Contributi affitto morosità incolpevole

Di cosa si tratta?

Il Comune di Parma ha avviato, con Avviso pubblico del 2015 (delibera di Giunta Comunale, n. 398 del 18/12/2015), una procedura finalizzata ad individuare gli inquilini morosi incolpevoli che in possesso dei requisiti possono richiedere contributi messi a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna.

 

La possibilità di presentare le domande di contributo da parte dei cittadini in possesso dei requisiti previsti, iniziata in data 18 gennaio 2016, prosegue anche per l'anno 2019, fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

 

Per morosità incolpevole si intende la situazione di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone locativo a ragione della perdita o consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare, come definita dall’Art. 2 del Decreto 14 maggio 2014.

 

Gli obiettivi dell’iniziativa in oggetto sono volti a facilitare, nell’ambito delle procedure di sfratto, un’intesa fra il locatore e il conduttore che consenta di poter mantenere la disponibilità dell’alloggio occupato, mediante il pagamento delle morosità accumulate, oppure di poter accedere ad una diversa soluzione abitativa utilizzando i contributi per il pagamento del deposito cauzionale o dei canoni di locazione anticipati previsti dal nuovo contratto di locazione.

 

Sono destinatari della misura i cittadini morosi incolpevoli, che non hanno pagato l’affitto  per la  perdita o per la consistente riduzione della capacità reddittuale del nucleo familiare, dovuta ad una delle cause di seguito specificate (perdita del lavoro per licenziamento; accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell'orario di lavoro;  cassa integrazione ordinaria o straordinaria che limiti notevolmente la capacità reddituale; mancato rinnovo di contratti di lavoro a termine o di lavoro atipico;  cessazioni di attività libero-professionali o chiusura di imprese registrate alla CCIAA, derivanti da cause di forza maggiore o da perdita di avviamento in misura consistente;  malattia grave, infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato la consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo, o la necessità dell'impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali.

 

I contributi verranno erogati fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Struttura responsabile

Struttura: SETTORE SOCIALE
Referente: SQUERI LUIGI

Responsabile del procedimento

Referente: SAMMATI GIUSEPPA

Data inizio validità : 29/10/2019
Ultimo aggiornamento : 29/10/2019
Riferimenti normativi
  1. Legge 28 ottobre 2013, n. 124 Conversione in legge con modificazioni, del decreto-legge 31 agosto 2013, n. 102, recante disposizioni urgenti in materia di IMU, di altra fiscalità immobiliare, di sostegno alle pratiche abitative e di finanza locale, nonché di cassa integrazione guadagni e di trattamenti pensionistici.
  2. Decreto Interministeriale 14 maggio 2014, n. 202 Attuazione dell'articolo 6, comma 5, del decreto-legge 31 agosto 2013, n. 102, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 ottobre 2013, n. 124.
  3. Deliberazione di Giunta Comunale 18 dicembre 2015, n. 398 Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli (D.L. 102/2013 convertito con modificazioni dalla L. 124/2013). Linee di indirizzo per la concessione di contributi ai cittadini residenti nel Comune di Parma.
  4. Protocollo d'intesa 2015 tra la Prefettura di Parma, Tribunale di Parma, Comune di Parma, Comune di Fidenza, Comune di Collecchio, Comuni Capo Distretto, Acer Parma, Ordine degli Avvocati, Sindacati confederali, Sindacati inquilini e Associazioni rappresentative dei proprietari e proprietà edilizia.
Numero Unico 0521 40521
limitazioni-traffico-parma-2019-2020.png
Logoonline
guida-regionale.png
banner_200x203.jpg
BANNER PORTALE TUTTE LE APP
BANNER_PORTALE WEBCAM 20140714
PARMA-FUTURO-SMART-BANNER-WEB-HOME-COMUNE
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014