq. 1500 = strutture MEDIO-PICCOLE

b) superficie di vendita da mq. 1501 a mq. 2500 = strutture MEDIO-GRANDI.

Per superficie di vendita si intende, ai sensi dell'art. 4 del D.lgs. n. 114/98 e della Deliberazione di C.R.E.R. n. 1253 e s.m.i., l'area destinata alla vendita, compresa quella occupata da banchi, scaffalature, vetrine e quelle dei locali frequentabili dai clienti, adibiti all'esposizione delle merci e collegati direttamente all'esercizio di vendita. Non costituisce superficie di vendita quella dei locali destinati a magazzino, depositi, lavorazioni, uffici, servizi igienici, impianti tecnici ed altri servizi nei quali non è previsto l'ingresso ai clienti, nonché gli spazi di "avancassa" e i vani scala, purché non adibiti all'esposizione delle merci.

L'autorizzazione all'apertura/trasferimento/ampliamento/estensione settore merceologico di medie strutture di vendita, è concessa nel rispetto dei requisiti/condizioni e della programmazione di cui agli artt. 8 e ss. dei nuovi “Criteri qualitativi" per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita con efficacia sperimentale per un anno” approvati con deliberazione di Consiglio Comunale il 28 marzo 2017 n. 27 e s.m.i. e della Deliberazione di Giunta Comunale n. 158 del 19/04/2017 recante “Approvazione dei nuovi criteri e parametri per la quantificazione della partecipazione economica di privati interessati a Progetti di Valorizzazione Commerciale (PVC)...”.

Per le domande di autorizzazione di medie strutture con superficie di vendita fino a 1.500 mq, si considerano ai fini della valutazione dell’impatto, esclusivamente gli indicatori a), b), e), f), g), h), i) dei “Criteri qualitativi”.

Per le domande di autorizzazione di medie strutture localizzate in aree già interessate dall’attivazione di Progetti di Valorizzazione Commerciale (PVC) si considerano, ai fini della valutazione dell’impatto, esclusivamente gli indicatori e), h), i) dei “Criteri qualitativi”.

Le norme organizzative e procedurali concernenti i procedimenti di cui ai nuovi “Criteri qualitativi” sono disciplinate con Deliberazione di G.C. n. 159 del 19/04/2017 recante “Disciplina delle fasi organizzative e procedurali relative alle attività di cui ai “Criteri qualitativi per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita, con efficacia sperimentale per un anno” approvati con Deliberazione di C.C. n. 27 del 28/03/2017 e s.m.i. " Approvazione norme di organizzazione e procedimentali”;

Ai sensi dell’art., c.3 del D.lgs. n. 222/2016 il Comune di Parma fornisce gratuitamente (fatto salvo il pagamento dei diritti di segreteria previsti dalla legge) la necessaria attività di consulenza funzionale all'istruttoria agli interessati, in relazione alle procedure concernenti le medie strutture di vendita.

Struttura responsabile

Struttura: S.O. PROCEDIMENTI ATTIVITA' PRODUTTIVE E COMMERCIALI
Referente: BARBIERI COSTANZA

Responsabile del procedimento

Referente: ROSI CRISTINA

Data inizio validità : 15/02/2021
Ultimo aggiornamento : 16/02/2021
Riferimenti normativi
  1. Decreto Legislativo 31 marzo 1998, n. 114 Riforma della disciplina relativa al commercio
  2. Legge Regione Emilia Romagna 5 luglio 1999, n. 14 e s.m.i. Norme per la disciplina del commercio in sede fissa in attuazione del D.lgs. 31 marzo 1998, n. 14.
  3. Legge Regione Emilia Romagna 26 luglio 2003, n. 14 Disciplina dell'esercizio delle attività di somministrazione di alimenti e bevande, art. 6 - comma 2/a (requisiti professionali per il settore alimentare).
  4. Legge Regione Emilia Romagna 21 maggio 2007, n. 6 Disposizioni in materia di distribuzione commerciale (modifiche alle L.R.E.R. n. 14/99 e n. 14/2003)
  5. Delibera di Consiglio Regione Emilia Romagna 23 settembre 1999, n. 1253 Criteri di pianificazione territoriale ed urbanistica riferiti alle attività commerciali in sede fissa, in applicazione dell'art. 4 della L.R.E.R. 14/99, e successive modificazioni ed integrazioni
  6. Delibera di Consiglio Comunale 10 aprile 2007, n. 76/14 Linee di indirizzo per l'individuazione delle aree e delle procedure per l'implementazione di Progetti di Valorizzazione Commerciale ai sensi della L.R.E.R. n. 14/99 - modifica atto di Consiglio Comunale n. 151/55 del 30 giugno 2003
  7. Legge 4 agosto 2006, n. 248 Disposizioni urgenti per il rilascio economico e sociale, per il contenimento e la razionalizzazione della spesa pubblica, nonchè interventi in materia di entrate e di contrasto all'evasione fiscale - Prodotti parafarmaceutici
  8. Circolare esplicativa del Ministero Sviluppo Economico 28 settembre 2006, n. 3603/c relativa alla Legge n. 248/2006
  9. Circolare Ministero della Salute 3 ottobre 2006, n. 3 Prodotti Parafarmaceutici
  10. D.lgs. n. 59/2010 e s.m.i. Attuazione direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi del mercato interno
  11. Legge n. 241/1990 e s.m.i Nuove norme sul procedimento amministrativo.
  12. D.lgs. n. 126/2016 Attuazione della delega in materia di segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) a norma dell'art. 5 della Legge 7 agosto 2015, n. 124.
  13. D.lgs. n. 222/2016

    Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti, ai sensi dell'articolo 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124.

  14. D.lgs n. 159/2011 Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione...
  15. Delibera Giunta Regione Emilia Romagna 22 settembre 2003, n. 1825 Titoli vari ai fini dei requisiti professionali per il settore alimentare
  16. Delibera di Consiglio Comunale 28 marzo 2017, n. 27 Criteri qualitativi per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita, con efficacia sperimentale per un anno
  17. Deliberazione di Giunta Comunale 19 aprile 2017 n. 158 Approvazione dei nuovi criteri e parametri per la quantificazione della partecipazione economica di privati interessati a Progetti di Valorizzazione Commerciali (PVC), in attuazione delle Deliberazioni di C. C. n. 76/14 del 10/04/2017 e n. 27 del 28/03/2017.
  18. Deliberazione di Giunta Comunale del 19 aprile 2017 n. 159

    Disciplina delle fasi organizzative e procedurali relative alle attività di cui ai Criteri qualitativi per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita, con efficacia sperimentale per un anno, approvati con Deliberazione di C.C. n. 27 del 28/03/2017  -Approvazioni norme di organizzazione e procedimentali.

  19. Delibera di Consiglio Comunale 30 giugno 2003 n. 152/56 Approvazione Progetti di Valorizzazione Commerciale Oltretorrente-P.za Ghiaia.
  20. Delinera di Consiglio Comunale 28 marzo 2017n. 27e s.m.i. Criteri qualitativi per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita, con efficacia sperimentale per un anno.
  21. Delibera di Giunta Comunale del 19/04/2017 n. 159

    Disciplina delle fasi organizzative e procedurali relative alle attività di cui ai Criteri qualitativi per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita, con efficacia sperimentale per un anno, approvati con Deliberazione di C.C. n. 27 del 28/03/2017  -Approvazioni norme di organizzazione e procedimentali.

  22. Delibera di Consiglio Comunale 30 giugno 2003 n. 152 Approvazione Progetti di Valorizzazione Commerciale Oltretorrente-P.za Ghiaia.
  23. Delibera di Consiglio Comunale del 25/02/2005 n. 34 Estensione Progetto di Valorizzazione Commerciale - Via Mazzini/ Romagnosi.
  24. Delibera di Consiglio Comunale del 10/04/2007

    Linee di indirizzo per l'individuazione delle aree e delle procedure per l'implementazione dei Progetti di Valorizzazione Commerciale.

  25. Delibera di Consiglio Comunale del 10/04/2007 n. 76

    Linee di indirizzo per l'individuazione delle aree e delle procedure per l'implementazione dei Progetti di Valorizzazione Commerciale.

  26. Delibera di Consiglio Comunale del 4/09/2008 n. 109 Progetto di Valorizzazione Commerciale. Estensione via Farini/Saffi.
  27. Delibera di Consiglio Comunale del 18/12/2008 n. 168 Progetto di Valorizzazione Commerciale - Ospedale /Pablo.
Numero Unico 0521 40521
Logoonline
Box BANNER-Coronavirus LATO-300x200.jpg
amministrazione-trasparente.jpg
Se vai in bici.png
SUPER_BONUS_110_logo_rosso_914x619.jpg
Esenzione ticket - Welfare 460x295.jpg
BANNER_ALERT-SYSTEM
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014